FINANZA

La settimana finanziaria

IL PUNTO DELLA SETTIMANA: il settore manifatturiero chiude il 2016 in deciso recupero con la crescita globale che guadagna slancio I sondaggi tra le imprese in dicembre suggeriscono un’accelerazione della crescita globale. Il miglioramento è trainato dalle economie dei mercati sviluppati. Nell’Area Euro, la ripresa è stata favorita dal deprezzamento della valuta comune, mentre negli…

Continua a leggere...

La settimana finanziaria

La Settimana sui Mercati Executive Summary Settimana di mercati sostanzialmente invariati, con l’approssimarsi delle festività natalizie e le preoccupazioni geopolitiche legate agli attentati in Turchia e in Germania che contribuiscono a rallentare i trend rialzisti di inizio mese. In via generale si sta assistendo ad una certa precauzione, specialmente sui mercati APAC, da parte degli…

Continua a leggere...

La settimana finanziaria

  Executive Summary  Settimana di borse europee e statunitensi positive, mentre i listini asiatici rimangono contrastati, con la Cina che chiude la settimana in negativo, sui timori di una possibile guerra commerciale con gli Stati Uniti. Negli Stati Uniti, la settimana è stata rivolta all’atteso meeting di politica monetaria: la Federal Reserve ha aumentato il…

Continua a leggere...

La settimana finanziaria

Executive Summary Positivi i mercati azionari, a eccezione di alcune piazze asiatiche, coi listini statunitensi che in settimana toccano i nuovi massimi storici, legate all’effetto espansivo implicito nelle politiche fiscali che verranno implementate dal presidente eletto Trump a partire dal 2017. Ma a trainare l’agenda della settimana è stato il meeting della BCE di giovedì…

Continua a leggere...

La settimana finanziaria

Executive Summary Il mercato azionario statunitense rallenta il rally innescato dalla vittoria di Trump:  i tre principali indici statunitensi d chiudono la settimana leggermente negativi dopo aver raggiunto per la prima volta dal 1999, i massimi storici contemporaneamente. Continuano le nomine del nuovo presidente, che ha eletto alla guida del Tesoro Steven Mnuchin, il quale…

Continua a leggere...

La settimana finanziaria

Executive Summary Settimana di moderati guadagni per le borse a livello globale, con i listini americani che guidano il trend al rialzo e il Dow Jones che supera per la prima a volta la soglia dei 19000 punti. Continua la risalita dei rendimenti obbligazionari e il contestuale rafforzamento del dollaro: degna di menzione il  l’asta…

Continua a leggere...

La settimana finanziaria

Executive Summary Ancora in positivo i mercati azionari delle principali economie nella settimana post elezioni presidenziali negli Stati Uniti. Il riposizionamento delle aspettative di inflazione legate all’effetto espansivo implicito nelle promesse elettorali del nuovo presidente ha innescato il rafforzamento del dollaro e la risalita dei rendimenti obbligazionari. Il movimento dei rendimenti obbligazionari si è, poi,…

Continua a leggere...

La settimana finanziaria

Executive Summary Sui mercati finanziari la scorsa settimana è stata naturalmente dominata dal clima di cautela precedente le elezioni presidenziali statunitensi e successivamente dalle reazioni globali all’inattesa vittoria di Donald Trump. A fare le spese dell’esito sono stati nella chiusura di mercoledì sera i mercati asiatici: il Nikkei ha perso oltre il 5% e i…

Continua a leggere...

La settimana finanziaria

Executive Summary Mercati globali ampiamente negativi nella settimana antecedente le elezioni presidenziali negli Stati Uniti. La crescente incertezza ha provocato un aumento dell’avversione al rischio degli investitori, favorendo i beni rifugio. Il mercato statunitense ha registrato un’altra performance negativa in uno dei trend decrescenti tra i più lunghi dalla crisi finanziaria. Oltre alla pubblicazione delle…

Continua a leggere...

La settimana finanziaria

Executive Summary   Mercati globali contrastati nell’ultima settimana di ottobre. La nuova stagione di trimestrali societarie insieme alle speculazioni sui prossimi meeting di novembre e dicembre della Federal Reserve hanno focalizzato l’attenzione negli Stati Uniti. Parallelamente sono continuate le oscillazioni del dollaro e dei rendimenti dei governativi a seconda del prevalere o meno delle speculazioni…

Continua a leggere...