ALTRE TEMATICHE

Le Snc sono esonerate dalla comunicazione dei beni ai soci?

Il prossimo mese di dicembre, salvo l’ applicazione del nuovo istituto giuridico della “tolleranza” già sperimentato in occasione dello spesometro, i contribuenti dovranno confrontarsi con l’adempimento della comunicazione dei beni dati in uso gratuito (oppure dietro il pagamento di un canone inferiore al valore di mercato) ai soci o familiari. La vicenda è ormai nota,…

Continua a leggere...

Comunicazione finanziamenti: esonero se l’apporto è noto. Ma con quali limiti?

Considerata la “proroga” dello spesometro, mettiamo da parte per un momento questo adempimento, e concentriamoci sulla comunicazione dei beni e dei finanziamenti. Manca circa un mese alla scadenza e ancora non ci sono le indicazioni operative: gli operatori si pongono quindi numerosi dubbi in merito alle corrette modalità di compilazione, in particolare sulla comunicazione dei…

Continua a leggere...

Comunicazione finanziamenti: esonero se l’apporto è noto. Ma con quali limiti?

Considerata la “proroga” dello spesometro, mettiamo da parte per un momento questo adempimento, e concentriamoci sulla comunicazione dei beni e dei finanziamenti. Manca circa un mese alla scadenza e ancora non ci sono le indicazioni operative: gli operatori si pongono quindi numerosi dubbi in merito alle corrette modalità di compilazione, in particolare sulla comunicazione dei…

Continua a leggere...

Rettifiche da liquidazione: quali effetti fiscali?

L’operazione di liquidazione risulta sempre più frequente nella prassi professionale e, parallelamente, sempre più frequente è l’attenzione che gli operatori dedicano al rispetto delle prescrizioni dell’OIC 5. Può allora capitare che, per rispettare le indicazioni della prassi contabile, possano insorgere delle difficoltà di natura fiscale che, per essere superate, richiedono una riflessione. Su tali aspetti…

Continua a leggere...

Rettifiche da liquidazione: quali effetti fiscali?

L’operazione di liquidazione risulta sempre più frequente nella prassi professionale e, parallelamente, sempre più frequente è l’attenzione che gli operatori dedicano al rispetto delle prescrizioni dell’OIC 5. Può allora capitare che, per rispettare le indicazioni della prassi contabile, possano insorgere delle difficoltà di natura fiscale che, per essere superate, richiedono una riflessione. Su tali aspetti…

Continua a leggere...

Trasferta e trasfertismo: la Cassazione oscura i chiarimenti di prassi

A seguito dei chiarimenti di prassi emanati, nell’ultimo decennio, dall’Agenzia dell’Entrate e dall’INPS, si era radicata nei datori di lavoro e nei professionisti che li assistono l’idea che l’applicazione del regime fiscale della trasferta, art. 51, comma 5 del TUIR, in luogo del regime del trasfertista, regolamentato dal comma successivo, potesse essere determinata in base…

Continua a leggere...

Da comunicare i finanziamenti della ditta individuale?

Il prossimo mese di dicembre, salvo proroghe, i contribuenti dovranno confrontarsi con l’invio della comunicazione dei beni dati in uso gratuito ai soci e familiari, nonché dei finanziamenti e delle capitalizzazioni effettuate a favore delle società. Abbiamo allora concentrato la nostra attenzione sul Provvedimento 2.8.2013, n. 94904, in forza del quale anche l’imprenditore individuale dovrebbe…

Continua a leggere...

Indagine IFAC – I commercialisti divengano un po’ imprenditori

La recente pubblicazione del periodico studio di IFAC del sondaggio internazionale in tema di più sentite problematiche nello svolgimento dell’attività professionale offre l’occasione per una riflessione sul futuro imminente che si basi non solo sulle sensazioni che ognuno ha, per i propri rapporti di lavoro più o meno locali, ma su dati tratti dall’esame di…

Continua a leggere...

Da comunicare i finanziamenti della ditta individuale?

Il prossimo mese di dicembre, salvo proroghe, i contribuenti dovranno confrontarsi con l’invio della comunicazione dei beni dati in uso gratuito ai soci e familiari, nonché dei finanziamenti e delle capitalizzazioni effettuate a favore delle società. Abbiamo allora concentrato la nostra attenzione sul Provvedimento 2.8.2013, n. 94904, in forza del quale anche l’imprenditore individuale dovrebbe…

Continua a leggere...

Contratto a termine: dal D.L. Lavoro impulsi positivi alla contrattazione

Nella fase attuale dell’economia italiana, caratterizzata da una forte instabilità del sistema manifatturiero e dove i tentativi di riqualificazione industriale si incrociano con lo sviluppo di nuove attività di servizi, il contratto “a tempo determinato” rappresenta sempre più uno strumento utile per calibrare la forza lavoro alle reali esigenze aziendali, così da consentire un maggior…

Continua a leggere...