CASI CONTROVERSI

Nuova IRI: momento di rilevanza dei prelievi

Una delle novità che interessa gli studi professionali nei primi mesi dell’anno 2017 è certamente quella della valutazione di convenienza all’applicazione del regime IRI per i clienti dello studio. La possibilità di applicare una flat tax in misura pari al 24% affascina l’imprenditore che, tuttavia, non sempre comprende che: non sempre è semplice effettuare una…

Continua a leggere...

Rottamazione: che il condono non si trasformi in condanna

Sulle pagine di EC News abbiamo più volte toccato il tema della rottamazione per evidenziare alcune stranezze e iniquità del provvedimento. Parimenti, abbiamo anche messo in luce la necessità di chiarimenti interpretativi (si pensi al caso dei contenziosi pendenti e della rinuncia alla lite) su alcuni lati ancora oscuri della norma. Nell’attesa, però, gli studi…

Continua a leggere...

Lettere d’intento e “processo alle intenzioni”

Si va verso la chiusura d’anno ed il clima natalizio invade anche la rubrica dei casi controversi. In questo intervento proviamo a valutare se si possa intravedere qualche comportamento controverso in seno all’Agenzia delle Entrate. È noto che, dal prossimo anno, dovranno cambiare le abitudini in tema di gestione delle lettere di intento; il tema…

Continua a leggere...

Accordi particolari e ricadute sulla competenza

Siamo normalmente portati a credere che vi siano alcuni principi per la determinazione del reddito di impresa oramai acquisiti nel DNA dei professionisti; sembrerebbero – dunque – non meritevoli di attenzione e approfondimento. Tuttavia, le varie casistiche pratiche che si possono presentare, ci inducono talvolta a valorizzare l’importanza di tali principi, valutando con attenzione le…

Continua a leggere...

Rottamazione con complicazioni sulla rottamazione

In questi giorni stiamo discutendo con i colleghi che partecipano al Master Breve della possibilità di rottamare i carichi affidati ad Equitalia; la norma, varata in modo definitivo con la conversione del D.L. 193/2016 presenta ancora molti aspetti dubbi e parecchie irrazionalità. Una situazione complicata, ad esempio, si verifica per i contribuenti che avessero già…

Continua a leggere...

Compensi amministratori sproporzionati e sindacato del Fisco

La Cassazione, con sentenza 24379 dello scorso 30.11.2016, torna sulla tormentata vicenda della possibilità, per l’Amministrazione finanziaria, di sindacare l’ammontare del compenso amministratori, disconoscendone (in tutto o in parte) la deducibilità, ove ritenuto sproporzionato. La tematica è specificamente riferita al compenso, ma può essere tranquillamente estesa anche ad altri componenti negativi, secondo un più ampio…

Continua a leggere...

Assegni di mantenimento: problemi tra netto e lordo

Sovente, in occasione delle separazioni tra coniugi, viene previsto l’obbligo di corrispondere (dall’uno all’altro) un determinato “assegno” con finalità specifica di mantenimento del beneficiario, diversa ed autonoma rispetto all’eventuale assegno per il mantenimento dei figli. Tale situazione determina spesso problemi di natura tributaria: in capo al soggetto erogante, al fine di determinare la corretta misura…

Continua a leggere...

Auto in uso al dipendente e detrazione IVA

Stiamo analizzando, nelle sedi del Master Breve, la tematica dei rimborsi spese e, come prevedibile, una questione che attira sempre l’attenzione dei colleghi è quella attinente l’auto concessa in uso promiscuo ai dipendenti. Fermo restando l’appeal che il tema delle vetture riscuote presso la clientela, si tratta probabilmente di massimizzare i benefici fiscali connessi all’acquisizione…

Continua a leggere...

Le conseguenze del mancato contraddittorio

La CTR Toscana – Firenze, con sentenza n. 1785 del 17 ottobre 2016, è tornata a pronunciarsi sugli effetti della mancata attivazione del contraddittorio preventivo tra Agenzia delle entrate e contribuente. La pronuncia ci dà allora l’occasione di riflettere assieme sui comportamenti assunti dall’Agenzia, specialmente in queste fasi conclusive dell’anno, nelle quali viene ad assumere…

Continua a leggere...

Si applica il registro proporzionale sulle locazioni soggette ad IVA?

Ad una prima valutazione, se un nostro cliente ci dovesse domandare se sia necessario applicare l’imposta di registro proporzionale sui canoni di locazione di fabbricati strumentali, soggetti ad IVA, avremmo (stranamente) una risposta pronta. L’imposta di registro certamente si applica, nella misura dell’uno per cento, al momento della registrazione del contratto e, successivamente, entro 30…

Continua a leggere...