FISCO E PATRIMONIO

Il secondo livello di deducibilità degli interessi passivi

In un precedente intervento, cui rinviamo per eventuali approfondimenti, abbiamo analizzato il cosiddetto primo livello di deducibilità degli interessi passivi dato dall’ammontare degli interessi attivi presenti generati dall’impresa. L’eventuale eccedenza non coperta può, comunque, essere dedotta nel limite del 30% del Rol (reddito operativo lordo) generato dall’impresa nel medesimo esercizio. Il Rol individuato dalla normativa…

Continua a leggere...

Il prezzo valore fa sorgere il diritto al rimborso

La risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 95/E di ieri ammette l’esercizio dell’opzione per il regime del prezzo valore anche per gli atti di trasferimento di immobili ad uso abitativo acquisiti in sede di espropriazione forzata o di pubblico incanto già registrati alla data del recente intervento della Corte Costituzionale sul tema. L’eventuale maggiore imposta di…

Continua a leggere...

Partecipazioni estere senza Ivafe

L’art. 9 della Legge Europea 2013 bis, approvata in via definitiva lo scorso 21 ottobre ma non ancora pubblicata, ha introdotto importanti modifiche al regime dell’IVAFE ossia alla patrimoniale sulle attività finanziarie detenute all’estero escludendo dall’ambito applicativo le partecipazioni estere e l’oro. L’IVAFE, introdotta dal D.L. n. 201 del 2011 e disciplinata in particolare dai…

Continua a leggere...

Dalla Legge di stabilità una riduzione IRAP “dimezzata” per gli enti non commerciali

Il dibattito in corso sul testo definitivo della Legge di stabilità per il 2015 per quanto riguarda le novità in materia di IRAP induce a qualche riflessione in relazione alle conseguenze delle novità sulla disciplina dell’imposta regionale applicabile agli enti non commerciali. Come si ricorderà, infatti, per gli enti non commerciali il D.Lgs. n. 446/1997…

Continua a leggere...

I limiti all’emendabilità della dichiarazione dei redditi

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 18757 del 5.9.2014 si è recentemente occupata del tema dei limiti all’ emendabilità della dichiarazione dei redditi che, non essendo un atto negoziale, è, in linea di massima, modificabile dal contribuente. Nella fattispecie in esame un contribuente aveva ricevuto una cartella di pagamento dopo avere erroneamente indicato…

Continua a leggere...

Artisti e sportivi con reddito sovranazionale

La nuova versione del commentario OCSE 2014 approfondisce al punto 9 dell’art. 17 la questione della tassazione dei compensi che persone dello spettacolo o sportivi percepiscono, ma non in relazione ad uno specifico evento, quanto piuttosto per attività di pubblicità o per lo sfruttamento in genere della loro immagine. L’art. 17 del Modello di Convenzione…

Continua a leggere...

Il primo livello di deducibilità degli interessi passivi

Il finanziamento delle attività di impresa attraverso il reperimento delle risorse finanziarie presso soggetti terzi ha sempre rappresentato per le imprese il canale prioritario, con indubbia creazione di cospicui interessi passivi. Negli ultimi tempi, vuoi a causa della contrazione, o per meglio dire della selezione, dell’offerta da parte degli istituti bancari e finanziari, vuoi a…

Continua a leggere...

Regime IVA del riaddebito del trasporto dei beni ceduti al cliente extra-UE

Nel commercio internazionale, è prassi utilizzare la clausola DAP (Delivered At Place of Destination / Reso al Luogo di Destinazione) – corrispondente alla clausola DDU (Delivered Duty Unpaid / Reso Non Sdoganato) della previgente edizione degli Incoterms – quando il venditore, nel rapporto con l’acquirente, si occupa del trasporto della merce, a suo rischio e…

Continua a leggere...

Veicoli aziendali in comodato fuori dall’obbligo di comunicazione

Clamoroso (e positivo) dietrofront del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in relazione all’ obbligo di comunicare all’Archivio Nazionale dei Veicoli i dati dell’ utilizzatore di veicoli aziendali concessi, in via temporanea e per un periodo superiore a trenta giorni, in comodato d’uso a soggetti diversi dall’intestatario della carta di circolazione.  L’obbligo, che diventerà operativo…

Continua a leggere...

In successione il valore contabile della partecipazione

L’Agenzia delle Entrate, con la recente Risoluzione n.91/E del 17 ottobre, al cui commento si rimanda, è tornata a occuparsi della tematica relativa alla possibilità di procedere alla rideterminazione del valore delle partecipazioni sociali e dei terreni che il Legislatore propone ormai con cadenza quasi annuale. Il tema specifico trattato è stato quello delle partecipazioni…

Continua a leggere...