22 Aprile 2021

Attività professionale affiancata da una società di servizi: cessione d’azienda e contratti con la P.A.

di Andrea Beltrachini di MpO & Partners Scarica in PDF

Non è raro che un professionista, ai fini dello svolgimento della propria attività, si avvalga anche del supporto di una società di servizi, a cui delegare generalmente tutte le prestazioni che non sono riservate al professionista (prima fra tutte la raccolta ed elaborazione dati in materia contabile e/o giuslavoristica) e che sia intestataria, integralmente o parzialmente, della titolarità dei rapporti/beni funzionali all’esercizio dell’intero Studio (ad es. dipendenti, locazione/proprietà dell’immobile, attrezzature, utenze etc.).

In un tale contesto, l’operazione di cessione/aggregazione dell’attività verrà strutturata tramite la combinazione fra un contratto di presentazione/canalizzazione della clientela del professionista ed un contratto di trasferimento dell’azienda della società di servizi, eventualmente preceduto da un contratto di affitto (per maggiori approfondimenti si rinvia al nostro precedente articolo https://mpopartners.com/articoli/attivita-professionale-affiancata-societa-servizi-affitto-azienda/).

Può accadere che la società cedente sia intestataria di un contratto con una pubblica amministrazione, avente ad oggetto la prestazione, a favore dell’ente pubblico, di servizi di contabilità o di elaborazione dati.

Contratto stipulato all’esito vittorioso di una gara d’appalto.

Oggetto del presente contributo è quindi capire, mediante una rapida disamina della normativa di settore, la sorte del contratto con la P.A., all’esito della cessione d’azienda.

Continua a leggere su https://mpopartners.com/articoli/attivita-professionale-affiancata-societa-servizi-cessione-azienda-contatti-pa