FISCO E PATRIMONIO

Beneficiario italiano di trust esteri: il regime impositivo legale, di prassi e nelle visioni distorte degli interpreti

Come si tassano i frutti di un trust non residente in capo ad un beneficiario fiscalmente residente in Italia? La domanda appare tutt’altro che scontata essendosi susseguite nel tempo diverse interpretazioni da parte degli interpreti e dell’Agenzia delle Entrate. Il punto 4.1. della C.M. n.48/2007 evidenzia che il trust non residente, che è soggetto passivo…

Continua a leggere...

Varato il nuovo Isee

Con DPCM del 3 dicembre è stato finalmente varato il nuovo Isee (Indicatore della situazione economica equivalente), definito ai sensi dell’articolo 2 come lo strumento di valutazione, attraverso criteri unificati, della situazione economica dei cittadini che richiedono prestazioni sociali agevolate. Ai fini dell’effettiva operatività del nuovo strumento si rendono, tuttavia, ancora necessari ulteriori passaggi oltre,…

Continua a leggere...

Acconti con metodo previsionale con incremento al 102,5%

La circolare Assonime n. 36 del 2013 dà modo di riflettere sul tema degli acconti, in particolare su quello delle società di capitali (diverse da enti bancari e creditizi che invece mostrano un incremento ben maggiore sino al 130%) che passa dal 100% al 102,5%, incremento necessario per finanziare le esenzioni IMU (sia del saldo…

Continua a leggere...

L’applicabilità delle agevolazioni fiscali alle associazioni sportive dilettantistiche

L’art. 90 della legge 289/02 contiene, nei suoi 26 commi, l’unico articolato recante disposizioni per l’attività sportiva dilettantistica. In particolare, ai commi 17 e 18, sono indicate le caratteristiche costitutive obbligatorie perché un ente su base associativa o societaria possa essere considerato, rispettivamente, associazione o società sportiva dilettantistica. In tale ambito il comma 18 introduce…

Continua a leggere...

Gli omaggi natalizi: trattamento dei beni oggetto dell’attività

Nel contributo fornito ieri ci siamo occupati degli omaggi natalizi relativi ai beni non costituenti oggetto dell’attività d’impresa o professionale; oggi ci occupiamo degli omaggi di beni oggetto dell’attività. E’ opportuno innanzitutto precisare che il DM 19.11.2008, che definisce le spese di rappresentanza, non opera alcuna distinzione tra le due categorie di beni, con la…

Continua a leggere...

Non basta la volontà delle parti per configurare come ramo d’azienda l’oggetto della cessione

Con la sentenza n. 10740 del 8 maggio 2013 la Cassazione ha trattato dell’ennesimo caso di riqualificazione ai fini della imposizione Iva / imposta di registro di una cessione che le parti contraenti avevano ritenuto configurare trasferimento di un ramo di azienda. In particolare, la Cassazione ha affermato che ai fini della qualificazione come cessione…

Continua a leggere...

Gli omaggi natalizi: il trattamento dei beni non oggetto dell’attività

Con l’avvicinarsi delle feste natalizie, il tema degli omaggi a clienti e dipendenti torna a farsi sentire, trattandosi di prassi consolidata tra gli operatori economici . Il trattamento degli omaggi, ai fini delle imposte indirette e dirette, si differenzia a seconda che i beni omaggiati siano o meno oggetto dell’attività esercitata dall’operatore, e a seconda…

Continua a leggere...

La rete di impresa quale sviluppo del comparto agricolo

Già in un precedente intervento ci siamo occupati delle reti di impresa, forma aggregativa con cui “più imprenditori perseguono lo scopo di accrescere, individualmente e collettivamente, la propria capacità innovativa e la propria competitività sul mercato e a tal fine si obbligano, sulla base di un programma comune di rete, a collaborare in forme e…

Continua a leggere...

La tassazione dell’atto costitutivo del Trust

Secondo la Sentenza 24.6.2013, n. 89 della Commissione Tributaria di I grado del Trentino-Alto Adige, Sez. I di Bolzano, l’imposta sulle successioni e donazioni reintrodotta con il D.L. n. 262/2006, si applica anche alla costituzione di vincoli di destinazione, tra i quali va annoverato anche il trust, con la conseguenza che l’atto di conferimento in…

Continua a leggere...

Stop dell’UE alla doppia “non imposizione”

La Commissione europea è al lavoro per contrastare fenomeni evasivi realizzati su scala comunitaria da imprese transfrontaliere, che realizzano indebiti risparmi di imposta sfruttando le asimmetrie presenti tra i diversi ordinamenti fiscali nazionali. Sotto il mirino della Commissione, in particolare, sono i finanziamento “ibridi” che si atteggiano per alcuni aspetti come strumenti di debito, ma…

Continua a leggere...