FISCO E PATRIMONIO

Ravvedimento ritenute 2013: dead line al 19 settembre

Ultima chance per definire gli omessi versamenti delle ritenute 2013: il 19 settembre scade il termine per la presentazione del modello 770 con il quale i sostituti d’imposta devono comunicare all’Amministrazione Finanziaria l’ammontare delle ritenute operate nel corso del 2013 in relazione a ciascun singolo percettore. La scadenza a regime per tale modello è prevista…

Continua a leggere...

Lo “Sblocca Italia” amplia il recupero del patrimonio edilizio detraibile

Con gli articoli 17 e seguenti del D.L. n.133/14 (c.d. “ Sblocca Italia”) il Legislatore nazionale, nel tentativo di semplificare gli adempimenti previsti per tale settore e ridurre gli oneri a carico dei cittadini e delle imprese, ha introdotto importanti novità in materia edilizia. Una delle modifiche di maggiore impatto normativo per il settore delle…

Continua a leggere...

La tassazione dei bonus erogati al personale all’estero

Un caso molto “spinoso” che puntualmente si ripropone nella gestione del personale espatriato, è la tassazione delle somme, come per esempio i bonus, erogate in costanza di assegnazione all’estero in regime di “retribuzioni convenzionali” di cui all’art. 51, co. 8-bis, Tuir, ma riferibili (del tutto o in parte) ad un periodo di lavoro svolto in…

Continua a leggere...

Distribuzione di prodotti editoriali all’estero a favore dell’editore italiano

Riguardo alle operazioni con l’estero di prodotti editoriali, è prassi stipulare contratti di distribuzione con soggetti non residenti ai quali viene affidato l’incarico di curare la distribuzione dei prodotti editoriali dell’esportatore nazionale in veste di acquirenti-rivenditori. Si ipotizzi che il distributore, stabilito in un Paese extra-UE, anziché versare all’editore italiano uno specifico corrispettivo in denaro…

Continua a leggere...

Ritenute su interessi di mora corrisposti all’estero

A seguito di una recente contestazione mossa da parte dell’Agenzia delle Entrate in una verifica, ci si chiede se gli interessi di mora corrisposti all’estero debbano o meno essere assoggettati alle ritenute di cui all’art. 26, comma 5, del d.P.R. 600/73. Nel caso di specie si trattava di interessi di mora che una società estera…

Continua a leggere...

Senza imposte il trust auto dichiarato: un ulteriore intervento

Spunta ancora una sentenza di una commissione tributaria di primo grado che sostiene la non debenza dell’ imposta di donazione e delle imposte ipocatastali in misura proporzionale. Si tratta della Sentenza n. 1462 dell’11 febbraio 2014 (ud 7 ottobre 2013) della Commiss. Trib. Provinciale di Milano. Vediamo i fatti. A fronte dell’atto di trust stipulato…

Continua a leggere...

Trasformazione regressiva e riporto delle perdite fiscali

La trasformazione di società è regolata fiscalmente nell’art. 170 del Tuir, in cui si stabilisce in primo luogo che l’operazione è neutrale ai fini delle imposte sui redditi, con la conseguenza che il valore dei beni rimane quello esistente in capo alla società oggetto di trasformazione. D’altro canto, trattandosi di una mera modifica dello statuto…

Continua a leggere...

Trattamento Iva delle fidelity card e dei buoni spesa

In sede di conversione del “decreto competitività 2014” (D.L. 91/2014) il legislatore è intervenuto per modificare l’art. 6 del regolamento sui concorsi e sulle operazioni a premio (D.P.R. 430/2001). A seguito della modifica, valida dal 21 agosto 2014, risultano ora escluse dal suddetto regolamento (in quanto da non considerarsi concorsi e operazioni a premio), anche…

Continua a leggere...

Non sono sufficienti generici rilievi di fatto per disconoscere la natura associativa di una asd

Il semplice richiamo alle risultanze dei questionari sottoposti ai soci, la pratica di attività pubblicitaria e le generali manchevolezze nei lavori assembleari non sono elementi da soli sufficienti a contestare la violazione dei principi di democraticità e uguaglianza di una associazione e legittimare il disconoscimento della natura associativa di una asd. È questo uno dei…

Continua a leggere...

La procedura di gestione delle importazioni

  Ai fini doganali, l’importazione definitiva avviene attraverso: l’immissione in libera pratica, che è l’operazione doganale con la quale viene attribuita la posizione doganale di merce comunitaria ad una merce non comunitaria. A tal fine, è prevista una dichiarazione di vincolo al regime resa presso la dogana d’ingresso nell’Unione europea. Ai sensi dell’art. 79 del…

Continua a leggere...