20 Luglio 2018

La disciplina di riallineamento delle partecipazioni di controllo

di Fabio Giommoni Scarica in PDF

Articolo tratto da “La rivista delle operazioni straordinarie n. 6/2018”

Il regime di riallineamento dei valori fiscali a quelli civilistici, mediante pagamento dell’imposta sostitutiva, è applicabile anche ai maggiori valori impliciti nelle partecipazioni di controllo, acquisite a seguito di operazioni straordinarie, purché iscritti in via autonoma nel bilancio consolidato a titolo di avviamento, marchi d’impresa e altre attività immateriali.
Detta disciplina è stata oggetto di modifiche con la Legge di Bilancio 2018 per includervi anche le partecipazioni di controllo in società estere senza stabile organizzazione in Italia.
L’affrancamento appare tuttavia scarsamente appetibile tenuto conto dell’entità dell’imposta sostitutiva, confrontata con quella delle vigenti aliquote Ires e Irap. Continua a leggere…

VISUALIZZA LA COPIA OMAGGIO DELLA RIVISTA >>

Segue il SOMMARIO di La rivista delle operazioni straordinarie n. 6/2018

Diritto e società
“L’esclusione del socio di società per azioni “chiusa”: applicazione analogica dell’articolo 2473-bis, cod. civ. o ricorso a rimedi alternativi?” di Guido Bevilacqua e Massimo Masotti
Tributi e accertamento fiscale
“Iscrizione delle partecipazioni in bilancio e regime pex” di Luigi Scappini
“La disciplina di riallineamento delle partecipazioni di controllo” di Fabio Giommoni
“La esclusione da imposta dei trasferimenti di aziende e di partecipazioni tra difficoltà operative e interpretative” di Pier Roberto Sorignani e Giada Crocione
Giurisprudenza
“Prestazioni complesse con aliquota Iva unica” di Marco Peirolo
“Cessione di quote, garanzie sul patrimonio e rilevanza fiscale” di Giovanni Valcarenghi

Footer ROS