BILANCIO

OIC 16 e capitalizzazione degli interessi passivi

Il costo delle immobilizzazioni materiali può comprendere anche gli interessi passivi sostenuti per la costruzione anche se riferiti ad un finanziamento generico e non di “scopo”. Questa è uno degli aspetti più interessanti del documento OIC 16, ricordando che l’articolo 2426, comma 1, n. 1, stabilisce che “il costo di produzione comprende tutti i costi…

Continua a leggere...

Costo ammortizzato per crediti e debiti commerciali

Si è talvolta indotti a pensare, erroneamente, che il criterio del costo ammortizzato rappresenti una metodologia di rilevazione in bilancio dei soli crediti (e debiti) di natura finanziaria, quando invece il n. 8) dell’articolo 2426, cod. civ., prescrive che il criterio del costo ammortizzato deve essere applicato per la rilevazione in bilancio dei debiti e…

Continua a leggere...

Nuove indicazioni per i bilanci delle cooperative

Una nota del Ministero dello Sviluppo Economico e un documento del Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti contribuiscono a fare chiarezza sull’impatto delle novità introdotte dal D.Lgs. 139/2015, sui bilanci delle cooperative. La materia, ha suscitato numerose perplessità tra gli operatori in ordine alle modifiche all’articolo 2425 cod. civ. riguardanti l’esonero per le cosiddette “microimprese” dall’obbligo di…

Continua a leggere...

La valutazione delle poste monetarie in valuta

Un’operazione in valuta estera è una qualunque operazione di acquisto/vendita di beni o servizi, di ricevimento o erogazione di un finanziamento, di acquisto di un bene strumentale, etc. effettuata in una valuta diversa dall’euro. Le operazioni in valuta vanno rilevate inizialmente sulla base del cambio corrente alla data nella quale la relativa operazione è compiuta,…

Continua a leggere...

Doppio bilancio per le società con esercizio ultrannuale

Le società neocostituite possono legittimamente stabilire la durata del primo esercizio sociale per un periodo non superiore a 15 mesi decorrenti dalla data dell’atto costitutivo. Le società costituite negli ultimi tre mesi del 2015 ben potrebbero quindi indicare, quale data di chiusura del primo esercizio sociale, il 31.12.2016: sebbene non espressamente prevista dal legislatore, questa…

Continua a leggere...

Rettifiche di bilancio e “utili portati a nuovo” non capienti

Le nuove regole in materia di bilancio di esercizio impongono generalmente un’applicazione retroattiva dei riformulati principi contabili, con imputazione degli effetti ai saldi di apertura dell’esercizio in corso. Più precisamente, secondo i chiarimenti forniti dall’OIC, gli effetti potrebbero essere imputati alla voce “utili portati a nuovo”, sebbene il redattore di bilancio possa scegliere anche un’altra…

Continua a leggere...

La relazione sulla gestione

Per le società che redigono il bilancio nella forma ordinaria, il progetto di bilancio da sottoporre ai soci per l’approvazione deve essere accompagnato da una relazione degli amministratori, che prende il nome di relazione sulla gestione, il cui contenuto è di carattere essenzialmente descrittivo. Il contenuto è disciplinato principalmente dall’articolo 2428 cod. civ., ma bisogna…

Continua a leggere...

Collegio sindacale e controlli su assetto organizzativo – parte V°

Come illustrato dalle Norme n. 3.3 e 5.3 delle “Norme di comportamento del collegio sindacale” i sindaci devono dare atto che le operazioni economiche e finanziarie più rilevanti siano realizzate nel rispetto dei principi di corretta gestione imprenditoriale e societaria (Verbale V. 9). In altre parole, i sindaci devono rilevare che l’organo di amministrazione sia…

Continua a leggere...

Esposizione dei crediti e debiti in bilancio: entro o oltre i 12 mesi

Come noto, nello schema obbligatorio di stato patrimoniale disciplinato dall’articolo 2424 del codice civile, la classificazione nell’ambito delle due macroclassi principali – “Immobilizzazioni” ed “Attivo circolante” – va effet­tuata in linea generale sulla base della destinazione di ogni singola posta dell’attivo e non sulla base del criterio finanziario, che consiste nel suddividere le poste di…

Continua a leggere...

Finanziamenti infruttiferi soci e novità di bilancio

A seguito delle novità introdotte con il D.Lgs. 139/2015, i debiti devono essere valutati al costo ammortizzato, tenendo conto del fattore temporale. Il riformulato principio contabile OIC 19, dedicato appunto ai debiti, nel soffermarsi sulla necessità di tener conto del “fattore temporale”, chiarisce che deve essere a tal fine confrontato il tasso di interesse desumibile…

Continua a leggere...