11 ottobre 2016

“Chunking down”

di Laura Maestri Scarica in PDF

Chunking down” è un’espressione anglosassone che, nel linguaggio comune, significa “sbocconcellare” qualcosa di solido per poter meglio assorbire un’abbondante quantità di liquidi (un esempio: patatine e snack quando si bevono abbondanti aperitivi).

Nel linguaggio della Programmazione Neurolinguistica, la definizione “chunking down” esprime la procedura di specificazione nel dettaglio degli elementi di un’informazione generale.

Faccio un esempio: quando qualcuno vi comunica di aver acquistato una nuova auto, il processo di chunking down è spontaneo; è facile che sorgano spontaneamente domande come: che tipo di auto? Di che marca? Quale modello? Con quali optional? Di che colore? e così via.

La stessa dinamica è applicabile in modo efficace anche nell’ambito professionale: più le questioni sono complesse, più l’esercizio di entrare nei particolari aiuta la comprensione e la fattibilità del progetto.

Molto spesso le persone, soprattutto quelle ad un livello gerarchico alto nelle aziende, si esprimono a grandi linee: comunicano una visione globale e sporadicamente entrano nello specifico. Questo tipo di comportamento a volte può causare dubbi e incomprensioni da parte di chi ascolta, oppure genera un senso di inadeguatezza rispetto ad una richiesta apparentemente sovradimensionata alla proprie competenze.

I grandi obiettivi – sia professionali che personali – sembrano irraggiungibili quando sono definiti a grandi linee e con scarsi appigli e punti di contatto con la propria realtà del momento.

Non è facile visualizzare un grande traguardo come una serie di piccole, fattibili iniziative; nella realtà, l’esercizio di approfondire i dettagli operativi specifici, con l’intento di compierli uno alla volta, è la strategia vincente per ottenere i risultati più ambiti.

Il chunking down è una pratica costantemente utilizzata dai coach (in qualsiasi campo di applicazione: sport, business, life) nell’accompagnare il cliente a fare chiarezza sulla meta che si vuole conquistare; attraverso questa tecnica, il coach pone delle domande di specificazione per dirigere l’attenzione sui passi che potrebbero essere necessari per raggiungere quel risultato.

Dal punto di vista pratico, il chunking down può aiutare a comprendere meglio il proprio interlocutore: se qualcuno vi dice: “La sua interpretazione di questa legge è originale!” prima di risentirvi oppure, a seconda della personale interpretazione, di sentirvi lusingati, sarebbe opportuno chiedere: “Cosa intende per originale”?

Per approfondire gli aspetti della comunicazione vi raccomandiamo il seguente seminario di specializzazione:

Comunicare piu’ efficacemente con le tecniche della programmazione neurolinguistica