ADEMPIMENTI

Le opzioni tra remissione in bonis e comportamento concludente

La pubblicazione della recente risposta all’interpello n. 82 fornita dall’Agenzia delle entrate rappresenta un’occasione per tornare sul tema delle opzioni fiscali e contabili e sui rimedi che si possono esperire per sanare eventuali dimenticanze. Preliminarmente, va osservato che, sotto il profilo degli effetti, le opzione fiscali e contabili possono essere classificate in due marco categorie:…

Continua a leggere...

Consolidato fiscale: adempimenti e remissione in bonis

Con la risposta all’istanza di interpello n. 82 del 25 marzo 2019 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito agli adempimenti legati al regime di consolidato fiscale nazionale; regime di tassazione opzionale, disciplinato dagli articoli da 117 a 129 Tuir, che permette a società di capitali ed enti commerciali, indipendentemente dall’obbligo civilistico di redazione…

Continua a leggere...

Corrispettivi telematici: l’obbligo della certificazione dei processi

Con la risposta all’istanza di consulenza giuridica n. 13 dello scorso 20 marzo l’Agenzia delle entrate ha fornito chiarimenti sull’obbligo della certificazione dei processi conseguente alla nuova trasmissione telematica dei corrispettivi. È noto, infatti, che, ai sensi dell’articolo 2 D.Lgs. 127/2015, i soggetti che effettuano cessioni di beni in locali aperti al pubblico sono obbligati…

Continua a leggere...

Isa: una riforma ancora incompiuta

Mancano ancora molti tasselli prima della completa applicazione degli Indici di affidabilità economica (Isa) che, come noto, andranno a sostituire, da quest’anno, gli studi di settore. Sebbene, infatti, siano stati già diffusi dall’Agenzia delle entrate i modelli e le istruzioni dei nuovi Isa, mancano ancora all’appello: il software per l’elaborazione dei dati (senza il quale,…

Continua a leggere...

Rilascio della certificazione degli utili entro il 31 marzo

Entro il 31 marzo, deve essere rilasciata la certificazione (Cupe) ai soggetti residenti nel territorio dello Stato percettori di utili derivanti dalla partecipazione in soggetti Ires, residenti e non residenti, in qualunque forma corrisposti nell’anno 2018. Rientra nell’obbligo di certificazione anche la distribuzione di riserve di utili. Per effetto delle modifiche apportate dall’articolo 1, commi…

Continua a leggere...

Hard Brexit: le possibili conseguenze in ambito doganale e Iva

In vista dell’uscita del Regno Unito dall’Unione europea prevista per il prossimo 29 marzo (Brexit), l’Agenzia delle dogane ha pubblicato le Linee guida in cui vengono illustrate alcune delle potenziali implicazioni giuridiche, in ambito doganale e Iva, derivanti, in particolare, dall’ipotesi di recesso in assenza di uno specifico accordo (hard Brexit). Lo scorso 15 gennaio,…

Continua a leggere...

Commercianti al minuto e cessioni verso privati non residenti

I commercianti al minuto per le operazioni effettuate verso soggetti privati non residenti devono osservare regole e adempimenti particolari. Nel presente contributo si analizzano due fattispecie in particolare che si ritengono essere le più rilevanti. In primo luogo, ai sensi dell’articolo 38-quater D.P.R. 633/1972, gli operatori nazionali possono effettuare cessioni di beni senza applicazione dell’Iva…

Continua a leggere...

Tassa libri sociali 2019: termini e modalità di versamento

Entro il prossimo 18 marzo (il 16 marzo cade di sabato) i soggetti interessati devono effettuare il versamento della tassa annuale sulle concessioni governative per la numerazione e bollatura di libri e registri contabili. Sono obbligate al pagamento della tassa le società di capitali (Srl, SpA e Sapa), comprese quelle consortili, anche se si trovano…

Continua a leggere...

Tassa libri sociali 2019 da versare entro il prossimo 18 marzo

Entro il prossimo 18 marzo (il 16 marzo cade di sabato) le società di capitali (Spa, Sapa e Srl), comprese quelle consortili, devono versare la tassa per la vidimazione dei libri sociali per l’anno 2019. Sono tenute all’adempimento anche le società in liquidazione volontaria e quelle sottoposte a procedure concorsuali, allorché persista l’obbligo di vidimazione…

Continua a leggere...

L’invio telematico dei corrispettivi: il nuovo adempimento

Ad oggi, come noto, per effetto di quanto stabilito dall’articolo 22 D.P.R. 633/1972, i commercianti al minuto non sono tenuti ad emettere fattura, salvo che sia stata richiesta dal cliente, e certificano i corrispettivi mediante rilascio della ricevuta fiscale ovvero dello scontrino fiscale, ex articolo 1 D.P.R. 696/1996. Per effetto di quanto stabilito dal D.L. 119/2018, a partire…

Continua a leggere...