17 Luglio 2020

La compilazione dei modelli Isa per le imprese multiattività

di Federica Furlani Scarica in PDF

La modulistica Isa per il periodo d’imposta 2019 prevede, in ogni modello, la compilazione di un prospetto denominato “Imprese multiattività”.

Tale prospetto deve essere compilato dai contribuenti che esercitano due o più attività d’impresa che non rientrano nello stesso Isa, qualora l’importo complessivo dei ricavi dichiarati afferenti alle attività non rientranti tra quelle prese in considerazione dall’Isa relativo all’attività prevalente superi il 30% dell’ammontare totale dei ricavi dichiarati.

Quando si verifica questa situazione, il contribuente deve compilare il modello Isa, con indicazione dei dati contabili ed extracontabili, relativo all’attività prevalente, comprensivo del prospetto multiattività, per la sola acquisizione dati.

Gli Isa, pertanto, non vengono applicati, anche se il relativo software genera il risultato, e nel quadro RF o RG va indicato come causa di esclusione il codice 7contribuenti che esercitano due o più attività di impresa, non rientranti nel medesimo Isa, qualora l’importo dei ricavi dichiarati relativi alle attività non rientranti tra quelle prese in considerazione dall’Isa relativo all’attività prevalente, comprensivi di quelli delle eventuali attività complementari previste dallo specifico Isa, superi il 30 per cento dell’ammontare totale dei ricavi dichiarati”.

Il prospetto, composto da quattro righi, va così compilato:

  • nel rigo 1, va indicato il codice Isa e il totale dei ricavi derivanti dalle attività rientranti nell’Isa afferente l’attività prevalente;
  • nel rigo 2, va indicato il codice attività e i relativi ricavi derivanti dall’attività secondaria, da intendersi come quella associata al maggior ammontare dei ricavi derivanti dall’attività che non è compresa nell’Isa per cui si presenta il modello;
  • nel rigo 3, vanno indicati i ricavi derivanti dalle attività per le quali si percepiscono aggi o ricavi fissi, al netto del prezzo corrisposto al fornitore.

Si tratta, ad esempio:

  • degli aggi conseguiti dai rivenditori di generi di monopolio, valori bollati e postali, marche assicurative e valori similari, indipendentemente dal regime di contabilità adottato;
  • dei ricavi derivanti dalla gestione di ricevitorie; dalla vendita di schede e ricariche telefoniche, schede e ricariche prepagate per la visione di programmi pay per-view, abbonamenti, biglietti e tessere per i mezzi pubblici, viacard, tessere e biglietti per parcheggi; dalla gestione di concessionarie superenalotto, lotto;
  • dei ricavi conseguiti per la vendita dei carburanti e dai rivenditori in base a contratti estimatori di giornali, di libri e di periodici anche su supporti audiovideomagnetici;
  • la riscossione di bollo auto, canone rai e multe;
  • nel rigo 4, i ricavi derivanti da attività non indicate nei righi precedenti.

Nel campo “Ricavi” va indicata la somma:

  • dei ricavi di cui all’articolo 85, comma 1, esclusi quelli di cui alle lettere c), d), ed e), Tuir;
  • degli altri proventi considerati ricavi (ad esclusione di quelli di cui all’articolo 85, lett. f, Tuir;
  • delle variazioni delle rimanenze relative ad opere forniture e servizi di durata ultrannuale riferiti all‘Isa indicato nel corrispondente campo.

Pertanto, l’importo da indicare nel campo “Ricavi” corrisponde alla descrizione degli importi previsti nei seguenti righi del quadro F dei dati contabili:

F01 + F02 (campo 1) – F02 (campo 2) + F07 –F06

Immaginiamo un contribuente, con ricavi totali pari a 1.000.000 euro, che svolge le seguenti tre attività:

  • commercio al dettaglio di articoli di legno (47.59.91), cui corrisponde il modello ISA AM29U, con ricavi pari a 250.000€ (25%);
  • commercio al dettaglio di fiori e piante (47.76.10), cui corrisponde il modello ISA BM40A, con ricavi pari a 650.000€ (65%);
  • commercio al dettaglio di oggetti usati (47.79.30), cui corrisponde il modello ISA BM87U, con ricavi pari a 100.000€ (25%)

e che per tali attività non siano stati percepiti aggi.

Il contribuente, in tale ipotesi, compila il modello ISA BM40A, con l’indicazione dei dati (contabili ed extracontabili) riferiti all’intera attività d’impresa esercitata, e nel prospetto Imprese multiattività indica:

  • al rigo 1, il codice dell’ISA BM40A e i ricavi pari a 650.000 euro;
  • al rigo 2 il codice attività 47.59.91 e i ricavi pari a 250.000 euro;
  • al rigo 4, i ricavi pari a 100.000 euro afferenti l’attività 47.79.30.