VIAGGI E TEMPO LIBERO

Sospesi nella valle dei calanchi

“Ebbene ti confiderò, prima di lasciarti, che io vorrei essere scrittore di musica, vivere con degli strumenti dentro la torre di Viterbo che non riesco a comprare, nel paesaggio più bello del mondo, dove I’Ariosto sarebbe impazzito di gioia nel vedersi ricreato con tanta innocenza di querce, colli, acque e botri, e di comporre musica…

Continua a leggere...

Nei dintorni del Canale Mussolini

La primavera ormai è prepotentemente arrivata e ovunque ci si guardi intorno si vedono alberi in fiore. La speranza è che non subentri un drastico abbassamento delle temperature a discapito dei raccolti di frutti che da maggio in poi allieteranno i nostri palati. Quale occasione migliore per iniziare a fare delle gite in campagna alla…

Continua a leggere...

Questa volta 2+2 fa quattro

George Orwell diceva che “La libertà è poter affermare che due più due fa quattro. Se ciò è garantito, tutto il resto segue”. Mai parole furono più veritiere. Quello che vi sto per raccontare è la storia di un amore per quello che si fa, di passione e forse anche di un po’ di follia….

Continua a leggere...

E le Ceneri sono arrivate

La scorsa settimana parlavamo di Carnevale e di gnocchi e già siamo proiettati verso la chiusura dei bilanci e l’inizio della campagna dichiarativa. Eh sì, perché due giorni fa era il Mercoledì delle Ceneri, il mercoledì precedente la prima domenica di Quaresima che introduce al periodo penitenziale in vista della Pasqua cristiana e del lunedì…

Continua a leggere...

San Zen che ride … anche a Carnevale

Carnevale forse è il periodo festivo che passa più velocemente, molto probabilmente perché è anche quello meno sentito dalla maggior parte delle persone, ma mai fare di tutta l’erba un fascio. Infatti, c’è chi si diverte e non aspetta che l’arrivo del Carnevale. Oggi andiamo al Bacanal del Gnoco, il Carnevale più antico d’Europa ancora…

Continua a leggere...

Tra merletti e carampane

Tempo di Carnevale, frittelle, chiacchere, galani. Carnevale vuol dire feste e soprattutto la Venezia dell’Hayez, del Canaletto, con il suo incanto fatto di calli, piazzette sconosciute. Il tutto circondato dai canali. Insomma, al di fuori della quotidianità turistica che porta “obbligatoriamente” in piazza San Marco, a ponte Rialto e quant’altro, Venezia può concedere spazi insoliti…

Continua a leggere...

Siamo tutti un po’ Pinocchio

La generazione degli anni ’70, cresciuta a Furia, Goldrake e sognando le gemelle Polaskey, alla domanda “Chi è la fata Turchina?” probabilmente risponderebbe compatta: Gina Lollobrigida, gloria italica al pari della “ciociara” Sofia Loren, e protagonista dello sceneggiato televisivo “Le avventure di Pinocchio” diretto dal maestro Luigi Comencini. Ma perché parliamo di fata Turchina, di…

Continua a leggere...

Roma caput mundi

  Prima di Natale, andando in libreria mi imbattei in un libro la cui copertina mi incuriosì molto. Infatti, la fotografia riprodotta in copertina mi fece associare il libro a quello che ormai è già diventato un cult della televisione del nuovo millennio: quel Romanzo criminale nato dalla splendida penna del giudice De Cataldo e…

Continua a leggere...

Vi presento sua maestà l’Amarone 2010

Il 25 gennaio 2014 nella splendida ex caserma austriaca che si affaccia sulla Bra, il vecchio salotto di Verona su cui si affaccia il lirico anfiteatro di origine romana, è stato presentato al mondo la prima annata di Amarone che può fregiarsi della Docg. L’occasione sarebbe propizia per fare una passeggiata in quella che è…

Continua a leggere...

I lupi dell’Irpinia

  Purtroppo, non per merito suo, l’Irpinia nella mente dei più vuol dire terremoto del 1980, ma soprattutto gli sprechi economici che ne sono derivati e che tutt’ora paghiamo. Infatti, le tristemente note accise sulla benzina, introdotte nel lontano 1935 dal duce Benito Mussolini per finanziare la guerra di conquista dell’Abissinia e il ritorno dell’Impero…

Continua a leggere...