OPERAZIONI STRAORDINARIE

Rivalutazione dei beni d’impresa: affitto e conferimento di azienda

La recente circolare 14/E/2017 con cui l’Agenzia delle Entrate tratta della rivalutazione dei beni d’impresa i cui termini sono stati riaperti dai commi da 556 a 563 della L. 232/2016 e che, per i soggetti solari, interessa il bilancio chiuso al 31 dicembre 2016 per i beni che risultavano già posseduti e iscritti nel bilancio…

Continua a leggere...

Fusione e relazione degli amministratori

L’operazione di fusione societaria è regolata dagli articoli 2501 e seguenti del codice civile, in cui sono contenute le regole civilistiche sottostanti all’operazione stessa, che deve essere proposta all’assemblea dei soci da parte dell’organo amministrativo. In linea generale, è possibile scomporre l’operazione in quattro fasi: fase progettuale, di competenza del CDA, composta dalla predisposizione del…

Continua a leggere...

Scissione asimmetrica senza variazioni nella scissa

Deve ritenersi legittima la scissione parziale di una società a favore di più società beneficiarie con attribuzione ai soci della scissa dell’intero capitale sociale delle beneficiarie a ciascuno dei soci, senza tuttavia alcuna variazione delle quote di partecipazione nella società scissa. È quanto emerge dalla lettura della Massima n. 28 del Consiglio notarile della Campania,…

Continua a leggere...

Perdite fiscali post fusione: limite del patrimonio netto rettificato

Ai sensi del comma 7 dell’articolo 172 Tuir, le perdite delle società che partecipano alla fusione possono essere riportate e quindi essere utilizzate dalla incorporante, o dalla società risultante dalla fusione, entro l’ammontare che non eccede il rispettivo patrimonio netto quale risulta dall’ultimo bilancio o, se inferiore, dalla situazione patrimoniale di cui all’articolo 2501-quater, cod….

Continua a leggere...

Realizzo controllato condizionato dalla residenza

Il regime del realizzo controllato che contraddistingue le operazioni di scambio di partecipazioni effettuate tramite conferimento trova applicazione solo quando sia la conferitaria che il soggetto scambiato sono società di capitali residenti. L’importante chiarimento è contenuto nella risoluzione AdE 43 di ieri. È noto che l’operazione di scambio di partecipazione mediante conferimento è regolata, ai…

Continua a leggere...

Conferimento con valutazione indipendente “semplice” nelle Spa

Come noto, l’articolo 2343-ter, cod. civ., disciplina un sistema alternativo di valutazione “semplificato” rispetto a quello “ordinario” regolato dall’articolo 2343, cod. civ., che prevede essenzialmente tre criteri alternativi per la valutazione dei beni apportati al capitale della Spa: il criterio basato sul “prezzo medio ponderato”, utilizzabile quando oggetto di conferimento sono valori mobiliari o strumenti…

Continua a leggere...

Fusione e affrancamento “speciale” dei maggiori valori

Ai fini delle imposte sui redditi, l’articolo 172 del Tuir dispone che l’operazione di fusione (sia “propria”, sia per “incorporazione”) è caratterizzata da un regime fiscale di neutralità per tutti i soggetti coinvolti (soggetto dante causa, soggetto avente causa e soci di entrambi i citati soggetti). Più in particolare, per quel che riguarda la società…

Continua a leggere...

Maggiore affidabilità delle valutazioni con i PIV

I Principi Italiani di Valutazione (PIV) emanati dall’Organismo Italiano di Valutazione (OIV) non devono essere obbligatoriamente utilizzati nell’ambito dei processi di valutazione, ma rappresentano delle linee guida utili per garantire una maggiore affidabilità. I PIV, infatti, si ispirano agli IVS (International Valuation Standards), pur essendo caratterizzati da un maggiore dettaglio ed essendo più concentrati sulla…

Continua a leggere...

Perizia e rappresentazione in bilancio del conferimento d’azienda

Nel trattare del conferimento in natura alle società il legislatore si è preoccupato solo di porre nell’ordinamento alcuni presidi a tutela dei terzi riguardo alla effettiva consistenza del capitale sociale; tutta la regolamentazione civilistica dell’apporto in natura nelle società è infatti volta a stabilire dei limiti massimi all’iscrizione dei beni conferiti, mentre non si intravedono…

Continua a leggere...

Fusione tra fondazione e Srl realizza la riserva in sospensione d’imposta

L’incorporazione di una Srl in una fondazione che non esercita alcuna attività commerciale determina il realizzo della riserva in sospensione d’imposta iscritta nel bilancio della società incorporata già nell’esercizio successivo a quello dell’operazione. È quanto emerge dalla risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 27/E di ieri. Il caso affrontato dal documento di prassi in commento riguarda…

Continua a leggere...