12 Novembre 2021

Le palafitte del Lago di Ledro

di Stefania Pompigna – Digital Assistant Scarica in PDF

Le palafitte del lago di Ledro si trovano nella provincia autonoma di Trento e furono costruite durante l’età del bronzo. Oggi non è solo un posto incantevole, ma è anche un sito archeologico riconosciuto dall’Unesco. Un luogo sulla costa orientale del Lago di Ledro, perfetto da visitare con tutta la famiglia in cui si riscopre l’atmosfera dell’era preistorica. Non a caso è uno delle più Grandi Stazioni preistoriche scoperte oggi in Italia, oltre ad essere tra le più importanti d’Europa.

Scopriamo insieme dov’è e come accedervi, cosa vedere e cosa visitare nelle zone limitrofe alle palafitte del Lago di Ledro.

Il Museo delle Palafitte del Lago di Ledro si trova nell’omonimo paese, in località Molina, nella provincia di Trento. È possibile visitarlo su prenotazione ed è sempre opportuno informarsi su date e orari di apertura perché possono variare. Il costo dei biglietti cambia in base all’età, mentre l’ingresso gratuito è consentito ai bambini e ragazzi sotto i 14 anni e per i possessori della Trentino Guest Card. Per informazioni più dettagliate puoi scrivere a: museo.ledro(at)muse.it ; telefonare al numero 0464508182; consultare il sito palafitteledro.it 

Nel  Museo del Lago di Ledro sono esposti oggetti artigianali utilizzati dagli antenati del villaggio palafitticolo. Le capanne sono state ricostruite complete di arredamento, ricreando la vita quotidiana degli abitanti. Sono presenti: la capanna della sciamana, quella del capo villaggio, degli artigiani, degli agricoltori, dei pescatori e dei cacciatori. Qui il visitatore attraverso percorsi obbligati può riscoprire i propri antenati. La bellezza e la suggestione di questo luogo è assolutamente da vivere. Il villaggio ha l’obiettivo di contestualizzare i reperti contenuti nel museo per dare al visitatore un’ idea più tangibile della vita di quell’epoca.

Oltre alle palafitte del Lago di Ledro è possibile fare tappa anche nei luoghi vicini:

  • la Valle di Ledro, dispone di spiagge attrezzate e c’è la possibilità di percorrere l’intero giro del lago lungo 9 km su piste ciclabili e strade secondarie oppure provando gli sport acquatici come canoa, barca a vela, SUP.
  • Il sentiero del Ponale, facile da percorrere, delizia gli occhi con meravigliosi scorci di vedute bellissime. Da qui puoi anche deviare lungo piccoli sentieri in cui sono presenti punti panoramici dove un tempo sorgevano veri osservatori militari, oggi sostituiti da varie panchine.
  • Il Lago d’Ampola, riserva naturale che puoi raggiungere camminando lungo un sentiero di canneti che costeggia la riserva naturale ricoperta da stupende ninfe e orchidee colorate.
  • Il Monte Cocca Ledro Trek, è un percorso che permette di fare il giro del lago con vari livelli di difficoltà. L’itinerario congiunge due percorsi in cui partire da Pieve di Ledro per raggiungere la cima del Monte Cocca.
  • La Valle di Concei, distesa pianeggiante, percorso adatto ai bambini, è percorribile anche con il passeggino. Durante il tragitto si incontrano punti dove fermarsi per un pic-nic.
  • La cascata del Gorg d’Abiss, nasce dal torrente Massagla e percorre la valle accanto al paese di Tiarno di Sotto. Questo torrente, ha scavato nella roccia  fino a formare questa cascata che si ammira all’interno di una grotta.
  • Il percorso Ledro Land Art, perfetto per le famiglie, costituito da un insieme di installazioni naturali e artistiche in cui trovare animali inanimati e strane statue. Si trova nella pineta sita in Località Pur, tra il lago di Ledro e il bosco fino a Malga.

Adesso non ti resta che programmare la prossima vacanza con tutta la famiglia per godere di paesaggi incantevoli tra storia e natura!

LeROSA montagne top trentino