RISCOSSIONE

Tempi stretti per la rottamazione “light” dei ruoli

La Legge di Stabilità 2014 (L. 147/2013 commi da 618 a 624 dell’unico articolo) ha previsto una mini-sanatoria per incentivare il pagamento degli importi dovuti in relazione a ruoli affidati in riscossione fino al 31 ottobre 2013. Sarà difficile però che sortisca gli effetti di gettito sperati in quanto, come vedremo, è richiesto il pagamento…

Continua a leggere...

Ratezioni sino a 120 rate: condizioni ed elementi dell’istanza

La dilazione dei debiti iscritti a ruolo è uno degli strumenti di maggior successo del momento! La diffusa crisi economico finanziaria, l’applicazione pratica del detto che “per pagare c’è sempre tempo” e la mai sopita speranza di un condono – in qualunque modo denominato, anche nella forma della rottamazione dei ruoli – spingono quotidianamente i…

Continua a leggere...

Illegittimità dell’iscrizione ipotecaria per debiti fiscali su immobili conferiti in fondo patrimoniale

Con la sentenza n. 177/3/13 del 25/09/2013 la Commissione tributaria provinciale di Reggio Emilia afferma l’illegittimità dell’iscrizione ipotecaria effettuata dall’agente della riscossione su beni immobili conferiti in un fondo patrimoniale se non è provata l’attinenza delle imposte ai redditi prodotti dai beni conferiti nel fondo. Nella vicenda in esame, il contribuente impugnava l’iscrizione di un’ipoteca…

Continua a leggere...

Il fermo non blocca il comproprietario

Il fermo amministrativo, come noto, è un atto amministrativo interdittivo dell’uso di beni mobili registrati solitamente applicato ad auto e motoveicoli, il cui presupposto è il mancato pagamento da parte del debitore di pendenze di natura tributaria. E’ una misura cautelare la quale, pur impedendone l’utilizzo, non priva il debitore della proprietà del mezzo e…

Continua a leggere...

Troppo strumentali per essere presi

Il Decreto del Fare ha significativamente inciso l’art. 62 del DPR 602/1973. Nella sua precedente formulazione, la norma disponeva: al comma 1 che i beni mobili di cui all’art. 514 comma 1 n. 4) Cpc (gli strumenti, gli oggetti e i libri indispensabili per l’esercizio della professione, dell’arte o del mestiere del debitore) possono essere…

Continua a leggere...

Più tutela per l’unico immobile del debitore

Il Decreto del Fare ha proceduto alla modifica della disciplina dell’espropriazione immobiliare sostituendo interamente il primo comma dell’art. 76 del D.P.R. n. 602/1973. Le modifiche introdotte mirano a tutelare il contribuente attribuendogli maggiori garanzie nell’ambito della procedura. In ambito tributario il procedimento (attraverso cui si realizza l’esecuzione forzata sui beni immobili del debitore) introdotto con…

Continua a leggere...

Riscossione coattiva dei tributi: il Decreto Fare non elimina tutte le criticità

Non può certamente negarsi la buona volontà del legislatore che, nella consapevolezza dell’irrinunciabilità di un intervento forte e strutturato in tema di riscossione coattiva dei tributi in questo tempo lacerato da una congiuntura economica che fatica a cedere il passo alla ripresa, è fattivamente intervenuto con una serie di misure idonee a ripristinare il giusto…

Continua a leggere...

La nuova rateazione dei debiti fiscali dopo il Decreto del Fare

La rateazione del debito si conferma lo strumento principale di azione per Equitalia. La riscossione coattiva del credito nella forma tradizionale della riscossione esattoriale, di cui al D.P.R. n.602/1973, appare invero sempre più recessiva, soppiantata da soluzioni alternative incentrate, anche a questi fini, sull’adempimento spontaneo del contribuente. Tutto ciò, al di là di dichiarazioni propagandistiche…

Continua a leggere...