SOCIETÀ E BILANCIO

Perdite d’esercizio: riporto e utilizzo

Qualora l’esercizio si chiuda con la produzione di una perdita, l’assemblea dei soci può scegliere alternativamente il riporto a nuovo o la copertura della stessa. Nel primo caso, riporto a nuovo, la scrittura contabile da eseguire sarà la seguente: Perdite d’esercizi precedenti                    a                             Perdita d’esercizio La voce “Perdita d’esercizi precedenti” andrà rilevata in A.VIII…

Continua a leggere...

La nuova chiusura del fallimento – II° parte

Attesa la complessità interpretativa del nuovo articolo 118 L.F., il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili ha emesso un documento lo scorso mese di giugno in cui sono fornite delle preziose indicazioni circa gli obblighi di cancellazione dal Registro imprese delle società fallite in pendenza di giudizi, che sono stati approfonditi in un…

Continua a leggere...

Partecipazioni: imputazione a bilancio

Secondo il disposto dell’articolo 2424-bis, comma 2, cod. civ., le partecipazioni sulle quali è esercitata un’influenza dominante si intendono immobilizzazioni. Trattasi di una presunzione relativa che può essere facilmente superata anche con la delibera dell’organo amministrativo con la quale si asserisca che tali partecipazioni sono destinate alla negoziazione. Al fine dell’iscrizione in bilancio possono essere…

Continua a leggere...

La “nuova” chiusura del fallimento

Spinto dall’esigenza di uniformarsi ai principi dettati in ambito comunitario in tema di ragionevole durata delle procedure fallimentari, il Legislatore nazionale ha modificato parzialmente l’articolo 118 L.F. con l’approvazione del D.L. 83/2015, prevedendo la possibilità di chiusura del fallimento in presenza di giudizi ancora pendenti. Il nuovo testo dell’articolo 118 L.F. va messo in relazione…

Continua a leggere...

Il sistema monistico nelle Spa

Il sistema monistico può essere adottato dalle Spa in alternativa al sistema dualistico o tradizionale. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata in Dottryna, nella sezione “Societario”, una apposita Scheda di studio. Il presente contributo fornisce i caratteri generali del sistema monistico. I soci di una Spa possono scegliere di…

Continua a leggere...

Ritenute a garanzia nei lavori in corso su ordinazione

Capita sovente che nell’ambito dei contratti di appalto aventi ad oggetto la realizzazione di opere e, in generale, nei contratti di durata pluriennale il committente trattenga una parte del dovuto a garanzia del buon risultato della commessa richiesta. Sostanzialmente nel corso del rapporto di appalto il committente, anziché corrispondere la somma dovuta al singolo SAL,…

Continua a leggere...

Dal 2017 formazione continua obbligatoria per i revisori

Con la circolare n. 26 del 6 luglio 2017, la Ragioneria generale dello Stato ha fornito le istruzioni per l’assolvimento degli obblighi di formazione professionale continua da parte degli iscritti al Registro dei Revisori Legali. Pare utile ricordare che, ai sensi dell’articolo 27, comma 4, D.Lgs. 135/2016, l’obbligo di formazione continua dei revisori legali è…

Continua a leggere...

Società di persone: le quote non possono essere espropriate

Ai sensi dell’articolo 2252 cod. civ., nelle società di persone il contratto sociale può essere modificato soltanto con il consenso di tutti i soci, se non è convenuto diversamente. Tra le modifiche dell’atto costitutivo che richiedono il consenso di tutti i soci vi sono quelle che riguardano il numero e le persone dei soci: non…

Continua a leggere...

La successione nei contratti relativi all’azienda

Rispetto alla disciplina ordinaria in tema di cessione di contratti (articoli 1406 e seguenti cod. civ.), quando il trasferimento si perfeziona nell’ambito di un’operazione di cessione d’azienda, scontrandosi con l’esigenza di preservare la continuità dei rapporti negoziali tramite i quali si esplica l’attività di impresa, l’articolo 2558 cod. civ. limita la possibilità del contraente ceduto…

Continua a leggere...

Le scritture per la rilevazione del versamento delle imposte

Archiviata la redazione dei bilanci occorre tenere a mente gli adempimenti contabili successivi. In particolare, il riferimento è alle scritture da redigere a fronte del versamento delle imposte d’esercizio. Il primo caso riguarda il versamento delle imposte a debito effettuato in unica soluzione entro il 30 giugno 2017. Si ipotizzi che una società presenti: un…

Continua a leggere...