FISCO E PATRIMONIO

Costi occulti: gli elementi certi e precisi sono sempre da valutare

La sentenza della Cassazione, terza sezione penale, n. 1092, cronologico 37131/13, depositata in Cancelleria il 10 settembre 2013, apporta un notevole contributo alla delicata tematica del riconoscimento dei costi occulti in sede di controllo fiscale. Il problema è estremamente sentito, soprattutto nel caso di indagini finanziarie, posto che la presunzione secondo cui anche i prelevamenti…

Continua a leggere...

L’omessa dichiarazione non fa perdere il credito Iva

  Una questione che si ripete spesso e mal volentieri. Questo potrebbe essere l’assunto di ciò che determina l’omessa presentazione della dichiarazione Iva e l’utilizzo in compensazione dell’eventuale credito annuale. Su tale problematica l’Agenzia delle Entrate, nel corso degli anni, ha mutato opinione in più di un’occasione (sul punto si vedano la Risoluzione n. 74/E/2007 e le Circolari n. 34/E/2012 e n. 21/E/2013),…

Continua a leggere...

Finanziamenti infruttiferi banditi dal transfer price

La recentissima sentenza della Corte di Cassazione (sentenza n. 22010 del 25 settembre 2013) analizza lo spinoso tema del transfer pricing in presenza di finanziamenti infragruppo. Il caso analizzato dalla Corte è il seguente: l’Agenzia delle Entrate emette un avviso di accertamento nei confronti della società SC S.p.a. e recupera a tassazione, ai fini IRES,…

Continua a leggere...

La Ppc dice addio alle agevolazioni

In un precedente intervento abbiamo analizzato l’impatto delle modifiche apportate all’articolo 1, comma 1 della Tariffa, Parte prima, allegata al D.P.R. n. 131/1986 (TUR), per effetto delle quali, a decorrere dal 1° gennaio 2014, le compravendite immobiliari, e quindi anche quelle aventi a oggetto terreni agricoli, sconteranno l’imposta di registro al 9%, in ragione della…

Continua a leggere...

La detrazione IVA per il promotore finanziario: ora si può

Dal 1° gennaio 2013 i servizi di gestione dei portafogli individuali e le relative provvigioni di intermediazione non sono più esenti ai fini Iva. Questo è quanto emerge dalla sentenza del 19 luglio 2012, causa C-44/11, emessa dalla Corte di Giustizia europea. Nello specifico la Corte europea, nel contenzioso che ha visto coinvolta la Deutsche…

Continua a leggere...

Indeducibilità costi al nodo convenzionale

In vista dell’approssimarsi della scadenza di invio del modello Unico, oltre al tema caldo del Modulo RW non va trascurato nemmeno quello relativo alla segnalazione dei costi black list nei quadri del reddito di impresa. Uno spunto interessante sul tema, da valutare in sede contenziosa, attiene all’incompatibilità della disciplina in oggetto in relazione ad operazioni…

Continua a leggere...

La correzione degli errori in bilancio secondo la Circolare 31/E

Con la circolare n. 31/E, uscita nella serata di ieri, l’Agenzia affronta il tema degli effetti fiscali della correzione degli errori in bilancio. La questione è, come si sa, delicata, atteso il fatto che l’Amministrazione (ma lo stesso discorso vale anche per la giurisprudenza) ha spesso assunto posizioni molto rigide, ergendosi a custode “ortodossa” del…

Continua a leggere...

Gli ultimi controlli sul Modello Unico 2013 prima dell’invio

Ormai siamo prossimi al traguardo del 30 settembre per l’invio dei modelli dichiarativi relativi all’anno d’imposta 2012, i cui quadri, dedicati alla determinazione del reddito imponibile e delle rispettive imposte, sono stati oggetto di plurimi controlli a discapito di aspetti, informazioni e dati che devono essere indicati in dichiarazione e per i quali il tempo…

Continua a leggere...

Opponibilità del fondo patrimoniale all’esecuzione per debiti tributari

  Con la sentenza n. 64/29/13 del 09/04/2013 la Commissione Tributaria Regionale di Firenze si pronuncia sull’opponibilità dell’iscrizione di beni in un fondo patrimoniale alla procedura di esecuzione iniziata dall’agente della riscossione per debiti tributari. Nella vicenda in esame, la Gerit S.p.a., agente della riscossione per la provincia di Grosseto, aveva notificato in data 21.04.2009…

Continua a leggere...

Pagano l’Irap i tassisti soci di cooperativa

Con la sentenza della Cassazione n. 21326/13, depositata in Cancelleria lo scorso 18 settembre, la saga (infinita) della verifica dell’autonoma organizzazione ai fini della debenza dell’Irap si arricchisce di un nuovo capitolo. La categoria interessata è, nel caso di specie, quella dei tassisti. In passato la Suprema Corte, si veda la sentenza 20454/11 del 6…

Continua a leggere...