CASI CONTROVERSI

Liquidazioni “fai da te” in salita: difficoltà dai Conservatori

Stiamo affrontando in queste settimane, nella terza giornata del Master Breve, l’argomento della liquidazione delle società di capitali, riscontrando un elevato grado di interesse da parte dei partecipanti. Tra le molte questioni controverse, quella che desta maggiore interesse è certamente la possibilità di attivare la fase della liquidazione senza ricorrere all’intervento del Notaio. Ci riferiamo,…

Continua a leggere...

Liquidazioni “fai da te” in salita: difficoltà dai Conservatori

Stiamo affrontando in queste settimane, nella terza giornata del Master Breve, l’argomento della liquidazione delle società di capitali, riscontrando un elevato grado di interesse da parte dei partecipanti. Tra le molte questioni controverse, quella che desta maggiore interesse è certamente la possibilità di attivare la fase della liquidazione senza ricorrere all’intervento del Notaio. Ci riferiamo,…

Continua a leggere...

Società di comodo, credito Iva e periodi non solari

E’ ben noto che, ai sensi dell’articolo 30 della legge 724/1994, le società di comodo (siano esse non operative che in perdita sistematica) possono avere ripercussioni negative sulla gestione dell’eventuale credito IVA. Infatti, il comma 4 della citata norma prevede che, per detti soggetti, “… l’eccedenza di credito risultante dalla dichiarazione presentata ai fini dell’imposta…

Continua a leggere...

Società di comodo, credito Iva e periodi non solari

E’ ben noto che, ai sensi dell’articolo 30 della legge 724/1994, le società di comodo (siano esse non operative che in perdita sistematica) possono avere ripercussioni negative sulla gestione dell’eventuale credito IVA. Infatti, il comma 4 della citata norma prevede che, per detti soggetti, “… l’eccedenza di credito risultante dalla dichiarazione presentata ai fini dell’imposta…

Continua a leggere...

Beni rivalutati: effetti contabili della cessione “anticipata”

Spesso accade che soggetti che abbiano rivalutato beni aziendali in occasione delle disposizioni del DL 185/2008 si trovino costretti a cederli prima dell’effetto fiscale della rivalutazione stessa, normalmente coincidente (ai fini della cessione) con il periodo 2014. Così, per ipotesi, pensiamo alla situazione di una società che, per immediate ed improrogabili esigenze di liquidità, si…

Continua a leggere...

Beni rivalutati: effetti contabili della cessione “anticipata”

Spesso accade che soggetti che abbiano rivalutato beni aziendali in occasione delle disposizioni del DL 185/2008 si trovino costretti a cederli prima dell’effetto fiscale della rivalutazione stessa, normalmente coincidente (ai fini della cessione) con il periodo 2014. Così, per ipotesi, pensiamo alla situazione di una società che, per immediate ed improrogabili esigenze di liquidità, si…

Continua a leggere...

Le sanzioni per l’omessa comunicazione dei finanziamenti dei soci

La parte sicuramente più insidiosa della comunicazione che scade il prossimo 12 dicembre (salvo possibili aperture “supplementari” del canale Entratel, come avvenuto per lo spesometro) è rappresentata indubbiamente dall’indicazione dei finanziamenti e degli apporti effettuati dai soci alle società (e dai familiari all’imprenditore individuale). A pochi giorni dalla scadenza vi è però ancora incertezza su…

Continua a leggere...

È davvero non deducibile la svalutazione degli immobili?

L’emanazione della risoluzione n.78/E dello scorso 12 novembre, ci dà l’occasione di riflettere su un tema lungamente dibattuto in dottrina, risolto in maniera negativa dalla Entrate: ove si sia operata, a livello di rimanenze di bilancio, la valutazione di un bene a costo specifico (si pensi al caso degli immobili, ma non solo), l’eventuale svalutazione…

Continua a leggere...

È davvero non deducibile la svalutazione degli immobili?

L’emanazione della risoluzione n.78/E dello scorso 12 novembre, ci dà l’occasione di riflettere su un tema lungamente dibattuto in dottrina, risolto in maniera negativa dalla Entrate: ove si sia operata, a livello di rimanenze di bilancio, la valutazione di un bene a costo specifico (si pensi al caso degli immobili, ma non solo), l’eventuale svalutazione…

Continua a leggere...

Le Snc sono esonerate dalla comunicazione dei beni ai soci?

Il prossimo mese di dicembre, salvo l’ applicazione del nuovo istituto giuridico della “tolleranza” già sperimentato in occasione dello spesometro, i contribuenti dovranno confrontarsi con l’adempimento della comunicazione dei beni dati in uso gratuito (oppure dietro il pagamento di un canone inferiore al valore di mercato) ai soci o familiari. La vicenda è ormai nota,…

Continua a leggere...