IVA

Marcia indietro sul Vies: per effettuare le operazioni intracomunitarie è sufficiente la manifestazione di volontà

Lo schema di decreto legislativo sulle semplificazioni fiscali, approvato dal Consiglio dei Ministri il 20 giugno 2014, nel riformulare l’art. 35 del D.P.R. n. 633/1972, consente ai contribuenti di effettuare le operazioni intracomunitarie contestualmente alla richiesta dell’autorizzazione, senza quindi attendere il decorso dei 30 giorni necessari affinché si formi il silenzio-assenso dell’Amministrazione finanziaria. La modifica…

Continua a leggere...

Decreto semplificazioni: novità per i rimborsi Iva

Importanti novità sono in arrivo per i rimborsi Iva, in particolare per quanto riguarda l’obbligo di prestazione di garanzia, che sarà esclusa per i rimborsi di importo fino a euro 15.000. E’ quanto prevede l’art. 14 del decreto semplificazioni, in corso di approvazione, che riscrive per intero l’art. 38-bis del D.P.R. n. 633/72, prevedendo in…

Continua a leggere...

La circolare 18/E su fattura elettronica e problematiche in materia di obblighi di fatturazione

Con la circolare n. 18/E di ieri l’Agenzia fornisce nuovi chiarimenti, dopo quelli contenuti nella precedente circolare n. 12/E del 2013, in materia di utilizzo della fattura elettronica e nel contempo chiarisce alcuni aspetti relativi all’obbligo di fatturazione. Per quanto concerne le fatture elettroniche, il documento di prassi esordisce ricordano come la discriminante per distinguerle…

Continua a leggere...

Gli accordi di “call-off stock” e di “consignment stock” nella disciplina Iva degli altri paesi UE: riflessi per le imprese italiane

In sede contrattuale, le imprese che inviano beni all’estero devono fare particolare attenzione alla descrizione dell’operazione, in specie quando il passaggio della proprietà è differito al momento del prelievo della merce da parte del cliente. Secondo l’Amministrazione finanziaria, nella fattispecie esposta si applica la disciplina del “consignment stock” (R.M. 18 ottobre 1996, n. 235/E e…

Continua a leggere...

Aspetti Iva del distacco del personale

Nel corso degli ultimi anni, la giurisprudenza di legittimità si è occupata più volte del trattamento ai fini Iva del distacco di personale. In particolare, la sentenza della Corte di Cassazione del 7.11.2011, n. 23021, ha rimesso in discussione il trattamento Iva delle somme erogate a fronte di prestiti o distacchi del personale, stabilendo che…

Continua a leggere...

Impresa di costruzione ai fini Iva

La disciplina Iva delle cessioni di immobili (art. 10, n. 8-bis e 8-ter, del D.P.R. n. 633/72) contiene previsioni di favore per le imprese che hanno costruito o ristrutturato i beni oggetto di trasferimento, poiché a tali soggetti passivi è consentita l’applicazione dell’Iva a prescindere dal momento in cui gli immobili sono venduti rispetto alla…

Continua a leggere...

Resi di beni da e verso san marino: nota di credito o fattura per retrovendita?

Per le imprese che intrattengono rapporti commerciali con San Marino si pone il problema di come gestire i resi di beni (totali o parziali). Fino al 31 dicembre 1993, gli scambi tra Italia e San Marino erano disciplinati dal D.M. 29 dicembre 1972, le cui disposizioni risultavano integrate da quelle del D.M. 24 gennaio 1979,…

Continua a leggere...

Profili iva della fornitura di impianti e macchinari con installazione o montaggio all’estero

L’impresa che stipula contratti di fornitura di impianti e macchinari con installazione o montaggio all’estero si trova ad affrontare problematiche diverse da quelle dell’impresa che, in base ad un contratto d’appalto, realizza l’impianto o il macchinario direttamente all’estero utilizzando sia beni inviati dall’Italia, sia beni acquistati da altri fornitori non residenti. Nella prima ipotesi, oggetto…

Continua a leggere...

Ai fini Iva, il leasing traslativo è equiparabile alla cessione di beni?

Nella giurisprudenza nazionale si sta consolidando l’orientamento che, agli effetti dell’IVA, esclude l’equiparazione del leasing finanziario alla cessione, a meno che sia stata prevista la clausola di trasferimento della proprietà vincolante per entrambe le parti. Solo in questa ipotesi, infatti, l’operazione si qualifica come cessione di beni ai sensi dell’art. 2, comma 2, n. 2),…

Continua a leggere...

Triangolazioni all’esportazione con Iva se manca la vendita

Nelle triangolazioni nazionali con destinatario finale extracomunitario, l’art. 8, comma 1, lett. a), del D.P.R. n. 633/1972 considera non imponibile ai fini IVA non solo la cessione posta in essere dal soggetto intermedio (cd. “promotore della triangolazione”), ma anche la prima cessione, interna al territorio italiano. La finalità della detassazione di quest’ultima operazione è esplicitata…

Continua a leggere...