26 Ottobre 2020

Appuntamento oggi alle 9 con Euroconference In Diretta

di Sergio Pellegrino Scarica in PDF

Come ogni lunedì, nuovo appuntamento con Euroconference In Diretta.

Nella sessione di aggiornamento daremo innanzitutto conto di quanto accaduto nella settimana appena trascorsa a livello di produzione normativa, di documenti di prassi elaborati da parte dell’Agenzia delle Entrate ed evidenzieremo le pronunce più interessanti della Corte di Cassazione.

Per quanto concerne i provvedimenti normativi, innanzitutto va menzionato il D.L. 129/2020, con il quale il legislatore interviene in materia di riscossione per contrastare gli effetti della crisi da Covid-19:

  • vengono spostati al 31 gennaio 2021 i termini di pagamento delle cartelle esattoriali;
  • nel contempo tutti i termini di prescrizione e di decadenza che scadono nel 2020 per la notifica delle cartelle di pagamento vengono differiti al 31 dicembre 2022.

Abbiamo poi il decreto del Ministero del Lavoro del 15 settembre, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 21 ottobre, che regolamenta il funzionamento del Registro Unico del Terzo Settore, definendo il percorso di sei mesi che porterà alla piena operatività del registro, e il decreto del MEF del 24 agosto, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 22 ottobre, che riguarda le cause di rifiuto della fattura elettronica verso la PA.

A livello di prassi dell’Agenzia, da segnalare questa settimana 1 circolare, 1 risoluzione e 20 risposte ad istanze di interpello.

La nostra analisi partirà dalla circolare, la n. 27/E del 19 ottobre, che torna ad analizzare gli effetti dell’articolo 24 del D.L. 34/2020, con il quale il legislatore ha escluso le imprese con un volume di ricavi non superiore a 250 milioni di euro dal versamento del saldo Irap 2019 e del primo acconto 2020.

Sul tema l’Agenzia si era già cimentata con la precedente circolare 24/E, che non aveva però risolto tutti i dubbi: il principale chiarimento fornito con questo nuovo documento è quello relativo alla determinazione del saldo Irap dovuto per il 2020 e come debba essere computato il 1° acconto “figurativo” (non essendo stato versato).

Spazio quindi a due risposte ad interpelli che riguardano entrambi fondazioni.

La prima, la n. 481 di lunedì 19, si concentra sul mantenimento della qualifica di ente non commerciale da parte di una fondazione che riceverà in donazione dai fondatori il 100% delle azioni di una S.p.A.

La seconda, la n. 489 del 21 ottobre, affronta invece il tema del trattamento fiscale da riservare al passaggio di partecipazioni dalla sfera istituzionale a quella commerciale di una fondazione.

Molto interessante anche la risposta 483 del 19 ottobre, che riguarda un’operazione di riorganizzazione societaria che si vorrebbe effettuare applicando la previsione dell’articolo 177 comma 2-bis del Tuir.

Infine, concluderemo la sessione di aggiornamento con l’esame dell’ordinanza della Corte di Cassazione n. 23253 di venerdì 23 ottobre, che affronta il tema della possibilità dell’iscrizione ipotecaria su beni collocati in un fondo patrimoniale per debiti tributari.

Nella sessione adempimenti e scadenze, Lucia Recchioni ci spiegherà come indicare nel modello Redditi 2020 gli aiuti di stato, mentre, in quella di approfondimento, Roberto Bianchi affronterà il tema del credito di imposta affitti e ruoli scaduti.

Nell’ambito della sessione dedicata alle agevolazioni edilizie, realizzata in collaborazione con il servizio Focus Agevolazioni Edilizie di Euroconference Consulting, ci soffermeremo sulla verifica dell’esistenza di un impianto di riscaldamento nell’edificio in cui si realizza l’intervento di efficientamento energetico come condizione per fruire di ecobonus e superbonus.

Nella sessione curata da Gruppo Finservice, il dott. Stefano Sainati ci parlerà del reverse factoring come opportunità per le imprese nostre clienti.

Consueta chiusura, infine, con la sessione Q&A, nella quale affronteremo alcuni dei quesiti proposti dai partecipanti in relazione ai temi affrontati (altri troveranno invece risposta in settimana nell’area dedicata a Euroconference In Diretta sulla piattaforma Evolution e sulla Community su Facebook).

______________________________________

MODALITÀ DI FRUZIONE DI EUROCONFERENCE IN DIRETTA

La fruizione di Euroconference In Diretta avviene attraverso la piattaforma Evolution con due possibili modalità di accesso:

  1. attraverso l’area clienti sul sito Euroconference (transitando poi da qui su Evolution);
  2. direttamente dal portale di Evolution https://portale.ecevolution.it/ inserendo le stesse credenziali utilizzate per l’accesso all’area clienti sul sito di Euroconference (PARTITA IVA e PASSWORD COLLEGATA).

Importante avvertenza: è necessario entrare con la PARTITA IVA e la PASSWORD COLLEGATA (e non utilizzando il codice fiscale).

 

A partire dal pomeriggio, chi non avesse potuto partecipare alla diretta ha la possibilità di visionare la puntata in differita on demand, sempre attraverso la piattaforma Evolution.