DICHIARAZIONI

Il prospetto del capitale e delle riserve nel modello Redditi SC 2017

Come precisato nelle istruzioni alla compilazione del modello Redditi SC 2017 il prospetto del capitale e delle riserve va utilizzato al fine di monitorare la struttura del patrimonio netto, così come riclassificato agli effetti fiscali, ai fini della corretta applicazione delle norme riguardanti il trattamento, sia in capo ai partecipanti, sia in capo alla società…

Continua a leggere...

Il trasferimento delle ritenute non utilizzate

La circolare 56/E/2009, fornendo un’interpretazione autentica dell’articolo 22, comma 1, del Tuir secondo il quale “le ritenute operate sui redditi delle società, associazioni e imprese indicate nell’articolo 5 si scomputano, nella proporzione ivi stabilita, dalle imposte dovute dai singoli soci, associati o partecipanti”, ha ammesso che le ritenute subite dalla società/associazione, dopo essere state trasferite…

Continua a leggere...

Il modello 770/2017

La dichiarazione dei sostituti d’imposta si compone di due parti in relazione ai dati in ciascuna di esse richiesti: la Certificazione Unica, utilizzata dai sostituti d’imposta per comunicare in via telematica all’Agenzia delle Entrate i dati fiscali relativi alle ritenute operate nell’anno 2016, nonché gli altri dati contributivi ed assicurativi richiesti. La relativa trasmissione telematica…

Continua a leggere...

Studi di settore: i chiarimenti dell’Agenzia per il 2016

La circolare 20/E di ieri dell’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti in ordine all’applicazione degli studi di settore e dei parametri per il periodo d’imposta 2016. Il documento passa in rassegna le diverse novità che, tra gli altri aspetti, hanno riguardato: i criteri di territorialità sempre più orientati a differenziare le modalità di applicazione degli studi…

Continua a leggere...

La precompilata “va di moda”

Con un comunicato stampa di ieri l’Agenzia delle Entrate ha fatto sapere che il numero di modelli 730 precompilati trasmessi in autonomia dai cittadini, quando mancano ancora due settimane al termine ultimo per la presentazione (fissato al prossimo 24 luglio), avendo superato il tetto di 2 milioni, è già più alto rispetto al risultato definitivo…

Continua a leggere...

Il modello 770/2017: quadro SI e SK

Il quadro SI – “Utili e proventi equiparati pagati nel 2016” del modello 770/2017, da presentarsi entro il prossimo 31 luglio, va utilizzato per indicare: gli utili corrisposti nell’anno 2016 in qualità di emittente, compresi quelli relativi alle azioni immesse nel sistema di deposito accentrato gestito dalla Monte Titoli S.p.a, dalle società per azioni, in…

Continua a leggere...

L’attribuzione dei redditi ai soci nelle società di persone

In vista della compilazione del modello Redditi SP occorrerà tener conto della corretta attribuzione dei redditi prodotti dalle società di persone e assimilate, da imputare ai soci in ragione del principio di “trasparenza”. In base a tale principio, contenuto nel comma 1 dell’articolo 5 del Tuir, il reddito prodotto in forma associata deve essere ripartito…

Continua a leggere...

La detrazione Irpef delle spese per addetti all’assistenza personale

L’articolo 15, comma 1, lett. i)-septies, del Tuir prevede una detrazione Irpef nella misura del 19% per un importo non superiore a 2.100 euro, per le spese sostenute per gli addetti all’assistenza personale nei casi di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana, se il reddito complessivo non supera 40.000 euro. Come precisato…

Continua a leggere...

Quando il quadro RW fagocita il modello 730

Alcuni Colleghi ci segnalano gentilmente una stranezza del sistema di acquisizione delle dichiaraizoni dei redditi che, ove confermato, merita un pronto intervento da parte delle Entrate. Il caso è abbastanza semplice e frequente: un contribuente abilitato alla compilazione del modello 730 deve ottemperare agli obblighi in tema di monitoraggio fiscale e assolvimento delle imposte patrimoniali…

Continua a leggere...

Redditi SC 2017: la deducibilità degli interessi passivi

La deducibilità degli interessi passivi delle società di capitali è regolata dall’articolo 96 del Tuir, che prevede il seguente meccanismo: gli interessi passivi e gli oneri assimilati, diversi da quelli compresi nel costo dei beni ai sensi del comma 1, lettera b), dell’articolo 110 del Tuir, sono deducibili in ciascun periodo d’imposta fino a concorrenza…

Continua a leggere...