IVA

Al via il “Mini One Stop Shop” (MOSS)

Accedendo all’area riservata agli utenti Entratel, tra i servizi appare una nuova funzione chiamata “Regime IVA mini One Stop Shop”, il c.d. MOSS relativo al nuovo servizio in materia di Iva che l’Amministrazione finanziaria lancerà definitivamente a partire dal 1° gennaio 2015. Il mini sportello unico permetterà ai soggetti passivi che prestano servizi di telecomunicazione,…

Continua a leggere...

Cessioni di beni previa lavorazione in altro Paese UE e rimborso IVA

La sentenza resa dalla Corte di giustizia nella causa C-446/13 del 2 ottobre 2014 (si veda “ Individuazione del luogo delle cessioni per i beni lavorati”, in ECNews del 14 ottobre 2014) ha messo in luce che, nelle cessioni di beni con lavorazione, il luogo in cui l’operazione si considera effettuata dipende dall’ oggetto del…

Continua a leggere...

Note di variazione per risoluzione del contratto

La facoltà di emettere note di variazione in diminuzione ai fini Iva, ai sensi dell’art.26 del d.P.R. n.633/72 , può essere esercitata senza alcun limite temporale, ovvero entro un anno dall’effettuazione dell’operazione principale, a seconda che discenda da una circostanza già prevista in sede contrattuale, ovvero da un evento sopravvenuto. Un caso interessante è certamente…

Continua a leggere...

Modifiche Iva per acquisto prima casa

Con l’ art. 33 del decreto semplificazioni, il cui varo definitivo è in dirittura d’arrivo, viene modificato il requisito di immobile “di lusso” per la preclusione dell’applicazione dell’aliquota ridotta del 4% ai fini Iva in caso di acquisto di “prima casa”. Si ricorda che, allo stato attuale, per la verifica del requisito “di lusso” è…

Continua a leggere...

Individuazione del luogo delle cessioni per i beni lavorati

Dalla sentenza resa dalla Corte di Giustizia nella causa C-446/13 del 2 ottobre 2014 si desume che la natura, intracomunitaria o interna, della cessione dipende, innanzitutto, dall’ oggetto dell’ordine d’acquisto del cessionario non residente, che può essere: il bene lavorato, oppure il bene da lavorare. Nella prima ipotesi ( cessione del bene lavorato), la cessione…

Continua a leggere...

Aspetti Iva del contratto di subfornitura

La L. n.192/98, contiene la disciplina del contratto di subfornitura, definito dall’art. 1 di tale legge come quell’accordo in base al quale “ un imprenditore si impegna ad effettuare per conto di una impresa committente lavorazioni su prodotti semilavorati o su materie prime forniti dalla committente medesima, o si impegna a fornire all’impresa prodotti o…

Continua a leggere...

La fornitura dell’impianto installato in altro Paese UE utilizzando beni acquistati in loco

L’impresa che stipula contratti di fornitura di impianti con installazione o montaggio all’estero si trova ad affrontare problematiche diverse, almeno in parte, da quelle dell’impresa che, in base ad un contratto d’appalto, realizza l’impianto direttamente all’estero utilizzando sia beni inviati dall’Italia, sia beni acquistati da altri fornitori non residenti. Si consideri il caso di un’impresa…

Continua a leggere...

Tempi moderni per il rimborso Iva

L’articolo 14 dello schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di semplificazioni fiscali riscrive completamente l’articolo 38-bis del d.P.R. n. 633/72 in tema di rimborsi dei crediti Iva. In particolare tale norma intende agevolare le procedure di rimborso a seguito della chiusura della procedura d’infrazione 2013/4080, aperta dall’Unione europea per contestare all’Italia i tempi…

Continua a leggere...

L’operazione di permuta ai fini Iva

In un periodo di difficoltà finanziarie come quello attuale, sempre più spesso si fa ricorso alla permuta, soprattutto nell’ambito immobiliare. E’ allora importante inquadrare la fattispecie sia dal punto di vista delle implicazioni civilistiche che di quelle fiscali. La permuta è il contratto che ha per oggetto il reciproco trasferimento della proprietà di cose o…

Continua a leggere...

Regime IVA delle cessioni all’estero di beni in temporanea importazione

In un precedente intervento (Cessioni interne di beni in regime di temporanea importazione con IVA) è stato osservato che l’art. 7-bis, comma 1, del D.P.R. n. 633/1972 considera territorialmente rilevanti in Italia le cessioni aventi per oggetto i beni vincolati al regime della temporanea importazione e che, ai sensi dell’art. 13, comma 2, lett. e),…

Continua a leggere...