CONTROLLO

Accertamento e sanzioni per chi sottoscrive la relazione sulla revisione

Il comma 5 dell’articolo 1 del D.P.R. 322 del 1998 stabilisce che la dichiarazione delle società e degli enti soggetti all’imposta sul reddito delle società sottoposti al controllo contabile ai sensi del codice civile o di leggi speciali è sottoscritta anche dai soggetti che sottoscrivono la relazione di revisione. La dichiarazione priva di tale sottoscrizione è valida,…

Continua a leggere...

La vigilanza dei sindaci non riguarda il “merito” della gestione

Nei confronti del Collegio sindacale sono come noto ipotizzabili due diverse tipologie di responsabilità con riguardo all’adempimento dei propri doveri. La prima, cd. “esclusiva”, è quella relativa alla violazione degli obblighi di verità delle proprie attestazioni, e di conservazione del segreto sui fatti e sui documenti di cui abbia avuto conoscenza nell’espletamento del mandato. Si…

Continua a leggere...

Con gli ISA Italia si rinnova la relazione del sindaco-revisore

I Principi di revisione ISA Italia, che si applicano per le revisioni legali dei conti a partire dai bilanci d’esercizio aventi inizio dal 1 gennaio 2016, dedicano alla relazione finale del revisore contenente il giudizio sul bilancio d’esercizio ben cinque (più uno) principi di revisione; si tratta precisamente dei seguenti documenti: Isa Italia n. 700:…

Continua a leggere...

Isa Italia nelle imprese minori: il documento applicativo del Cndcec

Il Cndcec ha pubblicato alla fine dell’anno 2015 il documento intitolato “L’applicazione dei principi di revisione internazionali (ISA Italia) alle imprese di dimensioni minori”. Si tratta di un aggiornamento sostanziale, anche per via dell’allineamento ai nuovi principi di revisione ISA Italia applicabili dai bilanci degli esercizi aventi inizio a partire dal 1 gennaio 2015, del…

Continua a leggere...

Il controllo di legalità del collegio sindacale

Nello svolgimento del proprio incarico i sindaci devono vigilare sull’adeguatezza e sul corretto funzionamento della struttura organizzativa, nonché sull’adeguatezza dell’assetto amministrativo. Un primo monitoraggio sull’adeguatezza della struttura organizzativa si articola attraverso la corrispondenza tra struttura decisionale, deleghe e poteri risultanti dalle delibere assembleari e consiliari con le risultanze comunicate al Registro delle imprese. La consapevolezza…

Continua a leggere...

Sindaci e controllo di gestione

Chiudiamo con questo articolo – dopo i primi tre articoli (1. Sindaci e controllo di gestione interno, 2. Sindaci e Controllo di gestione interno, 3. Collegio sindacale e controllo di gestione a supporto del budget) – il commento a una serie di attività svolte dal controllo di gestione utili al collegio sindacale nell’ambito delle sue funzioni…

Continua a leggere...

Collegio sindacale e controllo di gestione a supporto del budget

Dopo la prima puntata del 28 luglio, in cui abbiamo introdotto il concetto di controllo di gestione, e la seconda puntata del 23 ottobre, in cui abbiamo introdotto il concetto di giudizio sulla struttura del controllo di gestione, affrontiamo in questo articolo l’approccio del collegio sindacale all’analisi del budget aziendale. Il controllo di legalità del collegio sindacale…

Continua a leggere...

Le attestazioni scritte nel lavoro di revisione contabile

Il Principio di revisione ISA Italia 580 tratta della responsabilità del revisore nell’acquisire le attestazioni scritte della direzione e, quando ritenuto appropriato, dei responsabili dell’attività di governance della società. Le attestazioni della direzione sono una procedura con cui il revisore chiede al legale rappresentante della società, o comunque ad un soggetto che ha un appropriato…

Continua a leggere...

La documentazione della revisione contabile

Il Principio di revisione ISA Italia 230 tratta della responsabilità del revisore nel predisporre e conservare la documentazione della revisione contabile, ovverosia di quanto nella prassi si è soliti indicare comunemente con il termine di “carte di lavoro”. Si tratta della evidenza documentale delle procedure di revisione svolte, degli elementi probativi acquisiti e delle conclusioni…

Continua a leggere...

Il Libro delle adunanze e delle decisioni del Collegio sindacale

La Norma di comportamento n. 2.3 del Collegio sindacale nelle società non quotate, in vigore dal 30 settembre 2015, tratta delle modalità di approntamento, aggiornamento e conservazione del Libro delle adunanze e delle deliberazioni dell’organo di controllo. La Norma 2.3, nel paragrafo intitolato “Principi”, prescrive che “ delle riunioni, dell’attività svolta e degli accertamenti effettuati…

Continua a leggere...