IMPOSTE INDIRETTE

La registrazione dei contratti di locazione: la forma e la tempistica

Il primo aspetto da ricordare quando si affrontano gli aspetti “operativi” dei contatti di locazione, può apparire banale, ma è rappresentato dalla forma. Su tale aspetto, si ricorda che, ai sensi dell’articolo 1 comma 4 della L. n. 431/1998, i contratti di locazione devono essere stipulati in forma scritta, a pena di nullità. Analogamente, l’articolo…

Continua a leggere...

Il principio di alternatività Iva-registro nei contratti di locazione

La corretta tassazione indiretta dei contratti di locazione transita necessariamente attraverso un’analisi del tante volte dimenticato principio di alternatività Iva-registro, di cui all’articolo 40 D.P.R. n. 131/1986, come risultante in seguito agli interventi normativi operati dal D.L.  n. 223/2006 (conv. L. n. 248/2006), dalla L. n. 296/2006 e, da ultimo, dal D.L. n. 83/2012. Come…

Continua a leggere...

Ivafe non più dovuta per le attività finanziarie

A decorrere dal 2014, l’aliquota di imposta da applicare sul valore dei prodotti finanziari è pari allo 0,2% (per il 2012 si applicava l’aliquota dello 0,1% e per il 2013 lo 0,15%): il valore dei prodotti finanziari è costituito dal valore di mercato, rilevato al termine di ciascun anno solare nel luogo in cui essi…

Continua a leggere...

Il riacquisto gratuito di altro immobile salva il beneficio prima casa

La perdita del beneficio “prima casa” non opera qualora il contribuente, entro un anno dall’alienazione effettuata prima del decorso del quinquennio, proceda all’acquisto ancorché gratuito di un altro immobile da adibire a propria abitazione principale. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 49/E di ieri conformandosi ai principi affermati più volte di…

Continua a leggere...

Le sanzioni per la tardiva registrazione degli atti e delle denunce

In materia di imposta di registro, continuano ad emergere incertezze interpretative (e difficoltà operative) in ordine all’applicazione delle sanzioni per la tardiva presentazione della richiesta di registrazione degli atti o delle denunce di eventi successivi alla registrazione comportanti un’ulteriore liquidazione dell’imposta. Le incertezze emergono in quanto, in seguito alla entrata in vigore della disciplina generale…

Continua a leggere...

Trasferimento agevolabile anche se avviene prima della convenzione

Imposta di registro all’1 per cento e imposte ipotecaria e catastali in misura fissa per i trasferimenti di immobili ricompresi in aree soggette a piani di lottizzazione a iniziativa privata, anche se avvenuti prima della stipula della convenzione di lottizzazione. Cambia così rotta l’Agenzia con la Risoluzione n. 41/E del 23 aprile 2015, che recepisce…

Continua a leggere...

Circolare 16/E – ecco la guida per le novità sul bollo virtuale

La disciplina dell’imposta di bollo su atti, documenti e registri, nata con il D.P.R. n. 642/1972, è stata nel tempo oggetto di periodiche modifiche ed aggiornamenti, per adeguarne la riscossione alle sempre nuove tipologie di atti nascenti e per semplificarla ed adattarla alle esigenze di semplificazione ed automatizzazione di contribuenti ed uffici. L’articolo 15 del…

Continua a leggere...

Cessioni multiple di quote sociali: registro per ogni trasferimento

Le cessioni di quote sociali verso uno o più cessionari, benché siano contenute in unico atto, costituiscono disposizioni negoziali che rilevano autonomamente ai fini dell’applicazione dell’imposta di registro, perché costituiscono negozi collegati che contengono interessi immediati ed autonomamente identificabili, da assoggettare distintamente ad imposta. È quanto affermato dalla Risoluzione n. 35/E del 02.04.2014 che, citando…

Continua a leggere...

Imposta ipotecaria su trasferimento di immobili espropriati

L’imposta ipotecaria, da versare per l’annotazione nei registri immobiliari del trasferimento di un immobile espropriato, a seguito di ordine di cancellazione del giudice dell’esecuzione, paga imposta ipotecaria calcolata sul prezzo di aggiudicazione dell’immobile, anche quando il bene liberato costituisca l’intero compendio oggetto di iscrizione di ipoteca. E’ quanto sancito dall’Agenzia delle entrate con la Circolare…

Continua a leggere...

Agevolazione prima casa e comunione legale tra coniugi

In caso di acquisto di un fabbricato in regime di comunione legale dei beni, in base alle indicazioni fornite dall’Agenzia delle entrate con la Circolare n.38/E/2005, è necessario distinguere le due seguenti ipotesi: entrambi i coniugi soddisfano i requisiti per l’accesso all’agevolazione; solo uno dei coniugi soddisfa i requisiti per l’accesso all’agevolazione. Prima di entrare…

Continua a leggere...