IMPOSTE SUL REDDITO

Le variazioni di rendita catastale ancora modificabili

Il 31 gennaio scorso sono scaduti i termini per poter liberamente presentare, a cura dei proprietari dei terreni, la dichiarazione di variazione dei redditi fondiari, con effetto per l’anno precedente e quindi, con decorrenza per il periodo di imposta 2016. Tale facoltà, espressamente dettata per il reddito dominicale con l’articolo 29, Tuir, ma che, per…

Continua a leggere...

Nuova IRI: i chiarimenti del Fisco sulla rilevanza dei prelievi

I prelievi ammessi in deduzione dalla base imponibile IRI possono essere quantificati sulla base del reddito di impresa calcolato al lordo di tali prelevamenti. È questo uno dei principali chiarimenti che l’Agenzia delle Entrate ha fornito ieri nel corso dell’appuntamento di Telefisco 2017. Come noto la legge di bilancio 2017 ha introdotto una nuova imposta…

Continua a leggere...

Esenzione Irpef solo per i soci di società semplice

Come noto, la Legge 232/2016, la cd. legge di Bilancio per il 2017 ha introdotto alcune previsioni di sicuro favore per il mondo dell’agricoltura, tra cui la previsione contenuta nell’articolo 1, comma 44, ai sensi del quale “Per gli anni 2017, 2018 e 2019, i redditi dominicali e agrari, non concorrono alla formazione della base…

Continua a leggere...

Le novità 2017 sulla detrazione per interventi antisismici

La legge di Stabilità 2017 ha disposto la proroga anche per l’anno 2017 della detrazione per le spese relative ad interventi finalizzati all’adozione di misure antisismiche ex articolo 16-bis, comma 1, lettera i), del Tuir, introducendo tuttavia alcune novità rispetto a quanto previsto per il 2016. In particolare è stato modificato l’articolo 16, comma 1-bis,…

Continua a leggere...

Online la bozza del modello Redditi Persone Fisiche 2017

La bozza del modello Redditi Persone Fisiche 2017, pubblicata ieri sul sito dell’Agenzia delle Entrate, presenta diverse novità rispetto al modello dell’anno precedente, dovute principalmente alle modifiche normative introdotte nel corso del 2016. Tra le prime segnalazioni da fare vi è il cambio del nome da Unico a Redditi, poiché da quest’anno, si ricorda, la…

Continua a leggere...

Proventi immobiliari con dubbia imputazione nelle nuove semplificate

Il nuovo regime (naturale) previsto per i contribuenti in contabilità semplificata che, salvo opzione per la disciplina della registrazione di cui all’articolo 18, comma 5, D.P.R. 600/1973, impone di tenere una accurata gestione di incassi e pagamenti, presenta molti profili di dubbia applicazione, legati ad una formulazione legislativa per larghi tratti non particolarmente precisa. Tra…

Continua a leggere...

Esenzione Irpef anche per le società agricole?

La legge di Bilancio per il 2017 è stata foriera per il settore agricolo di norme di indubbio vantaggio e sostegno; tuttavia, non sempre le aperture possono e debbono essere lette obbligatoriamente con favore in quanto, a volte, le stesse si limitano a riconoscere un vantaggio senza offrire una guida o un fine specifico a…

Continua a leggere...

Criterio di cassa “allargato” per lo scomputo delle ritenute

Tra le modifiche introdotte dal D.L. 193/2016 con maggior impatto operativo vi è quella che riguarda il meccanismo di scomputo delle ritenute d’acconto da parte dei soggetti Irpef. Il comma 2-bis dell’articolo 5 della L. 225/2016 di conversione del decreto ha, infatti, innovato l’articolo 22, comma 1, lettera c), del Tuir, introducendo, a determinate condizioni,…

Continua a leggere...

Nuovamente rivalutabili le partecipazioni e i terreni

Con la legge di Stabilità 2017 viene prevista la riapertura, per la quattordicesima volta, dei termini per rideterminare il valore dei terreni a destinazione agricola ed edificatoria e delle partecipazioni in società non quotate posseduti da persone fisiche al di fuori dell’attività di impresa, società semplici, società ed enti ad esse equiparate di cui all’articolo…

Continua a leggere...

Già dal 2016 aumenta la detrazione sulle spese d’istruzione

La legge di bilancio per il 2017 prevede l’aumento delle detrazioni massime relative alle spese sostenute per la frequenza scolastica dei familiari a carico. In particolare, l’articolo 1, comma 617, L. 232/2016, novellando l’articolo 15, lettera e-bis), del Tuir, varia l’importo massimo detraibile per alunno o studente, originariamente previsto in 400 euro, aumentandolo a “564…

Continua a leggere...