IVA

Il regime Iva delle locazioni di fabbricati abitativi

La disciplina Iva della locazione di immobili è stata novellata da ultimo dal D.L. 83/2012, il quale individua gli immobili il cui regime naturale di locazione è l’esenzione, salvo poi prevedere alcune possibili deroghe riguardanti fabbricati per i quali, trova applicazione l’imponibilità. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia in esame, è stata…

Continua a leggere...

Immissione in libera pratica di beni con consumo in altro Stato Ue

L’articolo 67, comma 1, lettera a), del D.P.R. 633/1972 qualifica come importazioni soggette a Iva le operazioni di immissione in libera pratica, vale a dire quelle operazioni con le quali viene attribuita la posizione doganale di merce comunitaria ad una merce non comunitaria e che implicano l’applicazione delle misure di politica commerciale (verifica delle licenze…

Continua a leggere...

Non imponibilità e territorialità dei servizi internazionali

In un precedente intervento (Condizioni di non imponibilità Iva per i trasporti di beni), è stato evidenziato come l’applicazione del trattamento di non imponibilità Iva previsto per i trasporti di beni presuppone che la prestazione sia territorialmente rilevante in Italia. Se è vero infatti che, per le cessioni all’esportazione, la detassazione si applica a prescindere…

Continua a leggere...

Prestazioni sanitarie in farmacia: doppia condizione per l’esenzione

Le prestazioni sanitarie di “diagnosi, cura e riabilitazione” rese in farmacia sono esenti da Iva esclusivamente se effettuate da soggetti abilitati all’esercizio della professione. È questo uno dei principali chiarimenti resi dall’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 60/E di ieri. Diversamente dal passato, l’attività delle farmacie non si limita all’erogazione di farmaci ma si…

Continua a leggere...

Profili Iva della cessione di fabbricati abitativi

La disciplina Iva delle cessioni di fabbricati è stata da ultimo novellata ad opera del D.L. 83/2012, il quale ha modificato il disposto normativo contenuto nei numeri 8-bis e 8-ter dell’articolo 10 del D.P.R. 633/1972. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia in esame, è stata pubblicata in Dottryna, nella sezione “Iva”, la…

Continua a leggere...

Chiarimenti del Fisco sulle sanzioni da reverse charge

Con la circolare 16/E di ieri, l’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti sul trattamento sanzionatorio previsto per ogni tipo di violazione in materia di reverse charge, alla luce delle modifiche apportate dal D.Lgs. 158/2015. Si ricorda che le nuove disposizioni sono in vigore dal 1° gennaio 2016 e, per effetto del principio del favor rei, trovano…

Continua a leggere...

Le operazioni immobiliari escluse dal calcolo del pro rata

L’articolo 19, comma 5, del D.P.R. 633/1972 stabilisce che se un contribuente svolge sia un’attività che dà luogo a operazioni soggette a Iva o a queste assimilate, sia un’attività che dà luogo a operazioni esenti da imposta, lo stesso deve operare la detrazione in base a una percentuale (pro rata), determinata con i criteri dettati…

Continua a leggere...

Profili Iva della sharing economy

Ai fini Iva, le operazioni poste in essere nell’ambito della sharing economy devono essere esaminate ad un duplice livello, essendo necessario stabilire il regime impositivo applicabile: da un lato, ai beni ceduti e servizi scambiati attraverso la piattaforma digitale, definendo, a tal fine, se l’utente che fornisce i beni e servizi debba essere qualificato come…

Continua a leggere...

Nuova detrazione breve solo dalle fatture 2017

Le nuove regole sulla detrazione dell’Iva e sui termini di registrazione delle fatture di acquisto si applicano dalle fatture emesse e ricevute nel 2017. Per le fatture degli anni precedenti (2015 e 2016) non registrate, invece, vale la disciplina in vigore prima delle modifiche. L’importante precisazione è stata fornita con l’Audizione del Direttore dell’Agenzia delle…

Continua a leggere...

La detrazione Iva per i contribuenti con più attività

L’articolo 36 del D.P.R. 633/1972 contiene la disciplina applicabile nel caso in cui il contribuente svolga più attività, individuando, tra le altre cose, le fattispecie nelle quali è d’obbligo procedere alla relativa separazione e quelle, invece, in cui la separazione è facoltativa. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia in esame, è stata…

Continua a leggere...