IVA

Sul pro-rata nelle vendite con dilazione di pagamento

La mancanza di liquidità comporta sempre più spesso la richiesta da parte dei clienti di dilazionare su più anni il pagamento delle forniture di beni e servizi. A fronte di tale richiesta il fornitore è solito richiedere una maggiorazione sul prezzo normalmente applicato per la fornitura. Tale situazione ha dei riflessi anche in ambito IVA,…

Continua a leggere...

Variazione oltre l’anno con ristrutturazione debiti o piano attestato

  Nell’ambito del decreto semplificazioni, l’ art. 31 modifica il disposto dell’ art. 26 del D.P.R. 633/1972 concernente le variazioni dell’imponibile o dell’imposta. La norma individua i diversi casi in cui un’operazione, successivamente all’emissione della fattura, venga meno, anche soltanto parzialmente, ovvero se ne riduca l’ammontare imponibile, compresa la circostanza di mancato pagamento, non necessariamente…

Continua a leggere...

Effetti della mancata identificazione IVA nelle triangolazioni comunitarie

Nelle triangolazioni comunitarie accade sovente che intervenga un operatore extracomunitario, per esempio in veste di soggetto intermedio (cd. “promotore della triangolazione”). Si consideri il caso dell’impresa italiana che acquista da un fornitore extra-UE i beni provenienti da un altro Paese UE. In base alle indicazioni contenute nella C.M. 23 febbraio 1994, n. 13-VII-15-464 (§ B.16.3),…

Continua a leggere...

Novità per l’Iva sulla manutenzione e ristrutturazione di immobili

Il decreto sblocca Italia (D.L. n.133/14) ha in parte modificato i criteri di classificazione degli interventi edilizi riportati all’art. 3 del d.P.R. n. 380/2001 (Testo Unico dell’edilizia). Tali modifiche dovrebbero avere una diretta conseguenza anche sull’IVA da applicare per gli interventi di manutenzione straordinaria e di ristrutturazione. La novità principale riguarda la classificazione tra gli…

Continua a leggere...

L’emissione della fattura elettronica mette in crisi gli ERP aziendali

Dal 6 giugno 2014 l’obbligo di emissione della fattura elettronica nei confronti degli enti pubblici costituiti dai Ministeri, dalle Agenzie Fiscali e dagli Enti nazionali di previdenza ed assistenza sociale complica il sistema di fatturazione adottato in azienda. In base all’art.2, comma 4 del D.M. n.55/2013 la fattura elettronica si considera trasmessa per via elettronica…

Continua a leggere...

Le esportazioni congiunte di beni oggetto di lavorazione

Un caso tipico di esportazione congiunta è quello che vede coinvolto un soggetto extra-UE che acquista tessuti per confezionare abiti o poltrone e divani da un soggetto italiano, con ordine di inviare la merce al terzista, anch’esso italiano, che realizzerà il confezionamento richiesto. Le esportazioni congiunte beneficiano, ai fini IVA, del trattamento di non imponibilità…

Continua a leggere...

Al via il “Mini One Stop Shop” (MOSS)

Accedendo all’area riservata agli utenti Entratel, tra i servizi appare una nuova funzione chiamata “Regime IVA mini One Stop Shop”, il c.d. MOSS relativo al nuovo servizio in materia di Iva che l’Amministrazione finanziaria lancerà definitivamente a partire dal 1° gennaio 2015. Il mini sportello unico permetterà ai soggetti passivi che prestano servizi di telecomunicazione,…

Continua a leggere...

Cessioni di beni previa lavorazione in altro Paese UE e rimborso IVA

La sentenza resa dalla Corte di giustizia nella causa C-446/13 del 2 ottobre 2014 (si veda “ Individuazione del luogo delle cessioni per i beni lavorati”, in ECNews del 14 ottobre 2014) ha messo in luce che, nelle cessioni di beni con lavorazione, il luogo in cui l’operazione si considera effettuata dipende dall’ oggetto del…

Continua a leggere...

Note di variazione per risoluzione del contratto

La facoltà di emettere note di variazione in diminuzione ai fini Iva, ai sensi dell’art.26 del d.P.R. n.633/72 , può essere esercitata senza alcun limite temporale, ovvero entro un anno dall’effettuazione dell’operazione principale, a seconda che discenda da una circostanza già prevista in sede contrattuale, ovvero da un evento sopravvenuto. Un caso interessante è certamente…

Continua a leggere...

Modifiche Iva per acquisto prima casa

Con l’ art. 33 del decreto semplificazioni, il cui varo definitivo è in dirittura d’arrivo, viene modificato il requisito di immobile “di lusso” per la preclusione dell’applicazione dell’aliquota ridotta del 4% ai fini Iva in caso di acquisto di “prima casa”. Si ricorda che, allo stato attuale, per la verifica del requisito “di lusso” è…

Continua a leggere...