5 Agosto 2022

Partita Iva cessata: quale scadenza per le rate del Modello Redditi?

di EVOLUTION Scarica in PDF La scheda di EVOLUTION

Ai fini della rateazione delle imposte da dichiarazione dei redditi, un soggetto che ha cessato la partita Iva ad aprile 2022 è da considerarsi titolare o non titolare di partita Iva?


Con riferimento al quesito prospettato si ritiene necessario richiamare la risoluzione 70/E/1998, con la quale l’Agenzia delle entrate ebbe modo di chiarire che “I titolari di partita Iva che hanno cessato l’attività prima della presentazione della dichiarazione unificata o che la cesseranno nel corso del 1998 devono continuare a effettuare i versamenti delle somme risultanti da Unico 98 utilizzando il modello F24; in caso di scelta dell’opzione di versamento rateale, il termine di pagamento delle singole rate è fissato al giorno quindici del mese di scadenza”.

L’Agenzia delle entrate ebbe modo di tornare sul tema con la risoluzione 177/E/1998, con la quale è stato chiarito che “Ai fini dei versamenti unitari con compensazione, sono da considerare “titolari di partita Iva” anche i contribuenti che hanno cessato l’attività soggetta ad Iva, limitatamente ai debiti ed ai crediti sorti nel periodo di esercizio di tale attività`; del resto, tale interpretazione è già stata adottata, con riferimento alle somme a debito risultanti da Unico 98, nella risoluzione n. 70/E del 13 luglio 1998…”.

CONTINUA A LEGGERE SU EVOLUTION…