IVA

Compensazione del credito Iva da dichiarazione già dal prossimo 16 marzo

La compensazione orizzontale in F24 del credito Iva annuale per importi superiori a 5.000 euro potrà avvenire già a partire dal prossimo 16 marzo, anche nel caso in cui la dichiarazione Iva sia stata presentata successivamente allo scorso 28 febbraio, ma comunque entro il 3 marzo. Lo precisato l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n….

Continua a leggere...

Iscrizione al VIES irrilevante ai fini dell’esenzione Iva

La Corte di giustizia, con la sentenza resa nella causa C-21/16 del 9 febbraio 2017, ha affermato che l’Autorità fiscale di uno Stato membro non può negare l’esenzione Iva prevista per le cessioni intracomunitarie di beni per il solo motivo che, al momento dell’operazione, il cessionario è identificato ai fini Iva, ma non iscritto al…

Continua a leggere...

Soggetto non residente identificato in Italia con diritto al plafond

Il terzo comma dell’articolo 17 del D.P.R. n. 633/1972 dispone che, nel caso in cui gli obblighi o i diritti derivanti dall’applicazione delle norme in materia di IVA sono previsti a carico ovvero a favore di soggetti non residenti e senza stabile organizzazione nel territorio dello Stato, i medesimi sono adempiuti o esercitati, nei modi…

Continua a leggere...

La comunicazione del pro rata definitivo allo Stato membro di rimborso

Per i soggetti in regime di pro rata, la determinazione della percentuale di detrazione definitiva per l’anno 2016 impone la correzione dell’importo chiesto a rimborso a titolo di IVA assolta sugli acquisti di beni e servizi in altri Stati membri dell’Unione europea secondo la procedura dell’articolo 38-bis1 del D.P.R. 633/1972. È noto, infatti, che, in…

Continua a leggere...

Cessione di terreni edificabili da parte di imprenditori agricoli

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, in risposta all’interrogazione parlamentare n. 5-10314 del 19 gennaio 2017, è intervenuto per chiarire il trattamento IVA della cessione, da parte dell’impresa agricola, di un terreno, in origine agricolo, che abbia successivamente acquisito la destinazione edificatoria. Gli interroganti hanno, infatti, voluto sapere se le indicazioni fornite sul punto dall’Amministrazione…

Continua a leggere...

Identificazione IVA in altro Stato UE per operazioni in reverse charge

Le operazioni che, sul piano unionale, sono soggette al meccanismo del reverse charge sono previste dagli articoli 199 e 199-bis della Direttiva n. 2006/112/CE. Per le cessioni e le prestazioni ivi indicate, gli Stati membri dell’Unione europea possono stabilire che il debitore dell’IVA sia il destinatario dei beni e servizi, purché soggetto passivo. Ulteriori e…

Continua a leggere...

Gli effetti delle variazioni successive alla formazione del plafond

L’effetto temporale delle note di variazione sul plafond degli esportatori abituali deve essere attentamente valutato per evitare possibili contestazioni da parte dei verificatori. La causa della variazione, dovuta ad esempio al riconoscimento di uno sconto previsto contrattualmente, può sorgere nello stesso anno di formazione del plafond (anno 1), nell’anno del suo utilizzo (anno 2) o…

Continua a leggere...

Resi di beni in garanzia e fuori garanzia in ambito intra-UE

Nei rapporti intracomunitari, si pone il problema di come trattare i resi di beni a seconda che siano in garanzia o fuori garanzia. Innanzi tutto, la sostituzione in garanzia non dà luogo ad una operazione rilevante ai fini IVA, per cui sono esclusi da imposta i beni movimentati in esecuzione di un obbligo di garanzia,…

Continua a leggere...

Esportazione EXW per beni montati/assiemati dal cliente estero

Nella prassi commerciale può accadere che il fornitore nazionale emetta fattura al cliente non residente nell’Unione europea con resa EXW (Ex Works), con esportazione, a cura o a nome del soggetto estero, previo montaggio o assiemaggio. Di regola, con tale clausola Incoterm, l’operatore nazionale può emettere la fattura di vendita con la dicitura “operazione non…

Continua a leggere...

Aliquote Iva per suini e bovini fuori tempo massimo

Per il secondo anno consecutivo, il mondo dell’agricoltura e, in particolare, gli allevatori di suini e bovini, si trovano a navigare in un mare, già tempestoso, senza bussola e con il cielo coperto. Ma vediamo i termini della questione quali sono. Il Legislatore, da sempre, ha riservato al mondo dell’agricoltura un trattamento di favore in…

Continua a leggere...