12 Aprile 2021

Euroconference In Diretta: oggi la 37esima puntata

di Sergio Pellegrino Scarica in PDF

Riprende oggi, dopo la pausa pasquale, Euroconference In Diretta, arrivata al 37esimo appuntamento.

Partiremo, come sempre, dall’esaminare nella sessione di aggiornamento gli accadimenti della settimana appena conclusasi a livello di normativa, prassi e giurisprudenza.

Da segnalare, innanzitutto, il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 6 aprile con il quale sono state emanate le disposizioni di attuazione dell’articolo 157 del decreto Rilancio relativo alla proroga dei termini al fine di “favorire la graduale ripresa delle attività economiche sociali”.

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 7 aprile il decreto del Ministero del lavoro del 23 marzo 2021, con il quale sono state definite le retribuzioni convenzionali applicabili ai lavoratori italiani all’estero per l’anno 2021.

Settimana con un “rallentamento” nella produzione della prassi da parte dell’Agenzia delle Entrate, con la pubblicazione di 1 risoluzione e 9 risposte ad istanze di interpello.

Esamineremo per prima la risposta n. 231 di venerdì scorso in materia di superbonus, nella quale viene analizzata l’applicabilità dell’agevolazione in relazione agli interventi antisismici realizzati su unità abitative e non abitative facenti parte di un edificio interamente di proprietà dell’istante: anticipo che le conclusioni raggiunte dall’Agenzia non appaiono convincenti e sono in contrasto con le indicazioni date in precedenti documenti di prassi.

Poi analizzeremo la risposta n. 235, sempre di venerdì 9 aprile, che affronta il caso di un contribuente che ha comprato alcune unità immobiliari nel 2018, beneficiando dell’agevolazione prima casa, e presentando in quell’anno la Scia per la realizzazione di lavori di ristrutturazione, adeguamento sismico e contenimento energetico, a seguito dei quali verrà realizzata un’unica unità abitativa con annesso pertinenziale.

A causa della pandemia i lavori hanno subito forti rallentamenti e non verranno terminati entro il termine di tre anni dalla registrazione dell’atto per mantenere il beneficio prima casa: la questione verte sulla possibilità di considerare il termine in questione tra quelli “sospesi” dall’articolo 24 del decreto Liquidità.

A livello di giurisprudenza della Cassazione, esamineremo la sentenza n. 9392 del 9 aprile, che si sofferma sugli effetti sugli accertamenti nei confronti dei soci di una società di persone, che si è vista riconoscere dall’Ufficio la riduzione del maggior reddito accertato nell’ambito di un procedimento di accertamento con adesione.

Nell’ambito della sessione “adempimenti e scadenzeLucia Recchioni ci parlerà invece delle modalità di tenuta e conservazione dei registri contabili, soffermandosi sulle discutibili conclusioni cui è giunta l’Agenzia delle entrate con la risposta all’istanza di interpello n. 236, di venerdì 9 aprile.

Con il richiamato chiarimento di prassi è stato infatti ritenuto che le previsioni di cui all’articolo 7, comma 4-quater, D.L. 357/1994 interessino solo la tenuta e non la conservazione dei registri, svuotando, quindi, di significato la citata norma, che prevede la possibilità di stampare i registri solo all’atto del controllo e su richiesta dell’organo procedente.

Nella sessione dedicata al caso operativo, realizzata in collaborazione con il servizio Focus Agevolazioni Edilizie di Euroconference Consulting, ci soffermeremo sulla possibilità di agevolare gli interventi sulle parti comuni di edifici in condominio da parte di soggetti non individuati come beneficiari del superbonus nell’ambito del comma 9 dell’articolo 119 del decreto Rilancio.

Roberto Bianchi nella sessione di approfondimento si occuperà invece del credito di imposta per la ricapitalizzazione, che è entrato nella sua fase operativa.

Infatti, con il provvedimento direttoriale n. 67800/2021, sono stati pubblicati i modelli da utilizzare per la presentazione delle istanze e individuati i correlati termini di presentazione, mentre la circolare 591/2021 ha reso noti i chiarimenti sul tema forniti dall’Associazione bancaria italiana.

A conclusione della puntata la risposta ad alcuni quesiti nell’ambito della sessione Q&A,  mentre in settimana verranno pubblicate le altre risposte nell’area dedicata a Euroconference In Diretta sulla piattaforma Evolution e sulla Community su Facebook.

______________________________________

MODALITÀ DI FRUZIONE DI EUROCONFERENCE IN DIRETTA

La fruizione di Euroconference In Diretta avviene attraverso la piattaforma Evolution con due possibili modalità di accesso:

  1. attraverso l’area clienti sul sito Euroconference (transitando poi da qui su Evolution);
  2. direttamente dal portale di Evolution https://portale.ecevolution.it/ inserendo le stesse credenziali utilizzate per l’accesso all’area clienti sul sito di Euroconference (PARTITA IVA e PASSWORD COLLEGATA).

Importante avvertenza: è necessario entrare con la PARTITA IVA e la PASSWORD COLLEGATA (e non utilizzando il codice fiscale).

 

A partire dal pomeriggio, chi non avesse potuto partecipare alla diretta ha la possibilità di visionare la puntata in differita on demand, sempre attraverso la piattaforma Evolution.