14 Ottobre 2020

Compenso amministratore in ambito internazionale

di EVOLUTION Scarica in PDF

Un contribuente fiscalmente residente in Italia percepisce dei compensi quale amministratore da una società Polacca di cui detiene una quota partecipativa.

Sul compenso amministratore viene applicata, secondo la normativa interna polacca, una ritenuta in uscita del 20%. Come deve essere dichiarato tale reddito in Italia? è possibile scomputare la ritenuta subita all’estero del 20%? Va compilato il quadro RW in relazione al compenso?


Si ricorda come un soggetto che risulta fiscalmente residente in Italia, risulterà tassato nel nostro Paese per i redditi ovunque prodotti (articolo 3 Tuir), salvo previsioni più favorevoli previste dalle Convenzioni contro le doppie imposizioni.

Il reddito che un soggetto fiscalmente residente in Italia consegue per un incarico di amministratore per una società estera, infatti, sarà sicuramente incluso nella base imponibile italiana, in quanto opera la tassazione su base mondiale.

Tuttavia, su tale compenso sarà riconosciuto un credito a fronte di eventuali imposte pagate all’estero che, nel caso di specie, sono operate con una ritenuta alla fonte del 20%.

CONTINUA A LEGGERE SU EVOLUTION