DIRITTO SOCIETARIO

Società di persone: le quote non possono essere espropriate

Ai sensi dell’articolo 2252 cod. civ., nelle società di persone il contratto sociale può essere modificato soltanto con il consenso di tutti i soci, se non è convenuto diversamente. Tra le modifiche dell’atto costitutivo che richiedono il consenso di tutti i soci vi sono quelle che riguardano il numero e le persone dei soci: non…

Continua a leggere...

La successione nei contratti relativi all’azienda

Rispetto alla disciplina ordinaria in tema di cessione di contratti (articoli 1406 e seguenti cod. civ.), quando il trasferimento si perfeziona nell’ambito di un’operazione di cessione d’azienda, scontrandosi con l’esigenza di preservare la continuità dei rapporti negoziali tramite i quali si esplica l’attività di impresa, l’articolo 2558 cod. civ. limita la possibilità del contraente ceduto…

Continua a leggere...

Il sistema dualistico nelle Spa

Nell’ambito della disciplina civilistica sulla amministrazione delle Spa, il sistema dualistico può essere adottato in alternativa al sistema monistico o tradizionale. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata in Dottryna, nella sezione “Societario”, una apposita Scheda di studio. Il presente contributo analizza i profili generali del sistema dualistico. Nelle società…

Continua a leggere...

Se l’assemblea non delibera la società si scioglie

Le società con esercizio coincidente con l’anno solare hanno ormai approvato il bilancio di esercizio, pur nei casi in cui si è beneficiato del maggior termine di 180 giorni. Purtuttavia, vi potrebbero essere delle situazioni nelle quali l’assemblea dei soci non riesce a deliberare l’approvazione del bilancio. In questi casi gli amministratori non possono essere…

Continua a leggere...

La nomina degli amministratori delle S.p.a.

Le S.p.a. possono scegliere tra tre diverse forme di amministrazione: il sistema tradizionale, il sistema monistico e il sistema dualistico. Se lo statuto non dispone diversamente, trova applicazione il modello tradizionale, e la funzione amministrativa è esercitata dall’amministratore o dal Consiglio di Amministrazione. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata…

Continua a leggere...

L’invalidità delle deliberazioni assembleari

Nel modello tradizionale e nel modello monistico, l’assemblea dei soci di una Spa rappresenta l’organo cui è affidata la funzione decisionale. Al fine di approfondire i diversi aspetti sul suo funzionamento, è stata pubblicata in Dottryna, nella sezione “Societario”, una apposita Scheda di studio. Il presente contributo analizza le diverse possibili cause di invalidità nelle…

Continua a leggere...

Responsabilità del collegio sindacale

Come noto la responsabilità del collegio sindacale è disciplinata nell’articolo 2407 cod. civ., il cui primo comma esprime un principio di carattere generale secondo cui “i sindaci devono adempiere i loro doveri con la professionalità e la diligenza richieste dalla natura dell’incarico”. Tale principio deve essere applicato tenendo conto delle dimensioni, delle caratteristiche e della…

Continua a leggere...

Le obbligazioni convertibili

La società che necessita di nuovi mezzi finanziari, alternativamente all’emissione di nuove azioni (e, quindi, all’aumento del capitale sociale), può offrire in sottoscrizione al pubblico le obbligazioni. Al fine di approfondire i diversi aspetti legati alla emissione di obbligazioni, è stata pubblicata in Dottryna, nella sezione “Societario”, la relativa Scheda di studio. Il presente contributo…

Continua a leggere...

Limiti alla circolazione delle azioni per atto tra vivi

La partecipazione sociale in una S.p.a. è rappresentata da azioni: le azioni sono un titolo rappresentativo dei diritti e degli obblighi previsti in capo al socio. Al fine approfondire la disciplina civilistica della azioni e della loro circolazione, è stata pubblicata in Dottryna, nella sezione “Societario”, una apposita Scheda di studio. Il presente contributo si…

Continua a leggere...

I sindacati di voto

I soci di una S.p.a. possono regolare i rapporti tra loro intercorrenti stipulando appositi “patti parasociali”. Trattasi di veri e propri contratti che vincolano esclusivamente i sottoscrittori. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata in Dottryna, nella sezione “Societario”, una apposita Scheda di studio. Il presente contributo fornisce un’analisi dei…

Continua a leggere...