REDDITO IMPRESA E IRAP

Omaggi ai “testimonials” di prodotti di alta moda fra rappresentanza e pubblicità

Si sa che, anche dopo l’intervento del Decreto attuativo del 19 novembre 2008, non è sempre agevole distinguere il labile confine fra spese di rappresentanza e spese commerciali (promozionali e pubblicitarie). Un caso particolare riguarda le imprese che operano nel mercato dell’alta moda le quali sono solite avvalersi di forme di comunicazione pubblicitaria molto particolari,…

Continua a leggere...

Compensi agli amministratori entro il 12 gennaio: attenzione ai pagamenti e alla delibera

Una delle verifiche che le società devono porre in essere all’inizio del periodo d’imposta è il pagamento del compenso 2013 spettante agli amministratori: come ben noto, infatti, l’art. 95 c. 5 TUIR ne consente la deducibilità nel periodo d’imposta solo se, oltre che essere di competenza, esso viene anche pagato in tale anno. Di seguito…

Continua a leggere...

Transfer price: l’impatto del nolo mare sull’attività svolta da una azienda di servizio (MTO)

Partendo dal principio che la disciplina sul transfer price è applicabile ad operazioni svolte da imprese italiane con società estere le quali: controllano, direttamente o indirettamente, l’impresa italiana; sono controllate dall’impresa italiana; sono controllate dalla stessa società che ha il controllo sull’impresa italiana, procediamo nel valutare l’applicazione della disciplina del “transfer price”, come prevista dall’art….

Continua a leggere...

La Legge di Stabilità 2014 allarga all’Irap i rilievi sul Transfer pricing

La Legge di Stabilità 2014 ha molti tratti di similitudine con le vecchie Leggi Finanziarie al cui interno si era soliti collocare norme di ogni tipo, accumunate da un unico denominatore: il gettito. Ed è questa la principale ragione che giustifica l’inserimento nella Legge di Stabilità 2014 della disposizione contenuta ai commi 281 – 284…

Continua a leggere...

La circolare Assonime sulle cambiali finanziarie

Assonime, con la circolare n.39 del 16 dicembre 2013 analizza le novità introdotte con i decreti legge n.83/2012 e n.179/2012 in tema di emissione di cambiali finanziarie e obbligazioni. L’intervento del Legislatore ha il preciso scopo di incentivare l’utilizzo di canali alternativi per il reperimento dei capitali, in sostituzione di quello bancario. Nel presente intervento…

Continua a leggere...

La risoluzione n.98/E sul trattamento fiscale della svalutazione di immobilizzazioni materiali

Dopo la circolare n. 26/E/2012, che aveva già trattato il tema del trattamento da riservare da un punto di vista fiscale alla svalutazione delle immobilizzazioni materiali, l’Agenzia ritorna ad affrontare questa tematica con la risoluzione n. 98/E del 19 dicembre 2013. La circolare n.26/E/2012 aveva precisato come l’impresa che ha effettuato una svalutazione civilistica può…

Continua a leggere...

Acconti con metodo previsionale con incremento al 102,5%

La circolare Assonime n. 36 del 2013 dà modo di riflettere sul tema degli acconti, in particolare su quello delle società di capitali (diverse da enti bancari e creditizi che invece mostrano un incremento ben maggiore sino al 130%) che passa dal 100% al 102,5%, incremento necessario per finanziare le esenzioni IMU (sia del saldo…

Continua a leggere...

La risoluzione 87/E sull’accertamento dei costi non di competenza

Con la risoluzione n. 87/E del 28 novembre 2013 l’Agenzia torna sul tema del recupero del costo dedotto in violazione del principio di competenza. La questione era stata già affrontata con la precedente circolare n. 23/E del 2010: il documento di prassi in questione, per evitare che dalla ripresa del costo reso deducibile in un…

Continua a leggere...

L’abuso della sottocapitalizzazione può configurare elusione nei rapporti infragruppo?

La sentenza della Corte di Cassazione n. 26489/2013 del 26 novembre 2013 ha ritenuto passibile di elusione fiscale il comportamento della società italiana che, nell’ambito di un rapporto di conto corrente di corrispondenza acceso con la propria controllante estera, sosteneva e quindi deduceva fiscalmente gli interessi passivi maturati a seguito di pagamenti di propri debiti…

Continua a leggere...

Transfer pricing: a rischi inferiori è legittimo che corrispondano anche margini inferiori

La sentenza n. 92 del 1 luglio 2013 della Commissione Tributaria di I° Grado di Bolzano ha giudicato illegittimo l’avviso di accertamento emesso nei confronti di una società italiana in relazione alle cessioni di beni effettuate verso società controllate commerciali estere ad un prezzo inferiore rispetto a quello praticato a concessionari indipendenti, in quanto è…

Continua a leggere...