1 Giugno 2022

Euroconference In Diretta: la top 10 dei quesiti della puntata del 30 maggio

di Lucia RecchioniSergio Pellegrino Scarica in PDF

La 83esima puntata di Euroconference In Diretta si è aperta, come di consueto, con la sessione “aggiornamento”, nell’ambito della quale sono state richiamate le novità della scorsa settimana.

La sessione “adempimenti e scadenze” è stata poi dedicata alla comunicazione dei dati relativi alla titolarità effettiva, mentre nell’ambito della sessione “caso operativo” sono state analizzate le novità sui crediti energia elettrica e gas.

Durante la sessione “approfondimento”, inoltre, si è parlato della compilazione del quadro FC del Modello Redditi, mentre nel corso della rubrica dedicata alla finanza agevolata di Golden Group l’attenzione si è focalizzata sul contributo a fondo perduto per le imprese danneggiate dalla crisi in Ucraina.

Numerosi sono stati i quesiti ricevuti: anche oggi, come le scorse settimane, pubblichiamo la nostra top 10 dei quesiti che abbiamo ritenuto più interessanti, con le relative risposte.

Sul podio, questa settimana, per noi ci sono:

3. REGISTRO DEI TITOLARI EFFETTIVI: QUANDO È POSSIBILE L’OPPOSIZIONE?

2. INDICAZIONE DEL CCNL NELLE FATTURE: OBBLIGO LIMITATO AL SOLO SUPERBONUS?

1. BONUS BARRIERE ARCHITETTONICHE NON LIMITATO AI PRIVATI

 

# 10

Costo della “componente energetica” e credito d’imposta per le imprese energivore


Quali voci della fattura per energia elettrica determinano il costo della “componente energetica” rilevante ai fini del credito d’imposta imprese energivore e del credito d’imposta imprese non energivore?

P.G.


La circolare dell’Agenzia delle entrate 13/E/2022 ha chiarito in particolare l’ambito oggettivo dei crediti d’imposta per imprese “energivore” e imprese “diverse dalle energivore” in relazione alla “spesa sostenuta per l’acquisto della componente energetica, effettivamente utilizzata nel ….. trimestre dell’anno 2022, comprovato mediante le relative fatture d’acquisto”.

Le voci di spesa indicate su tutte le bollette nel riepilogo sono:

  • spesa per la materia energia
  • spesa per il trasporto e la gestione del contatore
  • spesa per oneri di sistema

Si considera agevolabile col credito d’imposta in esame la spesa per la materia energia costituita dai costi per l’energia elettrica, il dispacciamento e la commercializzazione.

Il prezzo complessivo applicato in bolletta è infatti dato dalla somma dei prezzi delle seguenti componenti:

  • energia (PE)
  • dispacciamento (PD)
  • perequazione (PPE)
  • commercializzazione (PCV)
  • componente di dispacciamento (DispBT).

Restano escluse le altre voci riaddebitate in fattura, quali oneri accessori, diretti e/o indiretti, diversi dalla componente energetica: ad esempio, le spese di trasporto, le coperture finanziarie sugli acquisti di energia elettrica, imposte e accise.

Inoltre, per espressa previsione normativa il credito d’imposta spetta sui consumi effettivi relativi al trimestre di riferimento, con la conseguenza che è necessario fare riferimento ai consumi effettivi indicati nelle fatture di conguaglio e non ai consumi stimati eventualmente fatturati in acconto.

 

# 9

Disciplina CFC: si applica l’Irap?


Una controllante italiana, trovandosi nella situazione di cui all’art. 167 comma 4 del DPR 917/1986 e dovendo pertanto dichiarare il reddito della controllata olandese, dovrà assoggettare tale reddito in Italia solo all’Ires o anche all’Irap?

P.T.


La disciplina delle imprese estere controllate (controlled foreign company) contenuta nell’articolo 167 del Tuir trova applicazione esclusivamente nell’ambito delle imposte dirette ma non dell’Irap (circolare 18/E/2021).

 

# 8

Superbonus oggetto di successiva cessione. Va comunque apposto il visto di conformità?


