1 Agosto 2014

Convivere con un commercialista: impresa possibile?

di Manlio Rossi Scarica in PDF

Apriamo questo finto siparietto simulando una coppia nella quale sia presente un commercialista ed un partner che sia una persona normale (per normale, intendiamo un soggetto che non abbia la vita avvelenata da una professione); mescolate voi il sesso, tanto il risultato non cambia. Che succede in questa ipotetica coppietta nel periodo che va da aprile sino alle meritate ferie estive?

Sarà mai possibile immaginare che si possa fare qualche gita fantastica che amabilmente ci racconta l’amico Chicco Rossi in questa rubrica, oppure pensare ad altri svaghi e sollazzi di differente natura, a seconda dei gusti e delle abitudini? Proviamo a vedere.

In aprile. Lei (donna normale): che ne dici di una pausa di qualche giorno in giro per la campagna toscana a goderci i colori della primavera e la natura che sboccia? Lui (commercialista): sarebbe veramente bello, ma purtroppo dobbiamo rimandare, è periodo di bilanci, sai, e quest’anno ci siamo imposti di fare tutto per tempo, non come gli anni scorsi che siamo arrivati sul filo di lana. Più avanti, però, recuperiamo sicuramente.

In maggio. Lei (donna normale): quest’anno il tempo è veramente bello, potremmo finalmente realizzare il viaggio in Sicilia che pensiamo da tempo, dicono che il paesaggio sia veramente bello prima che arrivi l’afa estiva. Lui (commercialista): ma quale panorama? Io per ora vedo solo la coda dei bilanci che non siamo riusciti a finire e si approssima all’orizzonte la campagna dei modelli 730 e dei dichiarativi. Non vorrai che ci facessimo cogliere impreparati. Superato l’ostacolo, ripartiamo di slancio.

In giugno. Lei (donna normale): queste sono le giornate più belle dell’anno, clima dolce, sole che tramonta dopo le 9, fresco la sera che concilia il riposo. Che dici di una settimana al mare, come ai vecchi tempi quando si finiva la scuola; potrebbe essere carino. Lui (commercialista): mai hai sentito che casino è scoppiato quest’anno con l’IMU e la TASI? Stiamo diventando pazzi in studio per cercare di gestire la vicenda; abbiamo anche pensato di dire ai clienti che si debbono arrangiare da soli, ma poi non l’abbiamo ritenuto corretto. Un piccolo sacrificio e superiamo anche questa, poi la strada è tutta in discesa. D’altronde, devi dimostrare un minimo di pazienza.

In luglio. Lei (donna normale, sempre più fiduciosa). Che dici, è finalmente arrivato il momento buono per visitare la campagna toscana, la Sicilia, una qualsiasi spiaggia? Dimmi tu dove preferisci andare, per me sta bene tutto. Lui (commercialista). Certo che ci vuole un bel coraggio ad infierire su un uomo quasi morto. Secondo te, se hanno fatto la proroga generalizzata non ci sono evidenti difficoltà di gestione delle dichiarazioni dei redditi? E poi, con il ritardo accumulato nel mese scorso ora stiamo pagando lo scotto. Pensa che dobbiamo ancora depositare qualche bilancio dei ritardatari. Hanno anche pubblicato la proroga del 770, quindi qualche cliente vorrà approfittare per fare dei ravvedimenti; in alcuni casi c’è di mezzo il penale, sono cose con le quali non si scherza.

In agosto. Lei (donna normale, finalmente soddisfatta). Finalmente una meritata vacanza, il posto è anche carino e sembra ci sia una bella compagnia; mi sa proprio che ci divertiamo ed avremo anche il tempo di stare un po’ assieme. Lui (commercialista, aspetto fisico tipo zombie): non cominciamo con la compagnia e la bisboccia, proprio non ne ho voglia. Ho lavorato tutto l’anno come un matto e l’unica cosa che mi aspetto da questa vacanza è un po’ di tranquillità e tanto riposo. Già il fatto di parlarne mi dà fastidio, ora mi faccio una pennichella. Settembre è qui dietro l’angolo e mi devo presentare in gran forma, così non arriveremo sempre in extremis come è accaduto quest’anno. Vedrai che avremo il tempo di recuperare.

Lei (donna normale e non scema): sì ci credo proprio; a settembre riparte la giostra.

Che convenga cambiare lavoro per preservare la coppia?