ADEMPIMENTI

Il certificato di origine si richiede in modalità telematica

Il certificato d’origine è un documento che attesta l’origine delle merci destinate all’esportazione. Viene utilizzato, per esigenze commerciali e doganali, nei rapporti tra Unione Europea e Paesi extracomunitari. In ambito comunitario è sufficiente che le merci siano accompagnate dalla fattura di vendita, sulla quale è consuetudine dichiarare l’origine. Le regole di origine non preferenziale per…

Continua a leggere...

Holding industriali: nuovi criteri per il calcolo della “prevalenza”

Con il recepimento della cd. Direttiva “Atad”, ad opera del D.Lgs. 142/2018, sono state introdotte nel nostro ordinamento tributario le definizioni di “intermediari finanziari” e di “società di partecipazione” (più comunemente individuate con il termine “holding”). La disposizione di riferimento, entrata in vigore il 12 gennaio u.s., è il nuovo articolo 162-bis Tuir, introdotto dall’articolo…

Continua a leggere...

Conservazione e consultazione delle fatture: due scelte distinte

Ai sensi dell’articolo 39, comma 3, D.P.R. 633/1972 le fatture elettroniche sono conservate obbligatoriamente in modalità elettronica. La conservazione elettronica, tuttavia, non è la semplice memorizzazione su computer del file della fattura, bensì un processo regolamentato tecnicamente da specifiche disposizioni di legge (CAD – Codice dell’Amministrazione Digitale). Il processo di conservazione dei documenti informatici termina…

Continua a leggere...

Adesione al servizio di memorizzazione dei dati delle fatture elettroniche

Il Garante della privacy, con i provvedimenti n. 481 del 15.11.2018 e n. 511 del 20.12.2018, ha censurato le modalità con cui i file xml delle fatture elettroniche vengono memorizzati nell’area riservata del portale fatture e corrispettivi di ogni soggetto passivo Iva. Secondo il Garante, in assenza di specifiche misure di garanzia, la memorizzazione dei…

Continua a leggere...

Le opzioni tra remissione in bonis e comportamento concludente

La pubblicazione della recente risposta all’interpello n. 82 fornita dall’Agenzia delle entrate rappresenta un’occasione per tornare sul tema delle opzioni fiscali e contabili e sui rimedi che si possono esperire per sanare eventuali dimenticanze. Preliminarmente, va osservato che, sotto il profilo degli effetti, le opzione fiscali e contabili possono essere classificate in due marco categorie:…

Continua a leggere...

Consolidato fiscale: adempimenti e remissione in bonis

Con la risposta all’istanza di interpello n. 82 del 25 marzo 2019 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito agli adempimenti legati al regime di consolidato fiscale nazionale; regime di tassazione opzionale, disciplinato dagli articoli da 117 a 129 Tuir, che permette a società di capitali ed enti commerciali, indipendentemente dall’obbligo civilistico di redazione…

Continua a leggere...

Corrispettivi telematici: l’obbligo della certificazione dei processi

Con la risposta all’istanza di consulenza giuridica n. 13 dello scorso 20 marzo l’Agenzia delle entrate ha fornito chiarimenti sull’obbligo della certificazione dei processi conseguente alla nuova trasmissione telematica dei corrispettivi. È noto, infatti, che, ai sensi dell’articolo 2 D.Lgs. 127/2015, i soggetti che effettuano cessioni di beni in locali aperti al pubblico sono obbligati…

Continua a leggere...

Isa: una riforma ancora incompiuta

Mancano ancora molti tasselli prima della completa applicazione degli Indici di affidabilità economica (Isa) che, come noto, andranno a sostituire, da quest’anno, gli studi di settore. Sebbene, infatti, siano stati già diffusi dall’Agenzia delle entrate i modelli e le istruzioni dei nuovi Isa, mancano ancora all’appello: il software per l’elaborazione dei dati (senza il quale,…

Continua a leggere...

Rilascio della certificazione degli utili entro il 31 marzo

Entro il 31 marzo, deve essere rilasciata la certificazione (Cupe) ai soggetti residenti nel territorio dello Stato percettori di utili derivanti dalla partecipazione in soggetti Ires, residenti e non residenti, in qualunque forma corrisposti nell’anno 2018. Rientra nell’obbligo di certificazione anche la distribuzione di riserve di utili. Per effetto delle modifiche apportate dall’articolo 1, commi…

Continua a leggere...

Hard Brexit: le possibili conseguenze in ambito doganale e Iva

In vista dell’uscita del Regno Unito dall’Unione europea prevista per il prossimo 29 marzo (Brexit), l’Agenzia delle dogane ha pubblicato le Linee guida in cui vengono illustrate alcune delle potenziali implicazioni giuridiche, in ambito doganale e Iva, derivanti, in particolare, dall’ipotesi di recesso in assenza di uno specifico accordo (hard Brexit). Lo scorso 15 gennaio,…

Continua a leggere...