IMPOSTE INDIRETTE

Tassazione dei trasferimenti di azienda in forza di sentenza produttiva degli effetti del preliminare

La sentenza n. 8544 dell’11.04.2014 della Corte di Cassazione tratta il tema della tassazione ai fini dell’imposta di registro dei trasferimenti di immobili in forza di sentenza produttiva degli effetti di un contratto non concluso (ex art. 2932 Cod. Civ.). La sentenza offre lo spunto per svolgere alcune brevi considerazioni sull’analogo caso dei trasferimenti di…

Continua a leggere...

Addio all’agevolazione per il compendio unico

In un precedente intervento abbiano anticipato come il comparto agricolo, a seguito del restyling effettuato dal Legislatore in materia di imposta di registro e ipocatastali nelle compravendite aventi ad oggetto beni immobili, abbia, da un lato mantenuto la cd. agevolazione per la piccola proprietà contadina ma dall’altro perso altre agevolazioni di settore tra cui quella…

Continua a leggere...

Il metodo del “prezzo-valore” vale anche per gli acquisti all’asta

Con l’art. 1, comma 497, Legge n°266/2005, ha fatto ingresso nel nostro ordinamento il sistema di determinazione dell’imposta di registro basata sul c.d. “prezzo-valore”, da calcolare su una base imponibile dato dalla rendita catastale dell’immobile oggetto di compravendita (opportunamente rivalutata), in contrapposizione a quello “tabellare” rappresentato dal corrispettivo pattuito tra le parti. L’esercizio di tale…

Continua a leggere...

Risoluzione di donazione per mutuo consenso con imposte fisse

L’Agenzia delle entrate, con la risoluzione n.20/E di ieri è tornata ad analizzare l’imposizione indiretta degli atti di risoluzione con mutuo consenso, tematica già affrontata e risolta nella precedente risoluzione n.329/E del 14 novembre 2007 ma da cui si differenzia per il fatto di non essere previsto un corrispettivo. Il documento di prassi nasce nell’ambito…

Continua a leggere...

La Cassazione tassa anche le donazioni non formalizzate

La sentenza della Corte di Cassazione n. 634/2012 ha statuito che anche il mero bonifico non formalizzato effettuato da un genitore ad un figlio costituisce presupposto per l’applicazione dell’imposta di donazione. L’intervento ha destato particolare scalpore tra gli operatori, in quanto ha manifestato una presa di posizione nuova che deve tuttavia essere attentamente ridimensionata anche…

Continua a leggere...

Applicabile l’agevolazione PPC anche per i terreni agricoli non montani

L’Agenzia delle Entrate, con al risoluzione n.77/E di ieri, in rettifica di quanto affermato con la datata circolare n.267/E del 16 ottobre 1997, ha ammesso l’applicabilità del beneficio fiscale previsti per la formazione e l’arrotondamento della piccola proprietà contadina dall’articolo 1 della Legge 6 agosto 1954, n.604 per i terreni agricoli pervenuti per intervenuta usucapione…

Continua a leggere...

R.M. 76/E/2013: deducibile dal risultato maturato della gestione l’imposta di bollo sui rendiconti

L’Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 76/E del 6 novembre ha offerto gli opportuni chiarimenti in merito alla deducibilità o meno dell’imposta di bollo, di cui all’articolo 13, commi da 2 a 2-ter della Tariffa, parte prima, allegata al D.P.R. n. 642/1972, dovuta sui rendiconti relativi alle gestioni, per le quali è stata esercitata…

Continua a leggere...

L’impianto fotovoltaico “domestico” è attività d’impresa

Lo sfruttamento di un impianto fotovoltaico costituisce un’attività economica se avviene al fine di ricavarne introiti aventi carattere di stabilità. È quanto stabilisce la recente sentenza della Corte di Giustizia Ue Causa C-219/12 del 20/6/2013, la quale afferma che “la nozione di introiti dev’essere intesa nel senso di una remunerazione percepita come contropartita dell’attività esercitata….

Continua a leggere...

La Ppc dice addio alle agevolazioni

In un precedente intervento abbiamo analizzato l’impatto delle modifiche apportate all’articolo 1, comma 1 della Tariffa, Parte prima, allegata al D.P.R. n. 131/1986 (TUR), per effetto delle quali, a decorrere dal 1° gennaio 2014, le compravendite immobiliari, e quindi anche quelle aventi a oggetto terreni agricoli, sconteranno l’imposta di registro al 9%, in ragione della…

Continua a leggere...

Terreni agricoli: registro al 9% senza drammi

A prima vista, le modifiche apportate all’articolo 1, comma 1 dell’articolo 1 della Tariffa, Parte prima, allegata al D.P.R. n. 131/1986 (TUR), per effetto delle quali, a decorrere dal 1° gennaio 2014, le compravendite immobiliari, e quindi anche i terreni agricoli, sconteranno l’imposta di registro al 9%, potrebbero portare a una corsa contro il tempo…

Continua a leggere...