CONTABILITÀ

La contabilizzazione della destinazione utili per le società di persone

Come accade per le società di capitale, anche per le società di persone la fine del periodo di imposta e il calcolo delle imposte comporta la determinazione del risultato di esercizio. In particolare, tale momento corrisponde anche a quello di rilevazione della destinazione dell’eventuale utile (o perdita). La rilevazione va effettuata per le società di…

Continua a leggere...

Le spese di vitto, alloggio e trasporto per i professionisti

Con le modifiche apportate ad opera della L. 81/2017 al comma 5 dell’articolo 54 del Tuir, a far data dal 1° gennaio 2017 troveranno applicazione nuove regole fiscali in tema di deduzione delle spese per vitto, alloggio e formazione professionale sostenute dal professionista. Le novità riguardano principalmente tre aspetti. Il primo attiene al venir meno…

Continua a leggere...

La contabilizzazione degli ammanchi di cassa

Una delle problematiche da affrontare in sede di redazione del bilancio è l’esistenza di ammanchi di cassa; nel caso in cui essi si siano manifestati, occorre poi capire se gli ammanchi corrispondano ad una posta fiscalmente deducibile o meno. Non esiste un articolo del Tuir che si occupi di definire la loro deducibilità o indeducibilità,…

Continua a leggere...

Il conferimento di beni in società

Il nostro codice civile prevede l’esistenza di svariate forme di società a responsabilità limitata. L’articolo 2463 cod. civ., in merito alla costituzione delle Srl, prevede che l’atto costitutivo indichi l’ammontare del capitale sociale di costituzione per un importo non inferiore a 10.000 euro, tuttavia il comma 4 del medesimo articolo, introdotto a opera del D.L….

Continua a leggere...

Le rilevazioni di fine anno: ratei e risconti

Una delle operazioni di fine anno collegata alla redazione del bilancio di esercizio è rappresentata dal calcolo e dalla rilevazione dei ratei e risconti di esercizio siano essi attivi o passivi. Rispetto al passato nel bilancio al 31 dicembre 2016 va citata la novità di cui all’articolo 2435 del cod. civ. il quale prevede che,…

Continua a leggere...

La rilevazione contabile dell’agevolazione Sabatini-ter

Tra le misure adottate dal governo al fine di accrescere la competitività del sistema produttivo italiano rientra anche l’agevolazione nota come Sabatini-ter e destinata ai nuovi investimenti aziendali. Il beneficio, prorogato fino al 31 dicembre 2018, è stato maggiorato nella misura del 30% in caso di investimenti rientranti nel più ampio ambito individuato dal termine…

Continua a leggere...

L’obbligo di tenuta delle scritture contabili di magazzino

Secondo il dettato dell’articolo 14 del D.P.R. 600/1973 e dell’articolo 1, comma 1, del D.P.R. 695/1996 i contribuenti sono tenuti alle scritture ausiliarie di magazzino a partire dal secondo periodo d’imposta successivo a quello in cui per la seconda volta consecutiva l’ammontare dei ricavi e l’ammontare complessivo delle rimanenze siano superiori, rispettivamente, a euro 5.164.568,99…

Continua a leggere...

Il calcolo del massimo ristorno nelle cooperative

Com’è noto con il D.Lgs. 139/2015, sono state apportate sostanziali modifiche ai criteri di redazione dei bilanci societari. In merito alle modifiche dell’articolo 2425 cod. civ. si evidenzia l’avvenuta soppressione della sezione “E” dello schema di conto economico dove trovavano allocazione i proventi e gli oneri straordinari. È indubbio e facile da immaginare che detta…

Continua a leggere...

Anche per i prestiti infruttiferi è necessario rilevare gli interessi

In applicazione del nuovo criterio del costo ammortizzato e della connessa attualizzazione, si rende necessario rilevare gli interessi figurativi anche nel caso di prestiti infruttiferi. Secondo il citato criterio, infatti, il valore iniziale di iscrizione di un debito è dato dalla differenza tra il suo valore nominale e i relativi costi di transazione, premi, sconti,…

Continua a leggere...

Il controllo dei crediti iscritti in bilancio al 31/12

Con l’introduzione ad opera del D.Lgs. 139/2015 del punto n. 8 dell’articolo 2426, comma 1, cod. civ. il legislatore ha stabilito che i crediti ed i debiti siano rilevati in bilancio secondo il criterio del costo ammortizzato. La norma si riferisce tanto ai crediti e debiti commerciali quanto ai crediti e debiti finanziari a breve,…

Continua a leggere...