ADEMPIMENTI

L’applicazione dello “spesometro” agli enti sportivi dilettantistici

Lo “spesometro”, cioè la comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA, introdotto dall’art. 21 del D.L. n. 78/2010, è ormai in dirittura d’arrivo ma non pochi sono i dubbi interpretativi, relativamente alle modalità di compilazione del modulo, che affliggono il mondo dello sport. Le associazioni con partita IVA sono obbligate all’adempimento L’unico aspetto sul quale…

Continua a leggere...

Cassetto fiscale con due intermediari

Nell’ambito del pacchetto delle semplificazioni fiscali, presentato nella conferenza stampa dello scorso 3 luglio 2013 tra le altre cose era stato prevista la possibilità per il contribuente di delegare contemporaneamente due professionisti, e non più uno solo, alla consultazione on line dei propri dati fiscali, attraverso l’utilizzo del cassetto fiscale. Il servizio, come da comunicato…

Continua a leggere...

Lo spesometro e la gestione delle fatture di modesto importo con il documento riepilogativo

Nell’ambito dello spesometro un ruolo importante di “semplificazione” può essere svolto dal documento riepilogativo, disciplinato dall’art.6, commi 6 e 7 del Dpr 695/1996. Il documento riepilogativo consente ai soggetti passivi IVA di registrare le fatture attive e passive, di importo non superiore a 300 euro, anziché singolarmente, attraverso un documento unico nel quale devono essere…

Continua a leggere...

Anche gli acquisti da San Marino vanno nella comunicazione polivalente

Fra i dati da segnalare nell’ambito della c.d. comunicazione polivalente vi sono anche gli acquisti di beni effettuati da operatori di San Marino. Come è noto, vi sono due diverse procedure alternative a disposizione degli operatori italiani, previste dal D.M. 24/12/1993: – procedura con addebito dell’Iva da parte del cedente sanmarinese; – procedura senza addebito…

Continua a leggere...

Responsabilità sugli appalti ancora da monitorare

A partire dal 20 agosto 2013, con la pubblicazione della Legge di conversione n. 98/2013 (“Decreto fare”) nella G.U., come è noto l’appaltatore non più è responsabile in solido per il versamento dell’IVA dovuta dal subappaltatore, in riferimento alle prestazioni effettuate all’interno del contratto di subappalto di opere o servizi: permane invece il vincolo solidaristico…

Continua a leggere...

Nessuna retroattività per il monitoraggio dei finanziamenti

Una delle principali novità che ha interessato la comunicazione dei finanziamenti, riguarda la definitiva archiviazione delle interpretazioni ministeriali che sembravano pretendere l’obbligo per i contribuenti di inserire, nella comunicazione in scadenza il prossimo 12 dicembre, anche i finanziamenti realizzati nel passato purché ancora in essere al 17.09.2011 (data di entrata in vigore del D.L. n….

Continua a leggere...

Modello spesometro al debutto con le istruzioni definitive

A distanza di un mese dalla prima scadenza di presentazione del modello (situazione che già di per sé meriterebbe una ulteriore proroga), l’Agenzia delle Entrate rende disponibile un nuovo modello di comunicazione polivalente in sostituzione di quello precedentemente allegato al Provvedimento direttoriale del 2.8.2013 con le relative istruzioni alla compilazione. Inoltre, con riferimento alle comunicazioni…

Continua a leggere...

E-commerce: cosa fare per poter vendere on-line

Tra i pochi settori in controtendenza rispetto alla generale crisi economica che ha contraddistinto gli ultimi anni è sicuramente da segnalare quello dell’e-commerce. Le vendite on-line in Italia nel corso del 2012, infatti, hanno superato i 21 miliardi di euro, con un incremento del 12% sul 2011. Ulteriori margini di crescita sono previsti per il…

Continua a leggere...

Schede carburanti nello spesometro: dubbi da chiarire

A poche settimane di distanza dalla prima scadenza per la presentazione del c.d. spesometro, approvato con il provvedimento AE 2.8.2013, n. 94908, per i contribuenti che liquidano l’IVA a cadenza mensile (il termine è fissato al 12.11.2013 per la comunicazione dei dati riferiti all’annualità 2012) ancora molti sono i dubbi da chiarire circa le corrette…

Continua a leggere...

Comunicazione dei beni: coordinamento tra le varie esclusioni

Se l’utilizzo dei beni da parte dei soci della società avviene a seguito di un adeguato corrispettivo, non solo non vi sono conseguenze reddituali in capo al socio, ma non vi è, altresì, alcun obbligo di comunicazione circa tale utilizzo: questa è una delle principali novità contenute nel Provvedimento 2.8.2013, n. 94902 con il quale…

Continua a leggere...