Se nella dichiarazione 2021 viene portata in detrazione  la prima quota dei bonus spettanti  per interventi sugli edifici, devo appore comunque il visto di conformità, anche se la eventuale cessione delle quote rimanenti avverrà nel corso del 2022?

A.S.


Ai sensi dell’articolo 119, comma 11, D.L. 34/2020 il contribuente deve chiedere l’apposizione del visto di conformità “Ai fini dell’opzione per la cessione o per lo sconto di cui all’articolo 121, nonché in caso di utilizzo della detrazione nella dichiarazione dei redditi… In caso di dichiarazione presentata direttamente dal contribuente all’Agenzia delle entrate, ovvero tramite il sostituto d’imposta che presta l’assistenza fiscale, il contribuente, il quale intenda utilizzare la detrazione nella dichiarazione dei redditi, non è tenuto a richiedere il predetto visto di conformità”.

Oltre alla specifica eccezione appena richiamata, non sono previsti casi di esclusione dall’obbligo di apposizione del visto di conformità connessi alle successive sorti del credito.

 

# 7

Locazione e superbonus: l’Agenzia torna sui suoi passi


Ma in una risposta della DRE Toscana che avevi commentato non si diceva che se l’immobile è di proprietà di una società il locatario non può avere il superbonus?

D.R.


Con la risposta n. 911-846 del 16.04.2021, in effetti, la DRE Toscana aveva escluso categoricamente la possibilità di beneficiare della detrazione in capo al locatario persona fisica che effettua l’intervento sull’immobile di proprietà di una società.

La successiva risposta all’istanza di interpello n. 288/2022, invece, ha chiarito che il conduttore di una unità immobiliare di proprietà di una società che sostiene spese per interventi di efficienza energetica con il consenso del proprietario ha diritto alla detrazione qualora tale immobile faccia parte di un edificio in condominio, mentre è escluso dall’agevolazione qualora l’unità immobiliare non sia funzionalmente autonoma e non disponga di uno o più accessi autonomi dall’esterno e faccia parte di un edificio interamente di proprietà di tale società trattandosi di una fattispecie non ammessa al superbonus.

 

# 6

CCNL da indicare nel contratto: escluse le imprese che non operano nel settore edile


Dunque l’impresa che realizza l’impianto di riscaldamento non deve indicare il contratto collettivo?

R.E.


Esatto, non è necessario indicare il CCNL, in quanto questo obbligo riguarda esclusivamente le imprese che operano nel settore edile.

 

# 5

Autodichiarazione sui titolari effettivi: è possibile delegare l’invio?


L’autodichiarazione del soggetto obbligato ai fini della comunicazione del titolare effettivo deve essere trasmessa direttamente e personalmente, senza poter ricorrere ad un soggetto delegato (un commercialista, intendo)?

S.A.


Per la comunicazione dei dati sulla titolarità effettiva è previsto l’utilizzo del modello di comunicazione unica di impresa; le specifiche tecniche del formato elettronico della comunicazione unica d’impresa saranno adottate con apposito decreto del Ministero dello sviluppo economico.

Il D.M. 11.03.2022 n. 55 nulla prevede in merito alla possibilità di delega della trasmissione, ragion per cui si attendono i chiarimenti di successivi provvedimenti.

 

# 4

General Contractor: deve indicare il CCNL nel contratto?


E’ un problema se il general contractor non ha dipendenti e quindi non applica alcun CCNL? Grazie

R.R.


Come chiarisce la circolare 19/E/2022 l’obbligo di indicare nel contratto di prestazione d’opera o di appalto che i lavori edili sono eseguiti da datori di lavoro che applicano i contratti collettivi del settore edile, nazionale e territoriali, stipulati dalle associazioni datoriali e sindacali comparativamente più rappresentative, deve essere rispettato anche nel caso in cui il contratto di affidamento dei lavori sia stipulato per il tramite di un general contractor ovvero nel caso in cui i lavori edili siano oggetto di sub appalto. In tali casi, nel contratto di affidamento stipulato con un general contractor, o con soggetti che si riservano di affidare i lavori in appalto, devono essere indicati i contratti collettivi che potranno essere applicati dalle imprese alle quali vengono affidati i lavori edili e, nei successivi contratti stipulati con tali soggetti e nelle relative fatture, dovrà, poi, essere indicato il contratto effettivamente applicato.

