IMPOSTE SUL REDDITO

Proventi immobiliari con dubbia imputazione nelle nuove semplificate

Il nuovo regime (naturale) previsto per i contribuenti in contabilità semplificata che, salvo opzione per la disciplina della registrazione di cui all’articolo 18, comma 5, D.P.R. 600/1973, impone di tenere una accurata gestione di incassi e pagamenti, presenta molti profili di dubbia applicazione, legati ad una formulazione legislativa per larghi tratti non particolarmente precisa. Tra…

Continua a leggere...

Esenzione Irpef anche per le società agricole?

La legge di Bilancio per il 2017 è stata foriera per il settore agricolo di norme di indubbio vantaggio e sostegno; tuttavia, non sempre le aperture possono e debbono essere lette obbligatoriamente con favore in quanto, a volte, le stesse si limitano a riconoscere un vantaggio senza offrire una guida o un fine specifico a…

Continua a leggere...

Criterio di cassa “allargato” per lo scomputo delle ritenute

Tra le modifiche introdotte dal D.L. 193/2016 con maggior impatto operativo vi è quella che riguarda il meccanismo di scomputo delle ritenute d’acconto da parte dei soggetti Irpef. Il comma 2-bis dell’articolo 5 della L. 225/2016 di conversione del decreto ha, infatti, innovato l’articolo 22, comma 1, lettera c), del Tuir, introducendo, a determinate condizioni,…

Continua a leggere...

Nuovamente rivalutabili le partecipazioni e i terreni

Con la legge di Stabilità 2017 viene prevista la riapertura, per la quattordicesima volta, dei termini per rideterminare il valore dei terreni a destinazione agricola ed edificatoria e delle partecipazioni in società non quotate posseduti da persone fisiche al di fuori dell’attività di impresa, società semplici, società ed enti ad esse equiparate di cui all’articolo…

Continua a leggere...

Già dal 2016 aumenta la detrazione sulle spese d’istruzione

La legge di bilancio per il 2017 prevede l’aumento delle detrazioni massime relative alle spese sostenute per la frequenza scolastica dei familiari a carico. In particolare, l’articolo 1, comma 617, L. 232/2016, novellando l’articolo 15, lettera e-bis), del Tuir, varia l’importo massimo detraibile per alunno o studente, originariamente previsto in 400 euro, aumentandolo a “564…

Continua a leggere...

Riaperte le rivalutazioni anche per il 2017

L’articolo 1, commi da 554 a 564, della legge di Bilancio 2017 (di cui si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale) ripropone per l’ennesima volta, sia la rivalutazione delle quote e dei terreni detenuti dalle persone fisiche alla data del 1° gennaio 2017, sia la rivalutazione dei beni d’impresa nel bilancio al 31 dicembre 2016….

Continua a leggere...

Proprietario-comodante o comodatario: chi dichiara il canone?

Con un’interessante pronuncia contenuta nella sentenza n. 7988/2016 la Commissione Tributaria Provinciale di Milano scardina l’acquisito principio normativo di cui all’articolo 26 del Tuir in materia di tassazione dei redditi fondiari percepiti da un soggetto diverso dal titolare della proprietà. Si ricorda che in base all’articolo 26, comma 1, del Tuir “I redditi fondiari concorrono,…

Continua a leggere...

Le novità in materia di cedolare secca sugli affitti

Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della L. 225/2016 di conversione del D.L. 193/2016, sono entrate in vigore a decorrere dal 3 dicembre 2016 le novità introdotte dal decreto fiscale, tra cui anche quelle in materia di cedolare secca. In particolare, è stato modificato l’articolo 3, comma 3, del D.Lgs. 23/2011, il quale ora prevede…

Continua a leggere...

Contratto di rete con mandato senza rappresentanza

Il contratto di rete è stato introdotto dal nostro Legislatore nel lontano 2009 con il preciso intento di mettere a disposizione dell’imprenditoria italiana uno strumento aggregativo altamente versatile, con il quale cercare di riuscire a superare il problema dimensionale del tessuto economico italiano che si caratterizza per il cosiddetto “nanismo”. Tale sindrome si manifesta nella…

Continua a leggere...

Riflessi fiscali dell’assegnazione di azioni proprie

Le significative modifiche introdotte dal D.Lgs. 139/2015 agli articoli 2357-ter, 2424 e 2424-bis, cod. civ., sulle modalità di rappresentazione contabile e di bilancio delle operazioni su “azioni proprie”, applicabili dai bilanci relativi agli esercizi aventi inizio dal 1 gennaio 2016, possono legittimamente porre alcuni interrogativi anche rispetto ai possibili riflessi fiscali relativi ad alcune vicende…

Continua a leggere...