IVA

Esterovestizione a rischio Iva

In un precedente intervento (“Non tutta l’esterovestizione vien per nuocere” di venerdì 21 febbraio 2014) abbiamo avuto modo di illustrare come l’accertamento da esterovestizione in ipotesi di società estere operative non presenti una portata particolarmente dirompente in materia di fiscalità diretta. Fino a un po’ di tempo fa, problematicità non si ponevano nemmeno in relazione…

Continua a leggere...

L’omesso reverse charge sulle operazioni interne preclude la detrazione

La Corte di Giustizia, con la sentenza relativa alla causa C-424/12 del 6 febbraio 2014, ha affermato che è indetraibile l’IVA che il destinatario del bene/servizio ha versato, in via di rivalsa, al cedente/prestatore per un’operazione che avrebbe dovuto essere assoggettata a reverse charge. La questione si è posta in riferimento ai lavori di costruzione…

Continua a leggere...

Dichiarazione IVA: prima dell’invio ultimo check alla collocazione delle operazioni non territoriali

Il 28 febbraio sarà per molti il termine entro il quale inviare le dichiarazioni IVA per l’anno 2013: infatti, se è vero che la scadenza naturale è il 30 settembre, l’invio entro il mese di febbraio consente di evitare la comunicazione annuale dati IVA, senza dimenticare che per i contribuenti che intendono utilizzare crediti superiori…

Continua a leggere...

Il magazzino in un paese UE

Spesso le esigenze dei clienti portano l’imprenditore a istituire un deposito merce in un paese estero al fine di soddisfare prontamente le richieste di acquisto dei prodotti. Il deposito può essere istituito in un paese UE o Extra-Ue. Nel presente intervento esaminiamo l’ipotesi del deposito in ambito UE. La questione, in ambito comunitario, è regolata…

Continua a leggere...

La forma societaria non garantisce il diritto alla detrazione Iva

I giudici del Supremo Consesso, con la sentenza n.3452 del 14 febbraio 2014, confermando l’orientamento dell’Amministrazione finanziaria, hanno chiarito che la mera forma societaria riconducibile ad una delle strutture indicate ex art. 4 del D.P.R. n. 633 del 1972, non garantisce automaticamente l’esercizio del diritto alla detrazione. Infatti, in considerazione del generale criterio della prevalenza…

Continua a leggere...

Disponibile il software intr@web per la gestione delle dichiarazioni intrastat per l’anno 2014

L’Agenzia delle Dogane, in collaborazione con EUROSTAT (Ufficio Statistico dell’Unione europea), ha reso disponibile, sul proprio sito Internet (www.agenziadogane.it), il software Intr@Web 2014 per la gestione degli elenchi riepilogativi degli scambi intracomunitari di beni e servizi. Si tratta di un’applicazione rivolta sia agli operatori economici che decidono di presentare direttamente i modelli INTRASTAT, sia ai…

Continua a leggere...

Risoluzione 23/E: lo “scambio punti” tra società partner non è soggetta ad imposta sostitutiva

L’Amministrazione finanziaria, in base all’orientamento ribadito, da ultimo, con la risoluzione n. 101 del 26 novembre 2012, aveva chiarito che i punti trasferiti da un concorso all’altro sono qualificabili come premi e che gli stessi sono esenti da IVA ai sensi dell’art. 10, comma 1, n. 4), del D.P.R. n. 633/1972, in quanto il corrispettivo…

Continua a leggere...

La risoluzione 21/E sulla liquidazione Iva di gruppo

La risoluzione 21/E, emanata ieri, affronta il tema del trattamento del credito Iva infrannuale e/o annuale chiesto a rimborso prima dell’adesione alla procedura Iva di gruppo e denegato successivamente da parte dell’Ufficio, per mancanza dei presupposti di cui all’art. 30 e/o art. 38-bis D.P.R. 633/1972. L’art. 73 ultimo comma D.P.R. 633/1972 e l’art. 3 del…

Continua a leggere...

Iva detraibile anche se la fattura è emessa da un soggetto diverso dal vero fornitore

La Corte di Giustizia, con la sentenza 13 febbraio 2014, causa C-18/13, ha affermato che la detrazione dell’IVA non può essere negata solo perché l’operazione è stata effettuata da un soggetto diverso da quello che ha emesso la fattura. L’indetraibilità, infatti, presuppone che l’operazione abbia natura fraudolenta e che il destinatario dei beni/servizi sapeva o…

Continua a leggere...

Nelle imprese in crisi la vendita sottocosto non è operazione antieconomica

Un filone accertativo abbastanza ricorrente è quello con cui l’Amministrazione Finanziaria contesta la liceità fiscale di operazioni economiche concluse da un’impresa realizzando una perdita oppure sostenendo spese comunque giudicate eccessive rispetto ai proventi a cui esse sono, o possono essere, correlate; si tratta di rilievi che hanno come comune denominatore la nozione di “antieconomicità”. Nella…

Continua a leggere...