 

# 3

Registro dei titolari effettivi: quando è possibile l’opposizione?


Registro titolari effettivi. Quando posso oppormi all’accesso in qualità di controinteressato? Potrei oppormi prospettando operazioni importanti di riorganizzazione che stanno interessando la società?

D.F.N.


Ai sensi dell’articolo 21, comma 2, lett. f), D.Lgs. 231/2007, l’accesso dei soggetti diversi dalle Autorità e dai soggetti obbligati alle informazioni sulla titolarità effettiva delle imprese dotate di personalità giuridica può essere escluso, in tutto o in parte, qualora l’accesso esponga il titolare effettivo a un rischio sproporzionato di frode, rapimento, ricatto, estorsione, molestia, violenza o intimidazione ovvero qualora il titolare effettivo sia una persona incapace o minore d’età, secondo un approccio caso per caso e previa dettagliata valutazione della natura eccezionale delle circostanze.

Allo stesso modo, nel caso dei trust, il successivo comma 4 prevede che, in circostanze eccezionali, l’accesso dei privati alle informazioni sulla titolarità effettiva può essere escluso, in tutto o in parte, qualora l’accesso esponga il titolare effettivo a un rischio sproporzionato di frode, rapimento, ricatto, estorsione, molestia, violenza o intimidazione ovvero qualora il titolare effettivo sia una persona incapace o minore d’età.

L’eventuale esistenza di queste circostanze eccezionali deve essere indicata nella Comunicazione che dovrà essere trasmessa, con indicazione di un indirizzo di posta elettronica per ricevere le comunicazioni nella qualità di controinteressato.

Solo nei casi prima esposti, pertanto, potranno essere fatte valere le motivate opposizioni del controinteressato, che potranno essere valutate dalla Camera di commercio.

 

# 2

Indicazione del CCNL nelle fatture: obbligo limitato al solo superbonus?


L’indicazione del CNNL nelle fatture e nell’atto di affidamento vale solo per il 110% o per tutti i bonus edilizi?

B.M.


Come chiarisce la circolare 19/E/2022, le richiamate disposizioni si applicano ai contribuenti che fruiscono direttamente in dichiarazione dei redditi o che optano per le alternative della cessione del credito/sconto in fattura delle seguenti agevolazioni:

  • superbonus, previsto dall’articolo 119 D.L. 34/2020;
  • recupero del patrimonio edilizio di cui all’articolo 16-bis, comma 1, lettere a), b) e d), Tuir;
  • efficienza energetica di cui all’articolo 14 D.L. 63/2013;
  • adozione di misure antisismiche di cui all’articolo 16, commi da 1-bis a 1-septies, D.L. 63/2013;
  • recupero o restauro della facciata degli edifici esistenti, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna, di cui all’articolo 1, commi 219 e 220, Legge di bilancio 2020;
  • installazione di impianti fotovoltaici di cui all’articolo 16-bis, comma 1, lettera h), Tuir, ivi compresi gli interventi di cui all’articolo 119, commi 5 e 6;
  • installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici di cui all’articolo 16- ter D.L. 63/2013;
  • detrazione per le spese sostenute per il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche, prevista dall’articolo 119-ter D.L. 34/2020;
  • credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro, previsto dall’articolo 120 D.L. 34/2020;
  • bonus mobili, previsto dall’articolo 16, comma 2, D.L. 63/2013, con riferimento ai presupposti interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui all’articolo 16-bis Tuir;
  • bonus verde, previsto dall’articolo 1, comma 12, L. 205/2017.

 

# 1

Bonus barriere architettoniche non limitato ai privati


Il nuovo bonus per l’eliminazione delle barriere architettoniche spetta solo alle persone fisiche?

G.G.


L’articolo 119 ter D.L. 34/2020, che disciplina appunto il c.d. “bonus per l’eliminazione delle barriere architettoniche” non presenta limitazioni di carattere soggettivo, ragion per cui si ritiene che la sua applicazione non sia limitata alle persone fisiche.

 

 

Per aderire alla Community di Euroconference In Diretta, gli interessati possono cercarci su Facebook o utilizzare il link https://www.facebook.com/groups/2730219390533531/