DICHIARAZIONI

Incroci “Irpef IMU” nel quadro RB di UNICO 2014

L’introduzione dell’IMU ha portato con se un principio di “alternatività” tra pagamento dell’IMU e rilevanza dell’immobile ai fini della tassazione fondiaria ai fini Irpef dei redditi ritratti da questo, principio già sperimentato nel modello dichiarativo presentato lo scorso anno; da subito va notato come questa regola sia applicabile solo per gli immobili non locati, in…

Continua a leggere...

Conti correnti e depositi esteri sotto i 10.000 euro: niente monitoraggio già da Unico 2014

Parte dal periodo di imposta 2013 (quindi già dalla stagione dichiarativa in corso di Unico 2014) l’esonero dal monitoraggio fiscale in caso di conti correnti e depositi esteri il cui valore massimo complessivo raggiunto nel corso del periodo di imposta non sia superiore a 10.000 euro. La conferma è arrivata dal Provvedimento 4 aprile 2014…

Continua a leggere...

Conti correnti e depositi esteri senza monitoraggio fino a 10.000 euro

Con la legge di conversione del D.L. 4/2014 (approvata definitivamente del Sentato e a breve oggetto di pubblicazione in G.U.) se da un lato sono state stralciate le misure in tema di “voluntary disclosure” che seguiranno un binario autonomo tramite un disegno di legge ad hoc che, quanto meno nella versione iniziale, dovrebbe ricalcare il…

Continua a leggere...

Unico società di capitali – Novità del modello 2014

Le novità del Modello Unico Società di Capitali 2014, approvato con Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate protocollo n. 2014/13942 del 31 gennaio 2014 hanno interessato, in particolare, i seguenti quadri: RF (“Determinazione del reddito di impresa”); RS (“Prospetti vari”); RQ (“Imposte addizionali e sostitutive all’IRES e all’IRAP”); TR (“Trasferimento della residenza all’estero” – nuovo…

Continua a leggere...

Il nuovo quadro RW

L’art. 9 L. 97/2013, recante le “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2013”, ha apportato alcune rilevanti modifiche al D.L. 167/1990, convertito, con modificazioni, dalla L. 227/1990 contenente la disciplina del cosiddetto “monitoraggio fiscale”. In particolare le novità riguardano: la revisione del regime sanzionatorio; l’eliminazione della soglia di…

Continua a leggere...

Per il visto, soglia di € 15.000 calcolata su ciascun credito

Continuiamo ad analizzare il tema del visto di conformità alla luce dei chiarimenti offerti dall’Agenzia delle Entrate durante Telefisco; tra le diverse risposte fornite ve ne è una davvero gradita ai contribuenti, riguardante la verifica della soglia per l’utilizzo in compensazione dei crediti tributari, onere introdotto dal comma 574 della L. 147/13. Il limite di…

Continua a leggere...

Lettere d’intento: comunicazione con vecchie regole

Sarà capitato a molti colleghi di riceve una telefonata da un proprio cliente di Studio che chiede lumi circa il corretto comportamento da tenere in relazione alla (ormai ben nota e rodata) comunicazione delle lettere d’intento: diversi esportatori abituali, nell’inviare a propri fornitori la richiesta di non applicazione dell’IVA (la cosiddetta “lettera d’intento”, appunto) dichiarano…

Continua a leggere...

Vistiamo pure tutto … ma con che regole?!?

Continuiamo ad approfondire il tema del visto di conformità sulle dichiarazioni fiscali introdotto dal comma 574 della Legge di Stabilità del 2014. Si tratta di un tema che stiamo seguendo molto da vicino non perché abbiamo uno strano gusto per la rindondanza, ma piuttosto per il fatto che siamo ben consci – come lo sono…

Continua a leggere...

Quali limiti per le compensazioni orizzontali libere?

Dopo aver esaminato le tematiche connesse alla decorrenza della nuova previsione (Compensazioni oltre 15.000 possibili da subito), continuiamo il commento alle risposte di Telefisco inerenti le compensazioni di crediti tributari oltre la soglia di 15.000 euro concentrandosi sulle modalità per l’individuazione della soglia. Secondo le indicazioni fornite durante Telefisco, in tale computo occorre infatti far…

Continua a leggere...

Compensazioni oltre 15.000 possibili da subito

Telefisco ha chiarito il più impellente dei dubbi che gli operatori si erano posti in relazione al nuovo vincolo alle compensazioni dei crediti tributari: per operare la compensazione oltre la fatidica soglia di € 15.000 non è necessario attendere la presentazione della dichiarazione da cui tale credito scaturisce. Nel presente contributo andiamo ad approfondire il…

Continua a leggere...