CONTABILITÀ

La rilevazione contabile dell’agevolazione Sabatini-ter

Tra le misure adottate dal governo al fine di accrescere la competitività del sistema produttivo italiano rientra anche l’agevolazione nota come Sabatini-ter e destinata ai nuovi investimenti aziendali. Il beneficio, prorogato fino al 31 dicembre 2018, è stato maggiorato nella misura del 30% in caso di investimenti rientranti nel più ampio ambito individuato dal termine…

Continua a leggere...

L’obbligo di tenuta delle scritture contabili di magazzino

Secondo il dettato dell’articolo 14 del D.P.R. 600/1973 e dell’articolo 1, comma 1, del D.P.R. 695/1996 i contribuenti sono tenuti alle scritture ausiliarie di magazzino a partire dal secondo periodo d’imposta successivo a quello in cui per la seconda volta consecutiva l’ammontare dei ricavi e l’ammontare complessivo delle rimanenze siano superiori, rispettivamente, a euro 5.164.568,99…

Continua a leggere...

Il calcolo del massimo ristorno nelle cooperative

Com’è noto con il D.Lgs. 139/2015, sono state apportate sostanziali modifiche ai criteri di redazione dei bilanci societari. In merito alle modifiche dell’articolo 2425 cod. civ. si evidenzia l’avvenuta soppressione della sezione “E” dello schema di conto economico dove trovavano allocazione i proventi e gli oneri straordinari. È indubbio e facile da immaginare che detta…

Continua a leggere...

Anche per i prestiti infruttiferi è necessario rilevare gli interessi

In applicazione del nuovo criterio del costo ammortizzato e della connessa attualizzazione, si rende necessario rilevare gli interessi figurativi anche nel caso di prestiti infruttiferi. Secondo il citato criterio, infatti, il valore iniziale di iscrizione di un debito è dato dalla differenza tra il suo valore nominale e i relativi costi di transazione, premi, sconti,…

Continua a leggere...

Il controllo dei crediti iscritti in bilancio al 31/12

Con l’introduzione ad opera del D.Lgs. 139/2015 del punto n. 8 dell’articolo 2426, comma 1, cod. civ. il legislatore ha stabilito che i crediti ed i debiti siano rilevati in bilancio secondo il criterio del costo ammortizzato. La norma si riferisce tanto ai crediti e debiti commerciali quanto ai crediti e debiti finanziari a breve,…

Continua a leggere...

L’iscrizione in bilancio delle immobilizzazioni immateriali

La voce BI dell’articolo 2424 del cod. civ. accoglie le immobilizzazioni immateriali. Le condizioni per l’iscrizione in bilancio delle immobilizzazioni immateriali sono dettate dall’OIC 24 e variano a seconda della tipologia di immobilizzazioni immateriale considerata; esse possono difatti suddividersi tra: beni immateriali, avviamento, oneri pluriennali, immobilizzazioni immateriali in corso, acconti. I beni immateriali devono essere…

Continua a leggere...

L’OIC 28 e i crediti verso soci per versamenti ancora dovuti

La prima macroclasse dello schema di stato patrimoniale, come definito dall’articolo 2424 del cod. civ., è rappresentata dalla lettera A) crediti verso soci per versamenti ancora dovuti, con separata indicazione della parte già richiamata. Tale sezione accoglie i crediti che la società vanta nei confronti dei soci con riferimento ai conferimenti in denaro deliberati e…

Continua a leggere...

Stampa dei registri Iva entro il termine “ordinario”?

Lo scorso 6 marzo 2017 l’Agenzia delle Entrate ha rilasciato la risoluzione 26/E con la quale ha chiarito che le dichiarazioni Iva inviate entro il 3 marzo 2017 sono comunque da considerarsi tempestive. In particolare, l’Amministrazione ha chiarito che il termine entro cui inviare la dichiarazione non è stato prorogato, ma che, solo a causa…

Continua a leggere...

L’iscrizione in bilancio delle disponibilità liquide

Si rende necessario iniziare la verifica delle voci di bilancio. Il primo controllo da effettuare riguarda i conti aperti alle disponibilità liquide. In merito occorre chiedersi se: è stata controllata la corrispondenza tra il saldo contabile e la giacenza effettiva; la cassa è sempre positiva; ci sono sospesi di cassa da registrare; ci sono assegni…

Continua a leggere...

Rilevazione delle ritenute sui bonifici per ristrutturazioni edilizie

Con la legge di Bilancio per l’anno 2017 sono state prorogate: la detrazione Irpef del 50% in relazione agli interventi di recupero/ristrutturazione degli edifici esistenti, la detrazione Irpef/Ires del 65% relativa agli interventi di riqualificazione energetica, la detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. Sul tema le novità di maggior rilievo…

Continua a leggere...