FISCO E PATRIMONIO

R.M. 76/E/2013: deducibile dal risultato maturato della gestione l’imposta di bollo sui rendiconti

L’Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 76/E del 6 novembre ha offerto gli opportuni chiarimenti in merito alla deducibilità o meno dell’imposta di bollo, di cui all’articolo 13, commi da 2 a 2-ter della Tariffa, parte prima, allegata al D.P.R. n. 642/1972, dovuta sui rendiconti relativi alle gestioni, per le quali è stata esercitata…

Continua a leggere...

Il contratto di gestione fiduciaria nel nuovo codice civile ungherese

Il 15 marzo 2014 entrerà in vigore il nuovo Codice Civile ungherese, destinato a rinnovare profondamente il diritto privato dello stato magiaro. Il nuovo codice civile ungherese infatti, approvato con legge V. del 2013, sostituisce l’attuale e più volte emendato codice del 1959, portando così a termine una lunga attività legislativa iniziata già nel 1998…

Continua a leggere...

La R.M. 75/E spiega la base imponibile Ivie sugli immobili esteri

Con la risoluzione 75/E di ieri, l’Agenzia delle entrate ha indicato le corrette regole di quantificazione del valore degli immobili esteri ai fini del pagamento dell’IVIE; in particolare, si è analizzata la casistica del fabbricato ubicato nel Regno Unito e detenuto in forza del diritto di “leasehold”. In particolare, la casistica rappresentata nell’interpello atteneva il…

Continua a leggere...

Errati versamenti: applicabili anche ai diritti camerali i principi sanciti dalla C.M. 27/E/2013

  Con la recente nota n.172574 del 22 ottobre 2013 il Ministero dello Sviluppo Economico ha fornito indicazioni circa l’applicabilità, al versamento del diritto camerale annuale, delle precisazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 27/E del 2 agosto 2013 in tema di carenti versamenti. La nota evidenzia come a seguito dell’emanazione del D.M….

Continua a leggere...

Spesometro: come indicare le note di variazione?

  Con il provvedimento prot. 2013/128483 di ieri, l’Agenzia ha escluso dallo spesometro, per gli anni 2012 e 2013, lo Stato, le regioni, le province, i comuni e gli altri organismi di diritto pubblico (dal 2014 saranno invece tenuti all’adempimento, dovendo documentare le operazioni rilevanti ai fini IVA non documentate da fattura elettronica). Per tutti…

Continua a leggere...

Con la circolare 32/E arrivano le indicazioni dell’Agenzia sull’aumento dell’aliquota IVA (ma è passato un mese!)

Con la circolare n. 32/E del 5 novembre, l’Agenzia delle entrate fornisce le proprie indicazioni circa le modalità di gestione dell’incremento dell’aliquota IVA ordinaria dal 21% al 22%, che ha avuto effetto con decorrenza dallo scorso 1° ottobre. Con tutta la benevolenza e comprensione che si può riservare all’Agenzia, appare obiettivamente piuttosto sconfortante che, a…

Continua a leggere...

Cedere cubatura è come cedere un terreno edificabile

L’Associazione Dottori Commercialisti di Milano, con la norma di comportamento n. 189, è intervenuta in merito al corretto trattamento da riservare alla cessione di volumetria, contratto tipizzato dal Legislatore con il D.L. n. 70/2011, giungendo a conclusioni pienamente condivisibili. Con l’art. 5, comma 1, lettera c) del decreto,il legislatore ha previsto, al fine di liberalizzare…

Continua a leggere...

Il termine di prescrizione in caso di emissione di fatture false e di sovrafatturazione

La Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione, con sentenza n. 40600/2013 (depositata il 1/10/13) ha statuito che la prescrizione del reato di emissione di fatture per operazioni inesistenti inizia a decorrere dall’ultimo episodio incriminabile e non già da ciascun singolo episodio. La Suprema Corte ha accolto il ricorso di un imprenditore che era stato…

Continua a leggere...

Spesometro: cortocircuito sull’indicazione delle operazioni con soggetti non residenti

  A corroborare la nostra posizione già espressa circa la necessità di disporre una proroga dello spesometro (si veda Spesometro: settimana cruciale in Euroconference news del 4/11/13), vale la pena di osservare alcune anomalie nella compilazione della comunicazione che rendono, di fatto, praticamente impossibile procedere ad una tranquilla e certa compilazione. Uno degli aspetti più…

Continua a leggere...

Trust e agevolazione prima casa

Analizziamo l’ipotesi di disposizione in Trust di un immobile per il quale l’acquirente abbia usufruito dei benefici prima casa. Si ricorda, preliminarmente, come: possano usufruire dell’agevolazione in esame esclusivamente le persone fisiche; la norma1stabilisce che l’acquirente decade dai benefici fiscali usufruiti in sede di acquisto dell’immobile se trasferisce, con atto a titolo oneroso o gratuito,…

Continua a leggere...