23 Novembre 2018

Modalità di tenuta delle scritture contabili: dall’analogico al digitale

di Gianfranco Antico Scarica in PDF

Articolo tratto da “La circolare tributaria n. 42/2018”

Lo sviluppo delle tecnologie informatiche e telematiche ha indotto il Legislatore fiscale a regolamentare presupposti e modalità di effettuazione della fatturazione elettronica e della conservazione di libri, registri e documenti contabili su supporti informatici. Attraverso le recenti indicazioni di prassi offerte dalla GdF con la circolare n. 1/2018, le risposte dell’Agenzia delle entrate nel corso del convegno del Cndcec dello scorso 18 settembre e la guida predisposta dalla stessa Amministrazione finanziaria, vediamo come opera il passaggio dall’analogico al digitale e le principali indicazioni emerse. Continua a leggere…

VISUALIZZA LA COPIA OMAGGIO DELLA RIVISTA >>

Segue il SOMMARIO di La circolare tributaria n. 42/2018

Normativa e prassi in sintesi 
Giurisprudenza in sintesi 
Focus
“Affitto di azienda: profili fiscali” di Carlo Bertacca
Iva
“Gruppo Iva e Iva di gruppo a confronto” di Marco Peirolo
Adempimenti
“Modalità di tenuta delle scritture contabili: dall’analogico al digitale” di Gianfranco Antico
Immobili
“Edificabilità dei suoli” di Luigi Cenicola
Terzo settore
“Dall’approvazione dei correttivi un nuovo slancio per l’attuazione della Riforma: le modifiche alla disciplina del nuovo Codice del Terzo settore” di Luca Caramaschi 
Fatturazione elettronica
“Il Sistema di Interscambio: cos’è e come funziona” di Fabrizio Fusconi e Augusto Gilioli
Il caso risolto
“Acquisto di beni strumentali e diritto alla detrazione in caso di futuro svolgimento di attività esente Iva” di Centro studi tributari 

footer circolare tributaria