EDITORIALI

La saga dello spesometro: la “tolleranza” dell’Agenzia non è nulla rispetto a quella dei contribuenti …

Tutto si può dire dell’Agenzia … ma non che non ami stupirci. L’avevamo rimosso, ma lo spesometro, adempimento nato evidentemente sotto una cattiva stella (per noi si intende, non per loro), torna ad agitare i nostri sonni. Vi ricordate che dopo numerose proroghe, per la trasmissione dei dati relativi al periodo di imposta 2012, alla…

Continua a leggere...

La partenza poteva essere migliore

  Avevamo chiuso l’anno 2013 con un editoriale che si intitolava “Un anno migliore”, ma c’è da dire che, almeno dal punto di vista legislativo, nemmeno il nuovo anno è partito con il piede giusto. L’altro giorno eravamo assieme per la 4a giornata del Master Breve e riflettevamo sulle numerose disposizioni contenute nella Legge di…

Continua a leggere...

L’ennesimo inutile orpello

Con la Legge di Stabilità 2014 il Legislatore ha introdotto nuovi limiti alla compensazione dei crediti erariali. Dopo il “successo” dell’operazione nell’ambito Iva, si è pensato di replicare il meccanismo anche negli altri comparti impositivi (imposte sui redditi, addizionali, ritenute alla fonte e imposte sostitutive delle imposte sul reddito, Irap), cercando in questo modo di…

Continua a leggere...

Un anno migliore

  L’anno che ci stiamo lasciando alle spalle è stato un anno difficile, da molti punti di vista. Un’economia che non riesce in alcun modo a risollevarsi, un legislatore e un’amministrazione finanziaria che ci hanno reso la vita più complicata che mai, un’attività professionale che soffre delle difficoltà dei nostri clienti ed al tempo stesso…

Continua a leggere...

Scommettiamo che?

Alla fine, anche se con grande difficoltà, la legge di stabilità è divenuta realtà. Dopo l’approvazione della Camera, infatti, oggi dovrebbe esserci quella del Senato. Anche quest’anno, naturalmente, c’è stato il consueto “attacco alla diligenza” e le varie lobby hanno cercato di indirizzare l’azione di Governo e Parlamento. Di tesoretti da distribuire però non ce…

Continua a leggere...

Non facciamo prevalere la rassegnazione!

  E’ domenica sera e sono sul treno che da Verona mi dovrebbe portare a Firenze, dove il giorno dopo devo essere per la giornata del Master Breve dedicata a trust e liquidazione. Una gran corsa per arrivare alla stazione in tempo, le carrozze stracolme di passeggeri, e poi … non succede niente … il…

Continua a leggere...

Un mestiere difficile, ma non “molliamo”

  Sarà il periodo non propizio dal punto di vista economico, sarà il continuo turbinio di adempimenti, scadenze, proroghe, “tolleranze” e chi più ne ha più ne metta, ma stiamo ricevendo molte mail dai lettori che ci segnalano situazioni di estrema difficoltà, manifestano il loro scoramento e propongono possibili azioni di protesta “pacifica”. A noi…

Continua a leggere...

Proteggere il patrimonio (nostro e dei clienti) è un’esigenza imprescindibile

Oggi inizia la 3a giornata del Master Breve, dedicata al tema dell’utilizzo del trust nella protezione del patrimonio. Eravamo indecisi sull’argomento sul quale incentrare il nostro editoriale, considerato che, anche questa settimana, l’Agenzia delle entrate ed il Governo ci hanno dato degli spunti ineguagliabili: la vicenda della comunicazione dei beni ai soci e dei finanziamenti,…

Continua a leggere...

È il momento di fare marcia indietro

Con il rilascio giovedì scorso del documento del Garante per la protezione dei dati personali la surreale vicenda del “nuovo” redditometro si è arricchita dell’ennesimo capitolo. Sono passati più di 3 anni – per la precisione 1.274 giorni – dall’entrata in vigore del D.L. 78/2010, che ha riformulato la disciplina dell’accertamento sintetico (ma un decreto…

Continua a leggere...

Ci salvi chi può …

Questa è stata indubbiamente la settimana dello spesometro, con il primo caso, almeno a memoria nostra, di scadenza “virtuale”, per effetto del fantasioso comunicato stampa (che ne ha necessitato uno successivo esplicativo) con il quale l’Agenzia ha confermato il termine del 12 novembre per l’invio, indicando che comunque la comunicazione delle operazioni Iva relative all’anno…

Continua a leggere...