ADEMPIMENTI

Schede carburanti nello spesometro: dubbi da chiarire

A poche settimane di distanza dalla prima scadenza per la presentazione del c.d. spesometro, approvato con il provvedimento AE 2.8.2013, n. 94908, per i contribuenti che liquidano l’IVA a cadenza mensile (il termine è fissato al 12.11.2013 per la comunicazione dei dati riferiti all’annualità 2012) ancora molti sono i dubbi da chiarire circa le corrette…

Continua a leggere...

Comunicazione dei beni: coordinamento tra le varie esclusioni

Se l’utilizzo dei beni da parte dei soci della società avviene a seguito di un adeguato corrispettivo, non solo non vi sono conseguenze reddituali in capo al socio, ma non vi è, altresì, alcun obbligo di comunicazione circa tale utilizzo: questa è una delle principali novità contenute nel Provvedimento 2.8.2013, n. 94902 con il quale…

Continua a leggere...

Abilitazione Entratel tramite pec

Con il comunicato stampa di ieri l’Agenzia ci ricorda che a decorrere dal 1° ottobre 2013 è possibile registrarsi ai servizi Entratel utilizzando la Posta elettronica certificata (PEC). Questa è una delle novità contenute nel pacchetto delle semplificazioni fiscali presentate nella conferenza stampa dell’Agenzia delle entrate del 3 luglio 2013 e resa operativa dal provvedimento…

Continua a leggere...

Il socio evita la comunicazione dei beni se paga per l’utilizzo

Con i Provvedimenti 94904/2013 e 94902/2013– entrambi pubblicati il 2 agosto 2013 – il direttore dell’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello attraverso il quale rendere le comunicazioni relative ai beni utilizzati dai soci e dai familiari dell’imprenditore, nonché i finanziamenti e le capitalizzazioni da parte dei soci nei confronti delle società. Pur trattandosi di…

Continua a leggere...

Per le fatture comunicazione spesometro senza limiti

Con riferimento alle operazioni da indicare nel modello “Spesometro” si è sempre distinto tra operazioni per le quali vigeva l’obbligo di fatturazione e operazioni senza obbligo di fatturazione Con riferimento alla prima categoria di operazioni occorre oggi (per l’adempimento relativo all’annualità 2012) tenere conto della importante semplificazione introdotta lo scorso anno dall’art. 2 comma 6…

Continua a leggere...

Dal 1 ottobre comunicazione black list in “formato spesometro”

Già in un precedente contributo (si veda “Funzione polivalente per il nuovo spesometro” in Euroconference NEWS del 17/9/2013) si è avuto modo di commentare come una delle caratteristiche principali del nuovo schema di spesometro approvato con provvedimento del 2.8.2013 sia quello di essere un supporto che servirà per comunicare una moltitudine di informazioni, dagli acquisti…

Continua a leggere...

Cassetto fiscale al restyling

L’Agenzia delle Entrate è di nuovo intervenuta apportando delle modifiche alle funzionalità del cassetto fiscale. Le variazioni, alcune delle quali sono già operanti, riguardano sia i dati consultabili che le caratteristiche di adesione allo stesso. Attraverso il “cassetto fiscale” il contribuente può conoscere, on-line e in sicurezza, tutta una serie di informazioni che riguardano la…

Continua a leggere...

Funzione “polivalente” per il nuovo Spesometro

Uno degli elementi di maggior novità che caratterizza il modello di “Spesometro” introdotto dal recente Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate Prot. 2013/94908 del 2 agosto 2013, è certamente la struttura polivalente del modello. Lo stesso, infatti, non dovrà accogliere solo i dati relativi alle operazioni rilevanti ai fini Iva, secondo quanto previsto in origine…

Continua a leggere...

Carte in regola per gli intermediari abilitati

L’intermediario abilitato, per poter operare correttamente tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, deve attivare una serie di procedure autorizzative e di controllo interno, oltre che rispettare le prescrizioni del Garante per la protezione dei dati personali. Devono poi essere rispettati gli adempimenti antiriciclaggio e quelli connessi alla volontà del rilascio del visto di conformità…

Continua a leggere...

Le dichiarazioni tardive per il 2012

Cosa accadrebbe se non si riuscisse a presentare la dichiarazione dei redditi entro la scadenza naturale del 30 settembre? La risposta giusta, come spesso accade nel mondo tributario, è “dipende”. La prima situazione da identificare è quella della dichiarazione presentata con ritardo non superiore a 90 giorni rispetto alla scadenza; si tratta, dunque, di dichiarazioni…

Continua a leggere...