ADEMPIMENTI

Spesometro: proroga al fotofinish

  Era davvero necessario? La domanda ci è sorta spontanea nel momento in cui abbiamo letto il “criptico” comunicato stampa con il quale l’Agenzia delle entrate, a due giorni lavorativi dalla scadenza prevista per lo spesometro, un adempimento già più volte prorogato, ha varato una nuova proroga … anche se camuffata. Sin da quando sul…

Continua a leggere...

Errati versamenti: applicabili anche ai diritti camerali i principi sanciti dalla C.M. 27/E/2013

  Con la recente nota n.172574 del 22 ottobre 2013 il Ministero dello Sviluppo Economico ha fornito indicazioni circa l’applicabilità, al versamento del diritto camerale annuale, delle precisazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 27/E del 2 agosto 2013 in tema di carenti versamenti. La nota evidenzia come a seguito dell’emanazione del D.M….

Continua a leggere...

Spesometro: come indicare le note di variazione?

  Con il provvedimento prot. 2013/128483 di ieri, l’Agenzia ha escluso dallo spesometro, per gli anni 2012 e 2013, lo Stato, le regioni, le province, i comuni e gli altri organismi di diritto pubblico (dal 2014 saranno invece tenuti all’adempimento, dovendo documentare le operazioni rilevanti ai fini IVA non documentate da fattura elettronica). Per tutti…

Continua a leggere...

Spesometro: cortocircuito sull’indicazione delle operazioni con soggetti non residenti

  A corroborare la nostra posizione già espressa circa la necessità di disporre una proroga dello spesometro (si veda Spesometro: settimana cruciale in Euroconference news del 4/11/13), vale la pena di osservare alcune anomalie nella compilazione della comunicazione che rendono, di fatto, praticamente impossibile procedere ad una tranquilla e certa compilazione. Uno degli aspetti più…

Continua a leggere...

Spesometro anche per il piccolo agricoltore (ma dal 2013)

A quanto pare, il regime di indubbio favore che il comparto agricolo ha sempre avuto da parte del Legislatore fiscale pare stia crollando come un castello di sabbia. In un precedente intervento abbiamo visto come il federalismo fiscale preveda il venir meno del regime di favore per la compravendita di terreni agricoli (il riferimento va…

Continua a leggere...

Legge di stabilità 2014: stretta sulle compensazioni

  Non si arresta la proliferazione di restrizioni e cautele formali richieste per portare in compensazione i crediti d’imposta. Il disegno di legge di Stabilità 2014, già a partire dal 2013 (da intendersi come crediti formatisi in tale periodo), subordina all’obbligo di apposizione del visto di conformità sulle dichiarazioni fiscali, l’utilizzo in compensazione orizzontale dei…

Continua a leggere...

Spesometro: proroghe, richieste, cortesie e statuto

Credo che in questi giorni di fine ottobre l’attenzione degli studi sia puntata sullo spesometro, adempimento in relazione al quale erano trapelate, dapprima, voci certe di proroga e, successivamente, presunti atteggiamenti di chiusura. Si è ancora letto dell’avvio di un “movimento” di matrice professionale, teso alla richiesta di uno slittamento del termine, affinché si tenga…

Continua a leggere...

L’applicazione dello “spesometro” agli enti sportivi dilettantistici

Lo “spesometro”, cioè la comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA, introdotto dall’art. 21 del D.L. n. 78/2010, è ormai in dirittura d’arrivo ma non pochi sono i dubbi interpretativi, relativamente alle modalità di compilazione del modulo, che affliggono il mondo dello sport. Le associazioni con partita IVA sono obbligate all’adempimento L’unico aspetto sul quale…

Continua a leggere...

Cassetto fiscale con due intermediari

Nell’ambito del pacchetto delle semplificazioni fiscali, presentato nella conferenza stampa dello scorso 3 luglio 2013 tra le altre cose era stato prevista la possibilità per il contribuente di delegare contemporaneamente due professionisti, e non più uno solo, alla consultazione on line dei propri dati fiscali, attraverso l’utilizzo del cassetto fiscale. Il servizio, come da comunicato…

Continua a leggere...

Lo spesometro e la gestione delle fatture di modesto importo con il documento riepilogativo

Nell’ambito dello spesometro un ruolo importante di “semplificazione” può essere svolto dal documento riepilogativo, disciplinato dall’art.6, commi 6 e 7 del Dpr 695/1996. Il documento riepilogativo consente ai soggetti passivi IVA di registrare le fatture attive e passive, di importo non superiore a 300 euro, anziché singolarmente, attraverso un documento unico nel quale devono essere…

Continua a leggere...