IVA

Il criterio del “valore normale” per le operazioni tra “soggetti collegati”

La Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 67 del 13.12.2007, nell’esaminare i riflessi sull’operato dell’Amministrazione finanziaria dei princìpi sanciti dalla Corte di giustizia nella sentenza Halifax (causa C-255/02 del 21 febbraio 2006), ha individuato – a titolo meramente esemplificativo – alcune possibili fattispecie di abuso in materia di IVA. Rispetto alle operazioni poste in essere tra…

Continua a leggere...

L’IVA sulla permuta intracomunitaria di beni

La permuta è definita dall’art. 1552 c.c. come “ il contratto che ha per oggetto il reciproco trasferimento della proprietà di cose, o di altri diritti, da un contraente all’altro”. Anche nell’ambito dei rapporti intracomunitari è possibile ricorrere allo schema negoziale della permuta quando le controparti, identificate ai fini IVA in Paesi UE diversi, intendono…

Continua a leggere...

Scatta la sanzione per la compensazione dell’Iva chiesta a rimborso

Sanzionato al 30 per cento l’utilizzo in compensazione dell’eccedenza di credito Iva infrannuale già richiesto a rimborso senza prima aver operato la rettifica della relativa istanza. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 99/E di ieri. L’art. 38-bis del d.P.R. n. 633/72 prevede che, in presenza di determinati requisiti, il contribuente può…

Continua a leggere...

Rimborso spese legali sostenute dalla parte soccombente: aspetti Iva

In base a quanto stabilito dall’art. 91 c.p.c., le spese del processo civile sono poste a carico della parte soccombente. Accade quindi che la parte vittoriosa ottenga il rimborso delle spese legali sostenute, oppure che l’avvocato venga, tramite provvedimento del giudice, liquidato direttamente dalla parte soccombente. In tal caso, è necessario individuare quale sia il…

Continua a leggere...

Esportazioni indirette non imponibili anche oltre 90 giorni

Con la Risoluzione n. 98 del 11/10/2014, l’Agenzia delle Entrate ha fornito i chiarimenti da più parti richiesti, in relazione all’interpretazione delle previsioni dell’art. 8, 1° comma, lett. b), del DPR 633/1972, che disciplina le esportazioni di beni con trasporto a cura del cessionario non residente (c.d. esportazione indiretta), alla luce della posizione assunta dalla…

Continua a leggere...

Sospensione dell’IVA all’importazione per i beni destinati al consumo in altro Paese UE

Nella prassi commerciale accade con una certa frequenza che le imprese intrattengano rapporti di fornitura con soggetti extra-UE, che non sono però disponibili a spedire la merce in tutto il territorio comunitario, ma solo in un determinato Paese UE. Si supponga che un fornitore americano, con magazzini centralizzati in America e in Cina, spedisca la…

Continua a leggere...

È legittima la detrazione dell’IVA sui veicoli concessi in uso promiscuo all’amministratore?

Con la risposta fornita in occasione di un recente interpello (il n.904-472/2014) la DRE Lombardia coglie l’occasione per pronunciarsi su un tema che finora non aveva ancora avuto il benché minimo commento da parte dell’amministrazione finanziaria: si tratta della misura della detrazione ai fini IVA applicabile ai costi relativi ai veicoli concessi in uso promiscuo…

Continua a leggere...

Il tetto massimo della compensazione annua

E’ stata diffusa in questi giorni una sentenza della CTR di Milano (n. 3047, sezione 30, del 10 giugno 2014) che torna sulla vicenda del tetto massimo delle compensazioni, su modello F24, che il contribuente può porre in essere nel corso di un anno solare. Come noto, l’articolo 34 della L. 388/2000 (come integrato, sia…

Continua a leggere...

Omaggi intra-UE di beni con IVA variabile

Il decreto legislativo sulle semplificazioni fiscali eleva a 50,00 euro il limite monetario, attualmente pari a 25,82 euro, per la detassazione, a valle e a monte, dei beni non rientranti nell’attività propria dell’impresa dati in omaggio. La novità si riflette anche sul trattamento IVA degli omaggi intra-UE. I beni ceduti a titolo gratuito con trasporto/spedizione…

Continua a leggere...

Regime IVA del riaddebito del trasporto dei beni ceduti al cliente extra-UE

Nel commercio internazionale, è prassi utilizzare la clausola DAP (Delivered At Place of Destination / Reso al Luogo di Destinazione) – corrispondente alla clausola DDU (Delivered Duty Unpaid / Reso Non Sdoganato) della previgente edizione degli Incoterms – quando il venditore, nel rapporto con l’acquirente, si occupa del trasporto della merce, a suo rischio e…

Continua a leggere...