ALTRE TEMATICHE

Diritto di accesso alle dichiarazioni rilasciate dai lavoratori in sede ispettiva

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha, con propria circolare n. 43 dell’8/11/2013, fornito istruzioni operative ai propri Uffici riportando il disposto di una recente sentenza del Giudice Amministrativo in materia di richiesta di accesso alle dichiarazioni rese dai lavoratori nel corso delle verifiche ispettive. Il Consiglio di Stato, sez. VI, con sentenza…

Continua a leggere...

È davvero non deducibile la svalutazione degli immobili?

L’emanazione della risoluzione n.78/E dello scorso 12 novembre, ci dà l’occasione di riflettere su un tema lungamente dibattuto in dottrina, risolto in maniera negativa dalla Entrate: ove si sia operata, a livello di rimanenze di bilancio, la valutazione di un bene a costo specifico (si pensi al caso degli immobili, ma non solo), l’eventuale svalutazione…

Continua a leggere...

L’avvocato può fare il Presidente del CdA di una società commerciale se non ha poteri operativi

Con la sentenza n. 25797 del 22 ottobre 2013 le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno deciso che colui che esercita la professione di avvocato può assumere la carica di Presidente del consiglio di amministrazione di una società commerciale, a condizione che in virtù di tale carica egli non abbia effettivi poteri di gestione…

Continua a leggere...

Le Snc sono esonerate dalla comunicazione dei beni ai soci?

Il prossimo mese di dicembre, salvo l’ applicazione del nuovo istituto giuridico della “tolleranza” già sperimentato in occasione dello spesometro, i contribuenti dovranno confrontarsi con l’adempimento della comunicazione dei beni dati in uso gratuito (oppure dietro il pagamento di un canone inferiore al valore di mercato) ai soci o familiari. La vicenda è ormai nota,…

Continua a leggere...

Le Snc sono esonerate dalla comunicazione dei beni ai soci?

Il prossimo mese di dicembre, salvo l’ applicazione del nuovo istituto giuridico della “tolleranza” già sperimentato in occasione dello spesometro, i contribuenti dovranno confrontarsi con l’adempimento della comunicazione dei beni dati in uso gratuito (oppure dietro il pagamento di un canone inferiore al valore di mercato) ai soci o familiari. La vicenda è ormai nota,…

Continua a leggere...

Comunicazione finanziamenti: esonero se l’apporto è noto. Ma con quali limiti?

Considerata la “proroga” dello spesometro, mettiamo da parte per un momento questo adempimento, e concentriamoci sulla comunicazione dei beni e dei finanziamenti. Manca circa un mese alla scadenza e ancora non ci sono le indicazioni operative: gli operatori si pongono quindi numerosi dubbi in merito alle corrette modalità di compilazione, in particolare sulla comunicazione dei…

Continua a leggere...

Comunicazione finanziamenti: esonero se l’apporto è noto. Ma con quali limiti?

Considerata la “proroga” dello spesometro, mettiamo da parte per un momento questo adempimento, e concentriamoci sulla comunicazione dei beni e dei finanziamenti. Manca circa un mese alla scadenza e ancora non ci sono le indicazioni operative: gli operatori si pongono quindi numerosi dubbi in merito alle corrette modalità di compilazione, in particolare sulla comunicazione dei…

Continua a leggere...

Rettifiche da liquidazione: quali effetti fiscali?

L’operazione di liquidazione risulta sempre più frequente nella prassi professionale e, parallelamente, sempre più frequente è l’attenzione che gli operatori dedicano al rispetto delle prescrizioni dell’OIC 5. Può allora capitare che, per rispettare le indicazioni della prassi contabile, possano insorgere delle difficoltà di natura fiscale che, per essere superate, richiedono una riflessione. Su tali aspetti…

Continua a leggere...

Trasferta e trasfertismo: la Cassazione oscura i chiarimenti di prassi

A seguito dei chiarimenti di prassi emanati, nell’ultimo decennio, dall’Agenzia dell’Entrate e dall’INPS, si era radicata nei datori di lavoro e nei professionisti che li assistono l’idea che l’applicazione del regime fiscale della trasferta, art. 51, comma 5 del TUIR, in luogo del regime del trasfertista, regolamentato dal comma successivo, potesse essere determinata in base…

Continua a leggere...

Rettifiche da liquidazione: quali effetti fiscali?

L’operazione di liquidazione risulta sempre più frequente nella prassi professionale e, parallelamente, sempre più frequente è l’attenzione che gli operatori dedicano al rispetto delle prescrizioni dell’OIC 5. Può allora capitare che, per rispettare le indicazioni della prassi contabile, possano insorgere delle difficoltà di natura fiscale che, per essere superate, richiedono una riflessione. Su tali aspetti…

Continua a leggere...