REDDITO IMPRESA E IRAP

La rilevanza fiscale della correzione di errori contabili

Nei giorni scorsi il CNDCEC e la FNC hanno emanato un apprezzabile documento sulla fiscalità delle imprese OIC adopter. Trattasi del primo numero di un’iniziativa che prende il nome di Informativa periodica e rappresenta un progetto condiviso tra i due organi avente la finalità di fornire un quadro completo e aggiornato sui temi fiscali di…

Continua a leggere...

Nuove disposizioni ACE per i soggetti Irpef

Il D.M. 3 agosto 2017 è intervenuto sulla disciplina ACE, provvedendo, tra le altre cose, ad aggiornare le regole di calcolo dell’agevolazione per le persone fisiche e le società di persone esercenti attività d’impresa in contabilità ordinaria per natura o per opzione. Ai soggetti Irpef è dedicato l’articolo 8 del decreto, secondo cui, in aderenza…

Continua a leggere...

La nuova base imponibile Irap

Con la recente circolare 14/2017 Assonime affronta le principali modifiche normative introdotte dal D.Lgs. 139/2015 – applicabili ai bilanci degli esercizi iniziati dall’1.1.2016 – e il conseguente aggiornamento dei principi contabili nazionali OIC, nonché le disposizioni di coordinamento fiscale, ai fini dell’Ires e dell’Irap, stabilite dall’articolo 13-bis del D.L. 244/2016. Il capitolo 4 della circolare…

Continua a leggere...

Nuove disposizioni ACE per i soggetti Ires

Nei giorni scorsi è stato divulgato il D.M. 3 agosto 2017 recante modifiche alla disciplina dell’ACE, le cui disposizioni attuative erano contenute nel D.M. 14 marzo 2012. Difatti, il nuovo provvedimento abroga il decreto del 2012 e apporta numerosi interventi riguardanti: la revisione delle disposizioni di attuazione dell’agevolazione, al fine di gestire gli effetti delle…

Continua a leggere...

Spese di rappresentanza “più” deducibili

Con la soppressione dell’area straordinaria del conto economico si incrementa il plafond delle spese di rappresentanza deducibili, poiché i componenti straordinari positivi di reddito sono collocati in gran parte nella voce A.5 del conto economico. È bene ricordare, in linea generale, che le spese di rappresentanza sono deducibili nel periodo d’imposta di sostenimento se rispondenti…

Continua a leggere...

Componenti straordinari “derivanti da trasferimenti di azienda”

Come noto, tra le principali modifiche apportate dal D.Lgs. 139/2015 agli schemi del bilancio, vi è la soppressione dell’area “straordinaria” del conto economico. L’articolo 13-bis, comma 4, del D.L. 244/2016, nel regolare il riflesso fiscale di questa modifica, fissa un principio di carattere generale prescrivendo che, ogni qualvolta le norme fiscali fanno riferimento ai componenti…

Continua a leggere...

Società di comodo solo con canone d’azienda platealmente antieconomico

La Cassazione, nella sentenza n. 8218 del 30 marzo 2017, ha stabilito che un canone particolarmente basso di affitto di azienda può condurre all’applicazione della disciplina delle società non operative; la società, però, non risulta di comodo quando, seppur dal mero calcolo matematico derivante dall’applicazione dei coefficienti ai beni strumentali derivi un valore di ricavi…

Continua a leggere...

Sale and lease back: la tassazione opera in base alla durata del contratto

Il contratto di “Sale and lease back” è un negozio giuridico atipico con il quale una parte cede un determinato asset di sua proprietà (es. immobile, terreno, fabbricato) nei confronti di un’impresa di leasing la quale, a sua volta, concede in godimento il bene alla stessa impresa cedente, con possibilità di riscattare lo stesso entro…

Continua a leggere...

Eliminazione dell’area straordinaria con effetti anche sulle comodo

Nella circolare n. 14/2017 Assonime dedica un’ampia parte della trattazione all’esame dell’impatto dei nuovi principi contabili nazionali sia sulle imposte sui redditi che sull’Irap. Al riguardo, merita un particolare richiamo l’eliminazione dell’area straordinaria dallo schema di conto economico civilistico, per effetto della quale i componenti che prima confluivano nelle voci E20 e E21, a decorrere…

Continua a leggere...

Irap agricola: i chiarimenti del Fisco

L’esclusione dall’Irap per gli agricoltori, introdotta dalla L. 208/2015 con decorrenza dal 2016, riguarda le attività per le quali in precedenza si applicava l’aliquota ridotta dell’1,9%. Pertanto, l’imposta regionale continua a trovare applicazione con l’aliquota ordinaria per: l’attività di agriturismo; l’attività di allevamento di animali con terreno insufficiente a produrre almeno un quarto dei mangimi…

Continua a leggere...