29 Ottobre 2015

Concordato preventivo: sapete tradurlo in inglese?

di Stefano Maffei Scarica in PDF

La traduzione del concetto di concordato preventivo mette in luce il tipico errore di approccio di avvocati e commercialisti italiani che lavorano in inglese in materia fallimentare (bankruptcy law oppure, in alternativa, insolvency law).

L’errore di approccio è quello di cercare traduzioni esatte “parola per parola”. Nell’esempio del concordato preventivo, per esempio, potremmo cercare di tradurre il termine “concordato” e troveremmo sui dizionari definizioni quali compromise (tipico del contesto della negoziazione, in cui ciascuno fa reciproche concessioni alla controparte) oppure agreement (tipico invece della contrattualistica). Parimenti, potremmo cercare la traduzione dell’aggettivo preventivo e troveremmo soluzioni tipo preliminary (assai utile per definire le indagini preliminari nel contesto penale) oppure prior ovvero pre-arranged (perfette quando il concetto pregnante è quello di predisposto in anticipo) e molte altre.

Combinare queste traduzioni in maniera acritica, tuttavia, porta a vere e proprie traduzioni da incubo: nella mia esperienza sono incappato in concordati preventivi tradotti con prior compromises, preventive agreements, precautionary provisions e altri disastri. 

L’approccio corretto, al contrario, è quello di interrogarsi prima di tutto sulla natura del concetto da tradurre, qualunque esso sia, e nel modo più semplice per trasferire il concetto ad uno straniero. Occorre cioè chiedersi in questo caso: che cos’è effettivamente un concordato preventivo? Quali sono i suoi aspetti tipici? Basta un istante di riflessione per comprendere che il concordato preventivo altro non è che un accordo con i creditori, con cui spesso il debitore chiede di ricomporre una situazione di tensione, magari attraverso l’impegno a pagare una somma inferiore a quella dovuta, per evitare così il vero e proprio default.

Se così è, la traduzione giusta di concordato preventivo non può che essere composition with creditors o, se vogliamo essere ancora più precisi – a composition with creditors in order to avoid bankruptcy.

 

E’ dunque corretto affermare che across Europe, bankruptcy and liquidation can be avoided by agreeing a composition with creditors (in tutta Europa, procedure simili al concordato preventivo possono servire ad evitare il fallimento).

 

È possibile pre-iscriversi al viaggio studio a Philadelphia e New York City per vedere processi con giuria dal vivo, visitare studi legali e molto altro ancora (24 aprile – 4 maggio 2016): per farlo, visitate il sito www.eflit.it.