24 Febbraio 2022

Comunicare la cultura organizzativa 

di Luisa Capitanio – Imprenditrice, consulente di strategia e organizzazione per PMI Scarica in PDF

La comunicazione interna ad ogni organizzazione è essenziale per il coordinamento. Serve a trasferire informazioni, impartire disposizioni, aggiornare ed aggiornarsi.

La comunicazione esterna è fondamentale per l’azienda che vuole raccontarsi, promuovere il brand, farsi conoscere.

Le organizzazioni pongono la massima attenzione nella comunicazione quando è declinazione del marketing. È facile che diventi approssimazione quando, invece, si tratta di gestire le relazioni nel quotidiano.

Per fare degli esempi, appartengono alla categoria della comunicazione interna:

  • comunicazioni di servizio;
  • riunioni interne;
  • gestione dei conflitti;
  • rapporti sindacali.

E alla categoria della comunicazione esterna:

  • l’identità di marca, cioè come ci si pone rispetto al proprio target;
  • comunicazione con il mercato, passando attraverso l’ufficio stampa, le PR, gli eventi ma anche il posizionamento sul mercato (scelta dei clienti di riferimento, promozione e così via).

Elenchi sicuramente incompleti, ai quali è importante aggiungere però un elemento che raramente viene percepito per la sua rilevanza: la cultura organizzativa, patrimonio intangibile ma potentissimo per ciascuna organizzazione.

Quando si manifesta la cultura organizzativa?

  • Pensa a come vengono gestiti gli errori: stigmatizzati? Accolti come spunti per il miglioramento?
  • Pensa ai comportamenti agiti in azienda: c’è ordine, pulizia, decoro? 
  • Pensa all’inclusività: c’è accoglienza, valorizzazione della diversità?
  • E la crisi come viene comunicata? Viene condivisa oppure si tende a ignorarla e nasconderla?

La comunicazione delle organizzazioni si intende oramai integrata. L’impresa è essa stessa comunicazione in tutto ciò che fa.


La comunicazione integrata si trova nei comportamenti, nel quotidiano,

nelle relazioni con il personale, nella interazione con clienti e fornitori.

Sta nell’adozione di un lessico comune a tutti,

nei tempi di risposta, nel riconoscimento del grande,

identico valore di tutti gli stakeholder.


Definisci i tempi e i modi di una comunicazione puntuale, semplice e diretta.

Adottare alcune regole di base per avere un tono di voce e un comportamento coerenti con i valori della tua organizzazione, ti aiuterà a costruire e consolidare la tua cultura organizzativa.

LeROSA Luisa Capitanio