DIRITTO SOCIETARIO

Clausole di intrasferibilità partecipazioni

A seguito della riforma del diritto societario del 2004, sono legittime nell’ambito delle S.r.l. le clausole che sanciscono in maniera tassativa il divieto assoluto di circolazione della partecipazione del socio. Tale possibilità deve essere tuttavia valutata attentamente soprattutto per le conseguenze che possono crearsi in capo alla società. Infatti, l’articolo 2469, comma 2, dopo aver…

Continua a leggere...

Delibera assembleare di aumento del capitale sociale nelle S.r.l.

Per procedere all’aumento del capitale di una S.r.l. è necessario che la maggioranza dei soci manifesti il consenso in sede assembleare. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia in esame è stata pubblicata in Dottryna, nella sezione Societario, la relativa Scheda di studio. Il presente contributo tratta nel dettaglio le condizioni e le modalità…

Continua a leggere...

La conservazione elettronica dei registri contabili di S.r.l.

Tutte le S.r.l. devono tenere i registri contabili obbligatori, ovvero: il libro giornale; il libro degli inventari; le altre scritture contabili richieste dalla natura e dalle dimensioni dell’impresa. Ai sensi dell’articolo 2220 cod. civ. i richiamati registri devono essere conservati per dieci anni dalla data dell’ultima registrazione. È possibile la conservazione elettronica, sempre che le…

Continua a leggere...

Gli adempimenti formali per le modifiche dell’atto costitutivo delle S.r.l.

  Nel momento in cui si deve modificare l’atto costitutivo di una S.r.l., in linea generale è necessaria, ai sensi di quanto previsto dall’articolo 2480 cod. civ., una deliberazione dell’assemblea dei soci con l’intervento del notaio che deve redigere il verbale e provvedere alla sua iscrizione al Registro delle imprese. Non tutte le modifiche dell’atto…

Continua a leggere...

Rinvio dell’assemblea nelle società per azioni

Secondo quanto stabilito dall’articolo 2374, comma 1, del codice civile, “i soci intervenuti che riuniscono un terzo del capitale rappresentato nell’assemblea, se dichiarano di non essere sufficientemente informati sugli oggetti posti in delibera, possono chiedere che l’assemblea sia rinviata a non oltre cinque giorni”. Il successivo comma 2, al fine di evitare un utilizzo distorto…

Continua a leggere...

Quote di Srl e diritti connessi

Le partecipazioni in società a responsabilità limitata sono molto diffuse nella realtà economica del Paese, sia per quanto riguarda società di stampo “familiare”, sia per quanto riguarda società con una base partecipativa più ampia. La gestione di tali partecipazioni, anche in relazione al loro trasferimento, costituisce senza dubbio un tema alquanto interessante ed intriso di…

Continua a leggere...

Riduzione del capitale per perdite: limite di 10.000 euro o 1 euro?

Come noto, quando risulta che il capitale è diminuito di oltre un terzo in conseguenza di perdite, gli amministratori devono senza indugio convocare l’assemblea per gli opportuni provvedimenti, i quali potranno concretizzarsi anche in un mero rinvio di ogni decisione al successivo esercizio. Solo se entro l’esercizio successivo la perdita non risulta diminuita a meno…

Continua a leggere...

La riserva legale nelle S.r.l. semplificate

La disciplina delle S.r.l. semplificate presenta ancora numerosi punti da chiarire, il più rilevante dei quali è sicuramente rappresentato dalle regole da applicare in tema di riserva legale. Come noto, attualmente, possono essere richiamate tre distinte tipologie di S.r.l.: la S.r.l. c.d. “ordinaria”, con capitale superiore a 10.000 euro; la S.r.l. c.d. “a capitale minimo”…

Continua a leggere...

Il diritto alla percezione degli utili nelle società di persone

Dopo aver esaminato in precedenti contributi le tematiche dei creditori particolari del socio, dei profili di responsabilità nei trasferimenti di quote e nella distribuzione di acconti sugli utili, si analizza ora un altro aspetto problematico che riguarda la disciplina delle società personali e cioè, la procedura con la quale viene distribuita al socio la quota…

Continua a leggere...

I prestiti tra privati e i limiti per la raccolta del risparmio

La Banca d’Italia l’8 novembre scorso ha pubblicato un provvedimento recante disposizioni per la raccolta del risparmio dei soggetti diversi dalle banche che entrerà in vigore dal 1° gennaio 2017. Trattasi di un elaborato alquanto interessante che raccorda al suo interno, oltre alle disposizioni in materia presenti nel TUB, anche le note delibere del CICR…

Continua a leggere...